Rai 3

3 settembre Lo sportello del cittadino

Agorà, Sportello del cittadino

Avresti sempre voluto porre una domanda ad un personaggio politico?
Vorresti che un gruppo di politici rispondesse ad un tuo quesito per confrontare le soluzioni proposte da ciascuno?
Oppure vorresti mettere sotto torchio un politico in particolare, per verificare le sue idee e i suoi programmi?
Lascia un tuo commento: diventeremo i tuoi portavoce!

Tags: , ,

81 Commenti su Lo sportello del cittadino

  1. E’ veramente garantita a tutti in Italia la liberà partecipazione democratica alla vita politica?
    Con la presente per portarvi a conoscenza del verificarsi di una situazione alquanto incresciosa che sta avvenendo, in questi giorni, in Italia. É stata infatti lesa la libera partecipazione democratica dei cittadini alla vita politica. Se avrete voglia di leggere più oltre vi illustrerò, il più semplicemente possibile, il problema. Cercherò di essere preciso per rendere al meglio la situazione.
    Andando probabilmente contro corrente, personalmente considero la politica come uno strumento altamente nobile. Non si può dire altrettanto dell’uso che spesso della stessa viene fatto.
    Le società in cui viviamo hanno bisogno di essere governate, l’alternativa é l’anarchia. Un modo per governarle è la democrazia partecipata, usata al tempo dei greci, ovvero la partecipazione di ogni singolo individuo alla vita della comunità. Questo richiederebbe però ai singoli individui un enorme dispendio di tempo e fatica. A venire in aiuto è allora la politica ovvero la possibilità che si ha di delegare individui ritenuti degni di fiducia perché si occupino, in nostra vece, delle questioni comuni. Ciò avviene tramite le elezioni che avvengono su più livelli: comunali, provinciali, regionali e nazionali e ciò è quello che, con molto onore, è successo a me all’età di 29 anni: sono stato eletto nel mio comune per amministrare il bene comune e lo scorso anno, nelle passate elezioni, tale fiducia mi è stata rinnovata. Ad oggi sono al mio secondo mandato. Mi sono state assegnate precise deleghe: quelle culturali, giovanili e la pace. Ho sempre cercato responsabilmente di fare la mia parte con un dispendio di tempo considerevole (solo per fare alcuni esempi: organizzazione di rassegne teatrali per adulti e per giovani, mostre, rassegne cinematografiche, ecc…). Per farlo ho dedicato molto del mio tempo libero e purtroppo in parte anche lavorativo, ho fatto telefonate a mie spese, speso benzina e usato la mia auto per le riunioni, ecc… Il rimborso spese ricevuto per tali attività, è bene saperlo, e stato di 14 € ogni consiglio comunale per un ammontare complessivo medio annuo di un centinaio di euro. Non me ne sono mai lamentato (anche se avrei potuto) perché ampiamente ricompensato dalla soddisfazione di vedere realizzate delle cose che sulla carta erano solo poco più che idee e sogni. È il bello della politica.
    Il tempo passa. A distanza di sei anni all’età di 35 anni metto su famiglia. Ho una compagna, ho un figlio e, anch’io vittima come molti miei coetanei del precariato, ho un lavoro mal pagato a partita iva. Nel frattempo, guadagnata sul campo la fiducia del mio sindaco e dei sindaci della zona vengo eletto presidente del consiglio di amministrazione del consorzio intercomunale socio-assitenziale. Tale consorzio si occupa di fornire servizi assistenziali ad un bacino d’utenza di circa 80.000 persone. Potrete immaginare l’onore nel ricoprire tale ruolo ma anche la responsabilità che tale ruolo porta con se. È come essere stati eletti sindaco di un comune di 80.000 abitanti. Il tempo da dedicare ad un compito come questo è subito enorme. Orientativamente, tra le riunioni con i vari enti, i consigli di amministrazione, i consigli consortili, va via circa la metà del mio tempo lavorativo: due giorni, due giorni e mezzo completi a settimana.
    Il mio stipendio lavorativo tende subito a dimezzarsi ma a fronte di tale impegno mi viene corrisposta una indennità netta di 700 € mensili che controbilancia tale perdita economica. Non ci perdo e non ci guadagno e faccio il mestiere più bello del mondo: non il politico di professione ma il cittadino temporaneamente prestato alla politica. E qui viene il punto dolente.
    Con l’ultima finanziaria il governo decide che tutti i componenti del consiglio di amministrazione dei consorzi socio assistenziali diventino cariche “onorifiche” ovvero azzera completamente l’indennità e mi ritrovo dall’oggi al domani, con tutti i problemi di una normale famiglia, con lo stipendio dimezzato e nessuna indennità compensativa per il ruolo che ricopro.
    Non hanno eliminato i cda, hanno solo azzerato l’indennità diranno loro. Saranno contenti quelli che ritengono che questi posti siano fatti per dare poltrone a politici di fine carriera. Io nel frattempo, se le cose non cambieranno, mi ritroverò nella condizione di non poter portare a termine l’incarico che sono stato chiamato a ricoprire. Di fatto così facendo hanno reso tali posti aperti solo ad una categoria privilegiata di cittadini. La politica aperta solo a chi se lo può permettere o a chi da essa ne riuscirà in qualche modo a ricavare un illecito profitto. In questo modo la cattiva moneta caccerà quella buona. Mi sembra che la costituzione non reciti proprio così vero?
    Se riterrete di vostro interesse raccontare questa storia, facendolo contribuirete ad aiutare la lotta per la libera partecipazione democratica alla vita politica del paese, sarò a vostra disposizione e ve ne sarò molto grato.

  2. Alessandro Giordania il 13 set 2010 alle 15:20
  3. Al sindaco Alemanno, dopo l’insediamento, scrissi una mail, attraverso il sito del Comune. Chiedevo perché i tassisti fossero sui balconi del Comune a celebrare la sua vittoria (il sindaco, ahilui, è di tutti e non di certe categorie) e, inoltre, se, dopo essere stato egli stesso barricadero, alla testa dei tassisti ribelli che bloccarono la città, avrebbe dismesso quegli abiti, preoccupandosi di dare un servizio-taxi decente ai cittadini romani e agli ospiti della città. Lo invitavo pure a chiedere, anonimamente, un taxi il sabato sera. Provare per credere, caro sindaco. Io alla mail non ho avuto risposta. Se vi capita chidetegli voi conto di questa assurda situazione. Inoltre il Tar ha annullato la pretesa di 2 euro extra-tariffa per quelli che partono da Termini, ma la sentenza è, da tutti i tassinari, disattesa. Se lo dici al tassista fa lo gnorri, ti risponde che lui non sa. Che ha fatto il sindaco per informare i tassisti? E il sindaco sa dell’annullamento? Grazie. Saluti e buon lavoro

  4. giselda il 21 set 2010 alle 8:46
  5. sono diventata mamma da poco e dopo i tre mesi dalla nascita del mio bambino ho dovuto decidere di tornare a lavorare perchè non posso permettermi una riduzione di stipendio visto che le spese sono aumentate. Detto questo vorrei precisare che se pur consapevole che in italia il sostegno alla maternità e paternità dal punto di vista legislativo è carente non capisco perchè bisogna anche rendere oltremodo così difficile l’usufruire di queste norme a sostegno della genitorialità. Nello specifico mi riferisco al fatto, riscontrato in molte neo mamme, che sul posto di lavoro “ti fanno i chiodi” se chiedi di potere avere le due ore di allattamento interpretando sempre nel modo più rigido o sconveniente per chi può godere queste norme. Un esempio? la flessibilità sull’orario :es. se entro e timbro 5 minuti dopo posso uscire 5 minuti dopo, senza ulteriori oneri di recupero o decurtazione di stipendio ma nel mio ufficio ciò non è consentito quindi se il mio collega di stanza perde 5 minuti in più a parcheggiare ‘nulla quaestio’ mentre io perchè godo di due ore di allattamento (tenendo conto che tolti i 3 mesi, per le donne, dura cmq al massimo 12 mesi questo orario più “elastico”) devo per forza fare un rientro pomeridiano per il recupero anche se si trattasse solo di 5 minuti pena la decurtazione dello stipendio. Ma vi sembra razionale e uniforme allo scopo della legge questa rigidità di applicazione? per un pannolino che devi cambiare in più all’ultimo minuto, mentre esci di casa, non vale il potere recuperare e la cd. flessibilità oraria, per parcheggiare l’auto o altro si!!! il bello che il datore di lavoro tira fuori – sempre nell’ottica punitiva – sentenze, circolari inps, o altre menate che nulla contano. Allora mi chiedo perchè il competente ministero non fa PER TUTTI delle direttive chiare? concedere due ore di allattamento per 12 mesi vuol dire irrigidire tutte le altre norme o non cumularle tra di esse per una migliore qualità della vita lavoro-famiglia? Faccio presente che ho scritto alla responsabile nazionale della confederazione dei sindacati (cisl-uil-cgil) per le pari opportunità ma non ho ottenuto alcuna risposta. Per un quadro completo metto al corrente che secondo una personale interpretazione del datore di lavoro l’orario di allattamento, qualora richiesto da un padre, può avere decorrenza solo dal terzo mese di vita del bambino! sic!

  6. benedetta il 22 set 2010 alle 12:40
  7. Presidente, anni fa ho avuto la fortuna di essere salutato da lei mentre si recava al santuario di San Damiano in Assisi. In nome di Francesco, del suo amore per la natura, Le chiedo come vede la rinnovata crisi dei rifiuti a Napoli ed in particolare l’accanimento del governo centrale ad utilizzare – ancora una volta – il parco Nazionale del Vesuvio (patrimonio Unesco) come pattumiera di ogni specie di rifiuti, compresi quelli tossici. Da quando si utilizza la prima discarica realizzata dallo stato NULLA E’ STATO FATTO per evitare quello che sta succedendo al suo riempimento. La puzza è avvertita solo dalla popolazione locale, ma lo sdegno dovrebbe investire tutta la comunità civile.

  8. Francesco il 27 set 2010 alle 4:04
  9. Complimenti al sig. Vianello per la bella trasmissione.
    Vorrei che lei ponesse un po’ di attenzione in piu’ alle politiche che riguardano il ” Sud “. Grazie

  10. umberto il 05 ott 2010 alle 8:21
  11. Ma come mai non parlate mai delle pensioni di politici e come e quando le prendono… tutti lo sanno ma rischiate se ne parlate ? es sgarbi prende già una pensione ma non possono prenderla come tutti noi italiani… perchè non ne parlate in tv

  12. paolo il 21 ott 2010 alle 8:09
  13. stipendi parlamentari dopo poco vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa. ecco hanno già chiuso il discorso in due secondi

  14. paolo il 21 ott 2010 alle 8:11
  15. Buongiorno, sono una studentessa toscana nata e cresciuta a Viareggio che, come spero ricorderete, è stata purtroppo protagonista del disastroso incidente ferroviario nell’estate del 2009. Noto in questi giorni che le varie trasmissioni televisive di tutte le reti, ricordano, giustamente, le vittime del terremoto nell’Abruzzo, le vittime dell’alluvione in Veneto, il crollo della meravigliosa Pompei. Io vorrei allora, dato che nessuno lo fa più, ricordare i 32 morti di Viareggio, le case bruciate che costeggiano la ferrovia e vorrei ricordarmi anche degli aiuti giunti dallo stato ma purtroppo su quest’ultimo punto ho il vuoto, dov’è il nostro miracolo???
    Complimenti per la trasmissione, cordiali saluti.

  16. diletta il 10 nov 2010 alle 9:00
  17. A me risulta che il debito pubblico è enormemente aumentato negli anni ’80. Con i governi DC-PSI a guida Craxi. Quello che ha detto il parlamentare del PDL a me non risulta

  18. Lanzi Renzo il 16 nov 2010 alle 9:12
  19. Sono uno studente del secondo anno,studio fuori sede e per lo più svolgo due lavori per potermi pagare gli studi,eppure io ieri ero a manifestare con gli altri “studenti”.Non è vero che eravamo l’1 per cento,perchè come si è accennato nella trasmissione l’università racchiude cio chè è la scuola elementare,media e superiore,e allora dobbiamo parlare del fatto che 300 bambini della scuola media qualche giorno fa erano a MANIFESTARE di fronte al ministero dell’istruzione!E non è poco.
    E’ facile schematizzare in un senso e nell’altro…però io penso riguardo al blocco della città di Roma,voluto dal ministro Maroni,che sia stata una mossa appunto per indurre noi studenti,che siamo andati li per manifestare in maniera pacifica a commettere atti di sommossa.Perchè non viene spiegato che il primo scontro avvenuto in via del corso con le forze dell ordine è avvenuto intorno alle ore 15:00,dopo che vagavamo per la città da più di 5 ore.Abbiamo provato a raggiungere in primis Montecitorio dal lato del Pantheon in mattinata,perchè tutti gli accessi da piazza Venezia erano bloccati,e di li siamo stati costretti a dover tornare indietro creando grossi disagi al corteo degli studenti,che come si è detto non ci hanno capito niente.Ci è stato vietato il diritto di esprimerci,ma nonostante tutto è stato uno dei cortei più belli mai visti,perchè vietandoci le vie del centro si è improvvisato un corteo per tutta la città…ed eravamo bellissimi!!!Abbiamo cantato cori tipo:”Ci scusiamo per il disagio!”,ma queste cose non vengono raccontate,basta schematizzazioni-provocazioni,questo è ciò che vogliono farci credere,ma noi eravamo li,ed eravamo stupendi,nell’aria c’era armonia,solidarietà,voglia di fare…noi non perdiamo il nostro tempo,al massimo cerchiamo di investirlo!Grazie.

  20. simone il 01 dic 2010 alle 9:10
  21. Io sono tra quelli di sinistra che non voterà più.Vorrei rivolgere 2 domande alla dott.ssa De Girolamo che sto ascoltando in diretta:
    1)Come si concilia la meritocrazia con il finanziamento a CEPU?
    2)Potrebbe chiarirci la dott.ssa il suo curriculum studiorum (pubblicazioni,etc..)che la ha portato al punto in cui è arrivata?
    E poi alla sinistra vorrei domandare dov’è.

  22. Antonia Travaglione il 01 dic 2010 alle 9:16
  23. La possibilità di creare nuovi posti di lavoro.
    Noi viviamo in un meraviglioso paese e lo stiamo trascurando e demolendo.
    Sfruttiamo questa nostra naturale ricchezza.
    1 – Creamo sulle nostre coste (sempre più invase da abusivismo) opportunita di lavoro come camping o villaggi e sfruttando al massimo le nostre campagne per promuovere prodotti di ottima qualità.
    Se questa mia idea viene presa in considerazione soro più chiaro nell’esporre nei minimi particolare. Grazie di tutto.

  24. Ernesto il 09 dic 2010 alle 10:35
  25. vorrei dire a tutti coloro che chiedono l’uscita di scena di Berlusconi che gli elettori ch hanno votato l’attuale governo sono coloro che non vogliono più i politicanti di professione e i loro partiti e partitini. l’alternativa potrà essere solo un altra persona che avrà dimostrato nella vita di aver fatto qualcosa di valido

  26. angelo il 10 dic 2010 alle 8:21
  27. VORREI SEGNALARE AI PRESENTI DELLA TRASMISSIONE DI IERI A PROPOSITO DELLA OCCUPAZIONE GIOVANILE CHE A MONTARE LA CAMERETTA DELL’IKEA DI MIA FIGLIA SONO VENUTI DUE RAGAZZI STRANIERI E CHE IL LAVORO NON ERA NE PESANTE NE UMILIANTE.

  28. angelo il 14 dic 2010 alle 10:04
  29. IL CENTRO S. DEVE ESSERE ROTTAMATO NON PERCHE ANAGR. VECHHIO MA PERCHE CORRESPONSABILE NEI DECENNI DEL DEBITO PUBB. DEELA GIUSTIZIA CHE NON FUNZIONA DELLA SAL. REGGIOC. MAI FINITA DEI COSTI DELLA POLITICA VERGOGNOSI DELLA MAFIA PASSATA DA 4 MAFIOSI CON COPPOLA E LUPARA ALLA PIOVRA ECC. ECC. I LORO CORRESPONSABILI SONO GIA STATI ROTTAMATI DAL CENTRODESTRA ANNI FA

  30. angelo il 15 dic 2010 alle 7:54
  31. SCRIVO QUESTO MESSAGGIO PERCHE’SONO ONESTAMENTE STANCA DI VEDERE CREMASCHI IN TUTTE LE TRASMISSIONI TV!
    QUESTO PERSONAGGIO E TUTTA LA SUA SCHIERA DI “SEGUACI” NON RAPPRESENTANO PER FORTUNA IL MONDO DEGLI OPERAI METALMECCANICI E QUINDI NON CAPISCO PERCHE’SIA L’UNICO PRESENTE IN TELEVISIONE,QUANDO VI INFORMO CHE ESISTONO ALTRE ORGANIZZAZIONI SINDACALI CHE HANNO PARI DIGNITA’ E RAPPRESENTANZA OPERAIA IN ITALIA, E CHE LA TELEVISIONE TUTTA SI OSTINA AD IGNORARE!!
    SONO UNA ATTIVISTA SINDACALE,MEMBRO DEL DIRETTIVO PROVINCIALE E DELEGATA SINDACALE DI UNA MULTINAZIONALE E SONO UNA ORGOGLIOSA APPARTENENTE ALLA UILM-UIL DI CUNEO,E NOI CHE LAVORIAMO SUL TERRITORIO A CONTATTO CON LA FIOM,SAPPIAMO COME QUESTA ORGANIZZAZIONE SI COMPORTA REALMENTE,SIA PER I SUIO AMBIGUI RAPPORTI CON LE AZIENDE,SIA PER I COMPORTAMENTI DELINQUENZIALI NEI CONFRONTI DEI MEMBRI DELLE ALTRE ORGANIZZAZIONI SINDACALI!
    IO SONO ORMAI DA QUASI DUE ANNI OGGETTO DI INSULTI MOLTO PESANTI,DENIGRAZIONE CONTINUA,DANNEGGIAMENTO DELLA MACCHINA E PER CONCLUDERE IN BELLEZZA,SONO STATA OGGETTO DI MINACCE PER BEN DUE VOLTE,QUESTO E’IL MIO CASO,MA VI ASSICURO CHE SONO COMPORTAMENTI CHE GLI ATTIVISTI FIOM ADOTTANO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE!
    QUINDI,PENSO SAREBBE GIUSTO,BOICOTTARE CHI FA’PROPAGANDA A LIVELLO NAZIONALE SULLA DEMOCRAZIA E LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI,MA CONCRETAMENTE A LIVELLO LOCALE QUESTO VIENE TRADOTTO IN COMPORTAMENTI INTIMIDATORI,ATTI DI TEPPISMO E TENTATIVI ANCHE GRAVI PER LIMITARE LA LIBERTA’ DI ESPRESSIONE DI CHI LA PENSA IN MODO DIVERSO.HO DECISO CHE QUESTA SARA’ SOLO LA PRIMA DI TANTE ALTRE LETTERE CHE SPEDIRO’A TUTTE LE TRASMISSIONI,GIORNALI ED ALTRO PER FINALMENTE FAR ASCOLTARE LA REALTA’ SINDACALE,CHE VI ASSICURO NON HA NULLA A CHE FARE CON I PROCLAMI DELLE SEGRETERIE NAZIONALI.

  32. ALTILIA KATIUSCIA il 15 dic 2010 alle 10:33
  33. credo che l’opposizione non vince le elezioni perchè in tutte le trasmissioni e nei fatti dà l’impressione di ostacolare la soluzione dei problemi del paese strumentalizzando ogni fatto . avrebbe più consensi se si dedicasse alla soluzioni degli stessi tralasciando il proprio particolare intrresse

  34. angelo il 17 dic 2010 alle 10:10
  35. grazie….Alemanno………..hai visto i nostri giardini? abbiamo fatto tanto per creare punti verdi per poi dimenticarli al degrado, sono pattumiere ….nessuno se ne cura….

  36. nadia il 11 gen 2011 alle 9:16
  37. Come lavoratore nei servizi sociali(operatore socio sanitario)vorrei sapere quali sono le difficoltà che non consentono ad il mio lavoro di essere iscritto ad un Albo, innalzando ,magari anche il redditto e le responsabilità e professionalizzare di più il mestiere.Simone Parma.

  38. Simone Arrabito il 13 gen 2011 alle 10:20
  39. Mi sembra molto parziale la trasmissione e queste donne politiche che scendono in piazza, senza fare alcun cenno alla Litizzetto che usa termini inqualificabile alle 21 di sera sulla stessa rete e quando intere pagine di annunci a pagamento appaiono sui giornali nazionali ormai da anni e nessuno interviene nemmeno la magistratura. E i bordelli ai quali partecipano i parlamentari a Roma?. Io credo che la TV pubblica o fa un servizio completo e imparziale oppure uno ad un certo punto gira il canale.

  40. giuseppe Cameroni il 02 feb 2011 alle 16:53
  41. Vorrei dire alla Signora Anselma, basta basta sono stufa di sentire il suo sarcasmo gratuito ieri le donne scese in piazza perché sono stufe di vedere il premier fare i caz….. suoi se tutto ciò lo facesse un comune cittadino sarebbe in galera e poi si difende. Rispettate il giudizio dei cittadini che non vogliono un premier puttaniere.

  42. agata il 14 feb 2011 alle 9:01
  43. una domanda a : BERSANI E DI PIETRO & CO

    Mi piacerebbe sapere un vostro parere su quanto segue:
    Abbiamo in Italia una schiera di persone che vengono retribuite senza lavorare.
    Coloro che predicano bene ma razzolano male,difendono, il lavoro,le paghe,gli orari,i diritti.
    Chi sono costoro?………..”I SINDACALISTI”
    dove sono: SONO DENTRO LE FABBRICHE,assunti come dipendenti di queste.
    da chi prendono lo stipendio? DALLE FABBRICHE, e quando lavorano? (mistero).
    La mia idea !!!!!!! Date il Vostro posto a giovani disoccupati e prendete lo stipendio dal Sindacato.
    Il Sindacato incamera somme dalle tessere degli operai senza pagare tasse.
    Si otterrebbe un nuovo elemento dioccupazione, si libererebbero posti di lavoro, inoltre le promozioni
    dei “SINDACALISTI” verrebbero effettuate all’interno del Sindacato per merito e non per Raccomandazione,(come ora).
    Ovvio che una cosa del genere non è di convenienza politica.
    Questo sistema favorisce un accumulo di voti alla sinistra ,perchè è l’unica arma che si ha per comprare i voti nelle Fabbriche
    con le promesse di avanzamento e di accesso, in qualità di “SINDACALISTA”, agli operai DELLA FABBRICA.
    (premetto che non sono un operaio , sono un ex artigiano ora disoccupato ,non per incapacità )

  44. claudio1951 il 11 mar 2011 alle 10:40
  45. Vi invito a visionare questi commenti, sono relativi per lo più, a un concorso che si terrà tra qualche tempo, ma come dire…noi giovani figli di gente comune, senza amichetti in politica, non disposti a fare servizietti…partiamo già prevenuti, sconfitti come si può fare a cambiare questo squallido andazzo?
    http://www.mininterno.net/fmess.asp?idt=3664#rispAnchor

  46. Roxenne il 19 apr 2011 alle 9:32
  47. Posso segnalare una piccola gaffe?
    il grandissimo Andrea Vianello (che tutti adoriamo), oggi ne ha combinata una…alla fine della splendida puntata di Agorà, ha detto: “Ho visto gironzolare nello studio un amico, Luca Giurato”, ebbene subito dopo è iniziato Brontolo, in cui man mano oltre agli ospiti eccellenti, c’è un personaggio misterioso…ebbene quest’oggi il personaggio misterioso era proprio Luca Giurato.

  48. Roxenne il 09 mag 2011 alle 10:39
  49. salve scrivo im merito alla puntata di oggi 10/05/2011 per ricordare che ad acerra c’e’ l’inceneritore inaugurato dal premier vi ricordate??? solo che non funziona come dovrebbe ed e’ impossibile capire il perche’ (vedi presa diretta)
    forse questa sarebbe stata una bella domanda da porre ai politici in studio no???
    un piccolo suggerimento ??? fate passare i servizi di denuncia di report ,presa diretta mentre i politici in studio si palleggiano le responsabilita’… a loro servira’ a poco ,hanno troppo la faccia di bronzo ma magari fara’ aprire gli occhi ai telespettatori che ancora credono alle bufale del pdl e company

  50. monica di gennaro il 10 mag 2011 alle 17:54
  51. Prima o poi la pace arrivera’ nei paesi mediterranei.
    Allora ci sara’ bisogno di creare nuovi posti di lavoro affinche i cittadini rimangano nei loro stati e non facciano i clandestini nel nostro paese.
    Chiedo al ministro Frattini se gli imprenditori italiani riceverano lo stesso trattamento di ingiustizia e abbandono che abbiamo subito noi in Albania.

  52. Raffaello Tonon il 24 mag 2011 alle 16:19
  53. vorrei che qualcuno della maggioranza al governo mi dicesse se
    ha mai provato ad analizzare le bollette energetiche, e tutte le altre (tarsu,irap ecc). Il metodo usato e’ quello di applicare l’Iva
    (valore aggiunto) alla sommma dei costi piu’ le tasse locali(che non
    credo siano un valore aggiunto)Si e’ tentato di proporre di rimediare solo in un caso in un comune di cui non ricordo il nome,ma non so come e’ andata a finire, grazie alla puntuale informazione italiana. grazie e buon lavoro

  54. franco il 08 giu 2011 alle 9:55
  55. Rimettiamo le cose ha posto.On Straguadagno nel bene della Repubblica e della sua famiglia ritorni a fare l’imprenditore per cui percepisce più reddito e continui come milioni di cittadini Italiani,che fanno il loro onesto lavoro per un migliaio di euro al mese con cui tirare a campare,da lei denigrati pubblicamente nella trasmissione Agora come nulla facenti.SI VERGOGNI!!!

  56. Venerucci Lucio il 16 giu 2011 alle 8:45
  57. La soluzione c’è, ma nessuno ne parla – per la manovra che l’europa ci chiede, basterebbero e avanzerebbero i 42 miliardi che ifurbetti del condono fiscale debbono ancora all’erario e che non hanno pù pagato non ostante che fosse una miseria in confronto alle tasse che noi paghiamo. Qualcuno è così gentile di rispondermi? grazie!

  58. tattanelli giulietta il 22 giu 2011 alle 7:15
  59. Posso fare una domanda scomoda?
    Perchè sono stati tagliati i programmi sull’arte?
    e il caso Dandini?
    che cos’altro ci aspetta?

  60. Roxenne il 28 set 2011 alle 10:41
  61. In sintesi: “UNICA ALIQUOTA INVERSAMENTE PROPORZIONALE ALLA PERCENTUALE DEL REDDITO SPESO CON LA POSSIBILITA’ DI DEDURRE LE SPESE PER BENI E SERVIZI ACCOMPAGNATI DA DOCUMENTO FISCALE”.

    Vorrei proporvi una riforma fiscale che basandosi su un sistema semplice e innovativo possa garantire il principio costituzionale della “capacità contributiva”, il rilancio dei consumi, lotta all’evasione fiscale, lotta al lavoro e al mercato nero ed alla concorrenza sleale e illegale…
    Avrei il piacere che gente competente ne possa discutere in studio con onestà intellettuale…
    Ho caricato il materiale sulla pagina facebook “Solidarietà Universale”.
    Se siete interessati per ulteriori chiarimenti al fine di poter valutare la validità della mia idea posso inviarvi direttamente il materiale in formato pdf.

  62. Alessandro il 05 ott 2011 alle 7:20
  63. buongiorno,una domanda:
    perche’ non fate commentare ai vostri ospiti la puntata di ieri di presa diretta??
    fateli commentare perche’ sono veramente indignato di quello che quella trasmissione e report fanno vedere.
    ci sono responsabilita’ precise e la possibilita per l’italia(il nostro paese) di fare un’altro boom economico.
    il paese e’ ricco ma purtroppo per poche persone che ingrassano,tanti dimagriscono,arrivando tra breve ad una cruenta rivolta sociale.

    saluti

    uno che non vota

  64. davide il 10 ott 2011 alle 6:45
  65. Ridateci Agorà alle ore 9!!!

  66. Giovanna Quarta il 11 ott 2011 alle 8:46
  67. buongiorno.
    sono un disoccupato di 53 anni di treviso con buona professionalita una domanda voglio fare :a cosa servono i lavoratori estracomunitari ?
    visto che il meridione e da sempre con forte disoccupazione , e la mia generazione quando perde il lavoro non riesce piu a trovarlo ” qualunque lavoro ” domanda a chi sempre li ha difesi e proposti.
    saluti POL ANTONIO

  68. pol antonio il 13 ott 2011 alle 10:58
  69. ha fatto comodo ai politici di turno la fine di questa manifestazione per proibire le manifestazioni contro igovernanti di turno altrimenti avrebbero preso misure di sicurezza prima come fanno nelle altre manifestazioni.poichè la rete era piena di preparativi di questa gente che ha usato la gente xbene.

  70. maria rosaria lazzari da lecce il 18 ott 2011 alle 8:02
  71. ma Cota “lavora” ancora nella regione piemonte? C’e un problema, che forse il Signor COTA non sa di avere,sarebbe carino farglielo sapere. Nella regione piemonte non sono ancora arrivati i soldi per i libri di testo anno scolastico 2011/2012 che le famiglie con relativo isee, hanno fatto con relativa domanda dall’07/03/2011 al 06/05/2011 nel proprio comune di residenza.A tutt’oggi ci viene detto che non e’ la regione piemonte, ma è il Ministero che non ha ancora deliberato le cifre di riferimento da dare alle regione che a sua volta sono da dividere per i comuni.Spero in una risposta a breve tempo …….grazie. Forse voi riuscite a mettervi in contatto, a noi in regione non risponde

  72. antonella il 24 ott 2011 alle 17:41
  73. licenziamento per giusta causa!!!!
    sapete potrebbe anche essre utilizzato dalle aziende per svecchiare
    il loro personale
    il significato,ci saranno persone a cinquanta anni che non avranno piu un lavoro

  74. benedetto il 28 ott 2011 alle 7:15
  75. cose da dire
    I giornalisti e i politici non dicono tante altre cose le ”verità nascoste” e tante sono le domande e le denunce da fare in ambito politico.
    esempio le pensioni a 73 anni, va bene approviamo la legge, se integrata con un’altra legge che obblighi lo stato a trovare o dare lavoro a chi perde il lavoro a 50, 60 o 70 anni questo non viene domandato dicono che danno tre anni di cassa integrazione e poi….. chi prende un uomo o una donna all’età di 60 anni.
    Non si tolgono un euro dallo stipendio anzi cercano di integrarlo con la legge Mancia, Legge proposta da un deputato della lega i quali dicono Roma ladrona ma dello stipendio al trota 10,000 euro ne vogliamo parlare???
    La legge mancia è stata votata contro da Di Pietro,( il PD si è astenuto perché) forse anche a loro non dispiaceva una certa liquidità nei loro abbastanza pesanti stipendi.
    La crisi globale dove finisco i soldi persi, nessuno lo dice.
    I cinesi grandi lavoratori, gente semplice umanamente bravi, ma non pagano i contributi anche loro vengono sfruttati anzi direi schiavizzati. La ricchezza guadagnata dal loro lavoro non rientra nel paese, non facendo la spesa o comprando dei vestiti scarpe ecc. quindi non fanno RIcircolare una certa liquidità, loro mandano tutto in Cina, comprano il mangiare o quant’altro, solo dai loro negozi tra poco compreranno tutto, e poi…mica danno lavoro agli Italiani. Molte fabbriche al nord sono state chiuse perché non avevano i requisiti per poter lavorare in sicurezza o non erano idonee alle nuove leggi, i cinesi le hanno acquistate e le tengono aperte senza rispettare la legge, perché……
    Tutti i politici dicono che tutti devono pagare le tasse “ se tutti pagano meno si paga” ma nessuno di loro a lavorato o una formula, dove, anche rendendo più bassa la pressione fiscale e obbligando tutti a pagare il dovuto, magari con una legge penale molto dura. (nessuno vuole abbassare le tasse)
    Potrebbero fare una legge che tutto e tutti debbano pagare con carta di credito o assegno. Quindi sto dicendo di non far più circolare carta moneta anche il caffè si paga con carta (cercando una formula per facilitare il pagamento), con i mezzi elettronici che abbiamo oggi secondo me e plausibile poterlo fare, tutto quello che guadagno viene registrato, tutto quello che spendo viene registrato, questo per usufruire di una legge che è già in vigore in Australia.
    Se una persona guadagna 100 In un anno fiscale, ma sempre nello stesso anno spende 80 e giusto che bisogna pagare le tasse per il guadagno rimasto cioè 20, il resto io lo dato ad altri, non è giusto che devo pagare le tasse, io per 100, e un altro per 80, quante volte viene tassato lo stesso stipendio. Il giusto sarebbe io pago per 20 magari trovando una formula che pagando tutti magari un po’ di più ma su 20 si abbia lo stesso introito fiscale nelle casse dello stato per poter avere diritto ai servizi dovuti.
    Comunque anche se la mia rimane solo un’utopia è giusto che tutti debbano pagare le tasse ma è anche giusto che tutti debbano avere, richiedere, e denunciare i servizi dovuti non dati o eseguiti male, come sono dovuti i privilegi a politici perché svolgano bene il loro lavoro, la politica non deve nascondersi dietro le parole non ci sono i soldi per fare quel lavoro di bonifica (notare il disastro a Genova) perché gli Italiani non pagano le tasse, significa che tutta la classe politica non fa bene il suo lavoro, non sa farsi pagare le tasse da tutti, non da i servizi essenziali ai cittadini (fa solo sprechi opere non finite o abbandonate o inutili) ma soprattutto non da lavoro e non incentiva l’assunzione, ma incentiva solo lo sfruttamento di tutto, dei lavoratori del territorio e degli sprechi. Questo io penso Antonio.

  76. Antonio S. il 13 nov 2011 alle 8:46
  77. Cosa farà Monti riguardo la legge Mancia, l’evasione fiscale della Chiesa per cui siamo stati bacchettati più volte dall’Europa? Come si regolerà nei confronti dei finanziamenti dello stato italiano alla chiesa cattolica? Del paradiso fiscale dello IOR? Non si farà mai nulla? Non dovrebbe la chiesa fare dei passi indietro, in piena crisi economica, una tantum per esempio, sull’8 x 1000 e riguardo al fatto che Lo Stato Vaticano riceve forniture idriche a carico dello Stato Italiano,non ha mai pagato i servizi idrici all’azienda Acea?

  78. gregario il 19 nov 2011 alle 18:22
  79. Cosa farà Monti riguardo la legge Mancia, l’evasione fiscale della Chiesa per cui siamo stati bacchettati più volte dall’Europa? Come si regolerà nei confronti dei finanziamenti dello stato italiano alla chiesa cattolica? Del paradiso fiscale dello IOR? Non si farà mai nulla? Non dovrebbe la chiesa fare dei passi indietro, in piena crisi economica, una tantum per esempio, sull’8 x 1000 e riguardo al fatto che Lo Stato Vaticano riceve forniture idriche a carico dello Stato Italiano,non ha mai pagato i servizi idrici all’azienda Acea?

  80. gregario il 19 nov 2011 alle 18:26
  81. 1050 EURO DI PENSIONE, DEVO MANTENERE MIA MOGLIE, PAGARE: SPESE DI CONDOMINIO, BOLLETA DEL GAS, ACQUA, LUCE, RIFIUTI, RISCALDAMENTO IL BOLLO DI UNA PICCOLA UTILITARIA VECCHIA DI 14 ANNI ED ORA ANCHE L’ICI SULLA CASA DOPO AVER PAGATO UN MUTUO CON ENORMI SACRIFICI, DOBIAMO VESTIRCI E MANGIARE, ED ORA NN VOGLIONO DARMI QUESTA MISERA SOMMA DI RIVALUTAZIONE DELL’INFLAZIONE, CHE SOLO IN PARTE RECUPERA. VI PREGO DI QUESTO DOVETE PARLARE AD AGORA, ALTRO SE ANDARE IN PENSIONE DOPO AVERE LAVORATO UN ANNO DI PIU’ O IN MENO.

  82. GIUSEPPE il 07 dic 2011 alle 16:46
  83. Egregio dr Vianello, non capisco perché nella sua trasmissione mattiniera, invita soltanto politici e giornalisti, che per un motivo o un altro difendono il proprio orticello che poi così piccolo non è. Non sarebbe corretto, di tanto in tanto, un invitto a degli operai che con il proprio lavoro di otto ore giornaliere non riescono a portare a casa a fine mese mille euro? distinti saluti

  84. Salvatore Ribilotta il 13 dic 2011 alle 8:24
  85. Egregio dr Vianello, non capisco perché nella sua trasmissione mattiniera, invita soltanto politici e giornalisti, che per un motivo o un altro difendono il proprio orticello che poi così piccolo non è. Non sarebbe corretto, di tanto in tanto, un invitto a degli operai che con il proprio lavoro di otto ore giornaliere non riescono a portare a casa a fine mese mille euro?

  86. Salvatore Ribilotta il 13 dic 2011 alle 8:25
  87. …se telefonando…
    a un politico. Intervista semiseria, ingenua, grammaticalmente e politicamente scorretta. Quello che la gente comune vorrebbe chiedere.
    – Se io guadagno 1000 € al mese e per andare al lavoro uso la mia macchina, voi che guadagnate non so nemmeno io quante volte di più, perché non usate la vostra macchina e vi pagate la benzina? Così facendo magari vi accorgerete quanto costa.
    – Se il petrolio scende, perché i carburanti costano sempre di più? Sarà forse ora di togliere quelle accise per vecchi eventi che ormai non hanno più ragione di esistere? Non si può sempre supplire a ogni mancanza di denaro con un aumento dei carburanti.
    – Se io devo lavorare fino a 80 anni per prendere una pensione minima, perché voi dopo 5 anni di “lavoro” prendete in un mese quello che io guadagno in un anno, se non di più?!
    – Perché rispondete alle domande sempre in modo vago, parlando di se, forse, proiezioni, congiunzioni, e non risposte concrete?
    – Perché dobbiamo basare l’andamento dell’economia sui giochi di borsa, che si basano a loro volta su ipotesi e probabilità? Non crea certo stabilità…
    – Non si era detto che era il momento di prendere da chi non aveva dato? Con la nuova manovra mi sembra che si stia prendendo sempre dai soliti…cioè la popolazione italiana..
    – Non credete che un aumento dei carburanti e dell’iva porti a una contrazione dei consumi e quindi ad una crisi ancora maggiore? Ci saranno degli aumenti allucinanti su beni di consumo e non solo…
    – Perché non pubblicare un bilancio completo e disponibile pubblicamente, su entrate e spese dell’azienda Italia.. mi piacerebbe tanto vederlo..
    – Se io non mi scelgo lo stipendio da sola, voi perchè si? E se vengo licenziata non vengo più pagata, voi perchè si?

  88. luana il 14 dic 2011 alle 9:46
  89. se si vuole far capire i sacrifici ai piu poveri bisognava iniziare a tagliare gli stipendi dei parlamentari e senatori e pensionati doro solo cosi si capirebbe bene il sacrificio di tutti

  90. raffaele il 25 gen 2012 alle 8:09
  91. on. Rosso lei dovrebbe pagare insieme a tutti i suoi colleghi i guai che avete provocato anche per gli anni precedenti.i diritti li volete solo voi. dopo 25 anni ritorni a lavorare veramente.

  92. vincenzo il 25 gen 2012 alle 8:37
  93. E’ basta con questi politici e con tutte le caste a cominciare dalla chiesa. perche’ qualche volta non invita i pensionati e i lavoratori alla sua trasmissione. sarebbe l’ago della situazione ormai sull’orlo del baratro. cosa stiamo aspettando che in italia arrivi la rivoluzione?

  94. gaudio domenico il 27 gen 2012 alle 8:30
  95. tutti si lamentano del costo elevato dei carburanti,molti sono costretti ad usare la propria autovettura per raggiungere il posto di lavoro,ma molti altri,se potessero,anche in bagno ci andrebbero in auto!

  96. antonio il 30 gen 2012 alle 18:30
  97. blocco delle perequazioni, mio marito non è un politico è un pensionato con un mutuo, con famiglia a carico e guida la macchina. fatevi due conti

  98. lory il 31 gen 2012 alle 11:22
  99. Vorrei una trasmissione sulla casta militare.
    Tutti sanno che per poter entrare in qualsiasi corpo dello stato ci vuole la raccomandazione come mai non se ne parla?

  100. ciaccia giovanni il 02 feb 2012 alle 9:43
  101. VORREI SAPERE PERCHE SE UN AUTONOMO NON RIESCE A TROVARE LAVORO TIPO CON LA CRISI CHE CE NON SI TROVA DA PIASTRELLARE INTONACARE ECC ECC E SEI UNO CHE PAGA LE TASSE GIUSTE SU TUTTO IL FATTURATO PERO NON HAI DIRITTO AD UNA INTEGRAZIONE COME I DIPENDENTI STANDO FERMO MESI E MANGIANDOTI TUTTI I RISPARMI ALLORA NOI ESIETIAMO SOLO PER DARE E MAI PER AVERE CHE TIPO DI LEGGI SONO DI QUESTO NON SI PARLA MAI SI PARLA SOLO DI DIPENDENTI CI SIAMO ANCHE NOI EDILI CON PARTITE IVA VERE CON TANTO DI ANNI CHE HAI FATTO IL MASTIERE DA POTER CONTROLLARE SUI VECCHI LIBRETTI DI LAVORO COSTRETTI A DIVENTARE AUTONOMI PERCHE LE IMPRESE NON TI ASSICURANO PIU COME 30 ANNI FA E TU GLI FACEVI IL TUO LAVORO E ANDAVI VIA ORA E TUTTO A TANTO AL METRO E TI DEVI MASSACRARE PER QUANTO I PREZZI SONO BASSI.MA QUESTO NON SI DICE ABBIAMO DIRITTO ANCHE NOI A UN SUSSIDIO VI DICO SOLO CHE IO PER ESEMPIO 0 ALTRI 300 EURO POI STO AL VERDE E HO MOGLIE E 2 FIGLI E LAVORO SALTUARIAMENTE SOLO IO POI SI LAMENTANO SE UNO VA A RUBARE VI PREGO LA VOSTRA E UNA BELLA TRASMISSIONE PARLATENE MA PRIMA CHE MI TAGLIANO LA LUCE E NON POSSO SENTIRE COSA SI INVENTANO

  102. MICHELE il 03 feb 2012 alle 9:10
  103. Dr. Vianello vorrei chiedergli come mai nella sua trasmissione mattiniera, che sto seguendo da parecchi mesi, non vedo la presenza di uomini politici di idea socialista? Come mai non viene garantita la libera partecipazione democratica anche ai socialisti e quindi di esprimersi sulle questioni che riguardano il nostro paese. Mentre vedo che da spazio giustamente a tutti ? Da Migliore a Rizzo a Ferrero ecc.? Mi auguro che finisca questo ostracismo nei confronti dei socialisti. Neanche nel ventennale di mani pulite avete consentito la partecipazione, non credo sia giusto.

  104. victorlupis il 21 feb 2012 alle 10:00
  105. una semplice domanda: perchè un lavoratore italiano che percepisce uno stipendio più o meno di € 1000, deve andare a lavorare con un suo mezzo, e i nostri signori Politici che percepiscono lo stipendio che tutti sanno, forse!!! hanno a disposizione l’AUTOBLU CON AUTISTA? Grazie

  106. gianfranco il 22 feb 2012 alle 9:57
  107. Gentile sig. viannello,
    approfitto del vs blog per esprimere una mia teoria sull’attuale precaria condizione economica generalizzata… e per chiedere per mezzo vostro la conferma ai vs illustri e preparati ospiti!!!
    Secondo il mio modesto parere a parte i macro-errori degli ultimi 15 anni imputabili all’inerzia
    Del non-fare tanto della destra quanto dalla sinistra, credo che il grosso problema dei nostri debiti (debito pubblico) sia da attribuire a ciò che è stato fatto negli anni ’80.
    Quegli anni li ricordiamo tutti…. ricordate la politica degli sprechi??? Dunque:
    innumerevoli beby pensioni, infinite pensioni d’oro, eccessive assunzioni a tempo indeterminato in tutti i comparti pubblici, sprechi nell’assistenza sanitaria con molte agevolazioni a favore di chi non ne aveva bisogno…. Etc!!! (senza considerare i finanziamenti statali nel deserto!!)
    Proprio in quegli anni quando sembrava che tutta andava a gonfie vele, si stava minando il presente di noi giovani di oggi!!!! Il motto di allora era lo stesso di ROSSELLA HOARA: “ CI PENSERO’ DOMANI!!!” e infatti il domani ha poi bussato alla nostra porta chiedendo il conto e che conto!!!
    Quindi con chi dobbiamo prendercela???? Con chi incoscientemente ha buttato il peso-debito oltre il proprio presente… dimenticando che i loro figli avrebbero pagato per le loro colpe!!!
    Questo secondo me è un atteggiamento immorale e innaturale: come si può pensare di preparare ai nostri figli un mondo pieno di ostacoli, di trappole , di sofferenze, di sacrifici????
    CI VUOLE TANTO EGOISMO E CATTIVERIA!!!!

  108. pinella il 06 mar 2012 alle 12:02
  109. Gentile signor Vianella,
    sono una vostra assidua ascoltatrice poichè sono costretta a casa da gravi motivi di salute. Sono un insegnante soddisfatta del proprio lavoro e questa mattina sono rimasta proprio male quando il signor Versace ha sostenuto che la scuola professionale e tecnica in Italia è stata distrutta dopo il ’65 causando gravi danni all’occupazione. E’ assolutamente vero che gli Istituti tecnicie e professionali del nostro Paese hanno formato generazioni di lavoratori qualificati ma è anche assolutamente vero che la vera disfatta di queste scuole è stata attuata dalla riforma della ministra Gelmini che ha ridotto drasticamente le ore di scuola tagliando soprattutto le attività di laboratorio. Io insegno al Liceo scientifico e non sono coinvolta direttamente ma una trasmissione seria come la vostra non può lasciare passare una bugia tanto grande. Se non credete a me informatevi e vedrete che ha snaturato le scuole professionalizzanti!

  110. Maria Zoffoli il 13 mar 2012 alle 20:43
  111. Non c’una sola persona che abbia creduto che Berlusconi fosse convinto essere Ruby la nipote di Mubarak.Meno che mai hanno potuto crederci i 314 parlamentari che votarono il conflitto di attribuzione.
    Qualcuno,almeno uno,di questi personaggi,quando ha espresso quel voto ha avuto un sussulto al pensiero che la disciplina di partito non vale la dignità personale? Domanda inutile che non merita risposta visto che nessuno di quei 314 parlamentari ha avuto il coraggio(o la convenienza?)di rifiutarsi e magari di lasciare la politica.

  112. vindice il 20 mar 2012 alle 0:09
  113. le manovre effettuate non faranno altro che aggravare la crisi sempre più tasse meno consumo le imprese saranno costrette a chiudere bisognava tassare i grandi patrimoni altro che salvi Italia questo è salvi Ricchi

  114. ercole marzullo il 03 apr 2012 alle 8:18
  115. Dite per favore a quel …….. di Chicco Testa che gli italiani vogliono vivere decentemente in Italia e che in Cina ci sono i cinesi con la loro crescita economica che non è la nostra? purtroppo!

  116. Carmine il 10 apr 2012 alle 8:54
  117. Gent.mo dott. Vianello, vorrei rivolgere a lei una domanda,che non ha trovato risposta,ne da parte dell’inps,ne dai vari patronati a cui mi sono rivolto. Mi chiamo D’aniello Giovanni natoil 10 02 1948,ho 33anni,e6 mesi di contributi,e sono stato esodato il 31 12 2008 Quando posso fare domanda di pensione? Io ho lavorato per 27 anni nella c.le nucleare del garigliano in provincia di caserta.Sono in attesa da due anni ormai insieme ad altri colleghi, della sentenza del t.a.r. del lazio per far inserire la suddetta centrale nell’elenco dei siti a rischio Amianto,come d’altra parte,le altre centrali nucleari e non.Poi voglio far presente un fatto che non so’ spiegarmi, e cioe’come e’ possibile che lavoratori ,dello stesso impianto,solo perche’ una parte di questi,erano ,residenti in regione lazio sono stati sentenziati positivamente dal tribunale diLatina,Mentre noi, residenti in regione Campania pur esibendo la stessa documentazione siamo stati sentenziati negativamente, dal tribunale di s.m.capua vetere prima e in appello dal tribunale di Napoli poi p.s.Mi riferisco al riconocsimento del beneficio a livello contributivo per aver lavorato in zone a rischio Amianto.P.S.io vi ho lavorato per ben 27 anni.In attesa di una vostra risposta invio Distinti saluti.

  118. D'aniello Giovanni il 17 apr 2012 alle 16:03
  119. L’ipotesi terzopolista è caduta (alleluia!). Ma i due partiti maggiori sono nei guai: il PD non sa ancora dove volgersi per costruire un programma di governo per il 2013, il PdL sta rischiando addirittura il disfacimento, nonostante l’ancora corposo gruppo parlamentare di cui dispone. A me sembra esista una soluzione, un pò dirompente, ma efficace. I due gruppi parlamentari PD e PdL, in accordo tra loro soltanto (d’altra parte -credo- nessun altro li appoggerebbe), approvino una riforma elettorale a doppio turno (alla francese), con la quale, al primo turno, ciascun partito si presenta in collegi uninominali con il proprio programma e il proprio candidato premier. I cittadini sceglieranno una lista “col cuore” (fiducia, simpatia, senso di appartenenza, ecc.). Al secondo turno, quindici giorni dopo, restano in gara i primi due o tre candidati che hanno ricevuto il maggior numero di consensi. Questa volta i cittadini voteranno “con la testa”, scegliendo il candidato, il programma, il premier più vicini al proprio modo di vedere il futuro del Paese. In questo modo: a) i cittadini si riapproprierebbero della possibilità di scegliere “le persone”, oltre al partito; b) saprebbero prima del voto, “chi” e “per cosa” votano, comprese le alleanze di governo che eventualmente si formeranno fra primo e secondo turno; c) PD e PdL potrebbero liberamente e fin da ora cominciare ad elaborare una propria visione programmatica, senza alcun vincolo dettato da ipotetiche e incerte future alleanze; d) il PdL, in particolare, si gioverebbe di un nuovo ricompattamento. Se, poi, tutto ciò fosse affiancato da una riforma che riduca e riordini i contributi elettorari (o, meglio, i finanziamenti) ai partiti, quello di PD e PdL potrebbe diventare un successo clamoroso. E il Governo? Tranquilli: resterebbe la stessa maggioranza, nonostante i probabili strilli dell’UdC di Casini, che vedrebbe definitivamente sfumare l’obiettivo, con una legge proporzionale (alla tedesca), di restare sempre al governo, ora con l’una, ora con l’altra parte. Potrebbe mai l’l’UdC, il più fermo sostenitore di Monti, negargli la fiducia per una questione che proprio non lo riguarda e sulla quale non mette il dito?

    Franco Bencivelli, 72 anni, Ravenna, primario ospedaliero in quiescenza

  120. Franco Bencivelli il 11 mag 2012 alle 9:28
  121. PERCHè nessuno parla dei disabili e dei problemi che dobbiamo affrontare noi parenti x assisterli perchè non vogliono darci il prepensionamento come i lavori usuranti? -ho 59 anni e 22 anni di contributi contavo di andarmene a 60 anni con la pensione di vecchiaia e invece non si può ,lavoro in una casa famiglia x disabili ,nel mio tempo libero devo assistere mio fratello disabile grave ,la mia vita non varia molto .v i prego parlate di questi problemi ,nessuno ci aiuta ,grazie

  122. furcas ottavia il 13 mag 2012 alle 22:08
  123. Illustri dirigenti di RAI3, AGORA è un talk show che non è del tutto indicato per casalinghe, anche se le casalinghe sono una categoria che rispetto molto, l’ora in cui va in onda ha ben poco da sperare che venga seguita da molti. Vorrei consigliare, se mi posso permettere, di usufruire un orario serale, tra lunedi e mercoledi, visto che in mezzo c’è BALLARO’. AGORA è una trasmissione molto interessante di politica e la gente ha bisogno di pareri e concetti e servizi su ciò che sta accadendo in Italia. Grazie

  124. tullio il 17 mag 2012 alle 8:51
  125. Buongiorno, sono uno dei tanti disoccupati seguo assiduamente il vostro programma e vorrei lasciare la mia opinione. Secondo me nel programma vengono toccati troppi problemi e alla fine della puntata non si arriva alla conclusione di nessuno di questi. Sarei grato a qualcuno se potesse darmi una risposta o un opinione al riguardo. Spero che la mia opinione sia commentata in uno dei vostri programmi. Grazie

  126. Pino Ucchino il 18 mag 2012 alle 8:55
  127. Buongiorno amici di Agorà. Grazie per questo spazio che mi permettete.
    La mia domanda non è posta ai politici, ma a tutti: Perchè per il terremoto in Emilia non è stato predisposto (o se lo è stato, non è stato pubblicizzato) un numero di telefono per le donazioni, come è stato fatto per gli altri disastri naturali? Io mi ricordo di aver inviato SMS di donazione per il terremoto a L’Aquila, per le alluvioni, per i disastri in Liguria ed in Sicilia… Perchè lo stesso non è successo per il terremoto del 20 maggio? Io non sono una diretta interessata, ma studiando a Ferrara mi sono trovata in contatto con molta gente che ha perso la casa, il lavoro o l’azienda, in un’area già molto toccata dalla crisi. Perchè non meritano l’aiuto degli Italiani? So che non è il vostro argomento di oggi, ma spero potrete porre il problema. Grazie

  128. Valentina il 25 mag 2012 alle 7:01
  129. Sono esodata dal gennaio 2010 (fondo solidarietà bancari), da allora percepisco un assegno mensile dall’INPS che quindi conosce la mia posizione contributiva. Mi è stato spiegato questo: chi ha lasciato il lavoro prima di dicembre 2011 e maturerà i VECCHI requisiti entro dicembre 2013(il mio caso)andrà regolarmente in pensione alla data prevista (presumo che questi siano i famosi 65.ooo) e nel frattempo continuerà a percepire l’indennità stabilita. Il governo dovrà provvedere poi a regolarizzare anche gli altri che matureranno il diritto successivamente. Mi sembra quindi scorretto continuare a insistere sull’aspetto degli esodati senza lavoro e senza pensione, a meno che si parli di lavoratori disoccupati per altre cause. In quanto ai numeri, l’INPS dovrebbe facilmente rilevare quanti sono coloro a cui paga l’assegno di solidarietà, o forse ci sono stati accordi diversi tra aziende e lavoratori per cessare il rapporto in attesa della pensione? ma in questo caso si tratterebbe di esodati? Mi sembra quindi che coloro che intervengono nelle vs. trasmissioni trascurino a volte l’obiettività e siano portati a fare dichiarazioni “a prescindere”, suscitando inutili polemiche non supportate da dati certi e documentati (e dai conduttori mai sollecitati). Spero di aver capito bene quanto mi è stato riferito, per me e tutti gli altri nella mia condizione (anche la sig.ra Marisa che ieri era in trasmissione). Saluti

  130. anna il 16 giu 2012 alle 14:18
  131. dottor Frattini le ricordo che già ho accettato di lavorare 5 anni in piu per arrivare alla pensione comunque aggiungo la disponibilità a lavorare di anche 2 ore in più ma certo non per mantenere sprechi esorbitanti e privilegi vergognosi

  132. miuccio antonino il 19 giu 2012 alle 7:56
  133. Seguo con molto interesse la V/S trasmissione tutte le attine;quanto
    affermerò sicuramente non verrà pubblicizzato nè discusso nella V/S
    trasmissione!!!Con un bonus di 3000€ dell’IVA pagata e da documentare,detratto dal reddito lordo ai fini Irpef(perdita dello Stato di 700€ a contribuente,quindi 28MILIRDI ammesso che i contribuenti siano non inferiori a 40 milioni)40milioni di nuovi ausiliari della Guardia di Finanza o dell’Agenzia dell’Entrate 24 0re al giorno contribuirebbero realmente a far rientrare nelle casse del FISCO più di 70 MILIARDI di EURO di evasione fiscale(100-110MLD di evasione annue che dichiarate TV e Giornali meno 30 MLD di IRPEF non incassata per il motivo sopra citato)ENTRATA=70-80
    MILIARDI;si potrebbe provare almeno per un anno !!!!!PERCHE’ostinatamente nessuno di coloro che governano non lo fa’evitando discriminazioni tra i cittadini Italiani e riallineando
    i furbi del fisco!!!In questi ultimi mesi avere uno scontrino fiscale o una fattura spontanea di molti disonesti fiscali è una lotta !!!!!!LO slogan televisivo dell’Agenzia delle Entrate sponsorizzato dal Ministero dell’Economia(forse pagato dagli Italiani onesti)diventerebbe una realtà e non una presa in giro!!!!!

    9

    9

  134. Antonio il 26 giu 2012 alle 11:42
  135. Piuttosto che votare queste facce di lestofanti che si sono mangiati l’Italia e continuano ancora a farsi vedere in tv ,voterò un asino!!!!e se potessi toglierei la tv per non pagare il canone che si aggiunge a tutti gli altri furti perpetrati a danno dei cittadini.

  136. Eufemia Giuliano il 06 nov 2012 alle 10:15
  137. ho seguito la vostra trasmissione sui tagli e sprechi x la sanita e volevo segnalre un paio di casi a me capitati.
    1 tempo fa dovevo sostituire il pakemaker e sono stato chiamato x il ricovero il sabato ( io ho rifiutato x vari motivi che non sto a spiegare) pero ho fatto risparmiare alla regione lazio 2 gg di viaria xkè sono andato in ospedale il martedi e sono stato dimesso il mercoledì

  138. vona angelo il 27 nov 2012 alle 10:17
  139. 2) che ne dite di quei centri che hanno personale con partita iva, che firmano e non lavorano ….. a me è capitato x contatti vona angelo 3335948149

  140. vona angelo il 27 nov 2012 alle 10:26
  141. Vi seguo tutte le mattine ma sento poco per la caciara sempre presente invitate meno persone cosi’capiremo qualcosa anche a casa grazie

  142. denage santo il 11 gen 2013 alle 19:55
  143. Come sempre, durante la campagna elettorale non si focalizzano le questioni fondamentali. Perchè non create un tabellone, sempre visibile a tutti, contenente le seguenti priorità :
    – Lavoro (l’unico che ne ha parlato a livello europeo è il Presidente uscente: necessità di un minimo garantito per i disoccupati/inoccupati). Perchè, poi, non utilizzare il modello Argentina, detassando al 75 % le imprese che danno occupazione. Il nuovo Presidente (una donna) ha portato il PIL a + 7,5 %. Ancora, quante persone lavorerebbero per il risanamento ambientale (strade; reti idriche; argini; nuove tecnologie e ricerca ecc.).
    – Nuovo sistema di tassazione (le tasse dovrebbero pagarle a dovere SOLO coloro che in famiglia superano un reddito di € 150.000,00 annui; gli altri solo in misura bassissima o nulla per alcuni)
    – Famiglia e quoziente familiare: sono cose importanti di cui si parla raramente. Al contrario, dovrebbe essere il punto di partenza
    – La riforma delle Agenzie per il lavoro, utilizzando lo stile anglosassone. Il lavoro c’è, ma le agenzie trascurano i cittadini, nonostante le norme in vigore.

  144. GIORGIO il 18 gen 2013 alle 10:26
  145. All’avvicinarsi delle elezioni trovo molto scorretto che qualcuno utilizzi il suo tempo a dismisura e parli sistematicamente durante gli interventi altrui. Suggerirei di utilizzare un timer per scadenzare gli interventi e lasciare la parola ai singoli.

  146. pietro il 18 gen 2013 alle 18:19
  147. Perchè nessuno parla del nòcciolo della questione, del problema tragico soggiacente a tutto il resto, cioè del disastro dell’ euro, della sudditanza pericolosissima all’ europa, del MES, ovvero della totale perdita della sovranità dello stato e della moneta, cioè della completa perdita della Libertà? Perchè non viene mai citato, per esmpio, il caso dell’ Islanda? C’è forse la paura che troppa gente si svegli? E’ questione di tempo, ma il “risveglio” avverrà inesorabilmente, non è un processo arrestabile.

  148. giulia tamagnini il 08 feb 2013 alle 9:13
  149. nella trasmissione del 21.02.2013 avete parlato di guello che dovete proporre per il futuro ma se non siete capaci di aprire un aereoport gia finito.

  150. Antonino Gugliotta il 21 feb 2013 alle 10:45
  151. invitate i partecioanti alla trasmissione di ridere sui grossi problemi di sovravvivenza di noi cittadini comuni e tartassati

  152. Antonino Gugliotta il 21 feb 2013 alle 10:49
  153. nel commento precedente ho dimenticato di aggiungere non ridere

  154. Antonino Gugliotta il 21 feb 2013 alle 10:51
  155. 28.02.2013 guardo Rai tre (agora’) ad un certo punto spengo il televisore indignato dal comportamento del conduttore,perche’ costui fa parlare soltanto a chi interessa a lui lui.questo signore dovrebbe sapere che dall’altra parte ci sono degli abbonati da vececchia data che vorrebbero capire qualcosa invece lui stronca la discussione perche’l’interlocutore e’ Maria Stella Gelmini (donna)!!! se continua cosi il prossimo anno non paghero’ òiu’ L’abbonamento alla rai.
    Questo signore fa una trasmissione molto seguita e dovrebbe essere molto,molto piu’ inparziale. saluti

  156. mario lanzetti il 28 feb 2013 alle 9:59
  157. seguo con vivo interesse la vs. attualissima trasmissione, ma per favore, ve lo chiedo per favore, non paqrlatevi sopra l’uno con l’altro. Ai conduttori dico: ERvitate di fare le prime donne quando un ospite sta parlan o di cose interessanti, da casa non si capisce un tubo. Grazie

  158. osvaldo aubry il 27 mar 2013 alle 17:36
  159. E’ da molto tempo che voglio porre una Domanda a tutti i politici dei diversi schieramenti:

    Mi piacerebbe conoscere il loro principio fondamentale e della loro formazione politica relativo all’imposizione fiscale.
    Devono chiarire in maniera esplicita se sono per l’imposizione diretta sui redditi o per un imposizione indiretta sui patrimoni e sui consumi.
    Considerando che in Italia c’è una evasione altissima questo sarebbe un primo passo verso una maggiore e equa distribuzione delle imposte. Grazie

  160. Giacomo Letizia il 04 apr 2013 alle 8:03
  161. Le pallottole uccidono il corpo. Le banche uccidono lo spirito.
    La sofferenza,per la morte dello spirito,è lenta e traumatica.
    Venti anni di onorata e lineare vita commerciale e poi, improvvisamente,senza mai chiarire una motivazione,una veloce discesa verso la catastrofe.Nel 1992 abbiamo intrapreso rapporti bancari con il Banco di Napoli e siamo stati accompagnati da una stretta,fattiva,collaborazione da tutti i direttori di agenzia che si sono avvicendati fin alla fine del 2011.
    Alla metà del 2012,nonostante i nostri bilanci fossero risultati migliori degli anni precedenti,il nuovo direttore di agenzia ha incominciato una battaglia alla restrizione dei rapporti,sfociando,verso la fine dell’anno,nella rottura degli stessi.
    Allo scopo di mantenere l’azienda (piccolissima e famigliare) in attività,nonostante i gravi momenti economici,abbiamo proposto numerose soluzioni stragiudiziali transattive,senza ottenere,mai,una risposta scritta.
    Anzi,la nostra azienda è stata posta in sofferenza,pregiudicando,
    irrevocabilmente,il rapporto con altre banche e fornitori.
    Una volta i rapporti erano personali,oggi non c’è persona che possa ascoltare,studiare e decidere la migliore e meno dannosa soluzione ai problemi. Il direttore della agenzia non può,la gerente imprese dell’agenzia non può………ma chi può ?.
    Purtroppo anche la nostra azienda apparterrà al notevole numero di imprese che dopo la lotta di oltre un ventennio dovranno morire dopo aver sopportato la pesante sofferenza dell’uccisione dello spirito.

  162. Luciano Vergona il 03 mag 2013 alle 14:31

Scrivi un commento

Calendario

settembre: 2010
L M M G V S D
    ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930