Rai 3

29 settembre Mi fido di te?

Agorà, Talk

Oggi in Parlamento il premier avrà sorprese dalla sua maggioranza? In occasione della relazione alla Camera del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi,  proveremo a capire se ci sono i numeri per proseguire il lavoro del Governo. Saranno nostri ospiti, la deputata del Pdl Nunzia De Girolamo, il deputato di Fli Luca Barbareschi, il deputato del Pd Paolo Gentiloni, il deputato dell’Adc Francesco Pionati,  il giornalista Antonello Caporale.

Protagonista del faccia a faccia sarà Andrea Tornielli, autore del libro “Attacco a Ratzinger”, per capire, in una analisi della forma e dei contenuti, la comunicazione del Papa.  Insieme all’autore, proveremo a dare una risposta a tutti coloro che pensano che ci sia un complotto nei confronti di Benedetto XVI.

Chi ha paura dei Rom? L’approfondimento di Agorà in questa puntata è dedicato al complesso tema del mondo nomade. Ospiti in studio, l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma Sveva Belviso,  il consigliere comunale di Formigosa (MN) della Lega Nord Luca De Marchi, il poeta rom Antum Blazévić, lo scrittore e autore televisivo Carlo Lucarelli.
La puntata

Tags: , , , , , , , , , , , ,

10 Commenti su Mi fido di te?

  1. Mi piacerebbe sapere perche se,cade questo governo,non ci sia una maggioranza che possa sostituirlo.
    Io penso solo che se invece dei 5 punti,si possa per ora darne solo 1,cioè la riforma sulla legge elettorale che,con la quale finalmente si potrebbe eleggere un parlamento da eletti dai cittadini

  2. nocera christian il 29 set 2010 alle 7:40
  3. Tutti quelli che votano ,dal 1982 ad oggi, sono degli ignoranti in materia di giustizia-sociale-politica ..lo dimostra il fatto che l’astensionismo aumenta sempre più—voterò e voteremo solo quando certi pseudo-politici (berlusconi,bossi,d’alema,etc…) saranno cacciati via

  4. pasqual il 29 set 2010 alle 8:03
  5. Mio marito ha 5a anni domani finisce la cassa integrazione e passa in mobilità , io ho 52 anni e sono a casa da 5 mesi in cerca di lavoro , così saranno tante famigle oggi , ma a nessuno di voi viene in mente che non ci interessa niente che Berlusconi si possa salvare dalle accuse con la manovrina…. non ci interessa niente che il governo venga salvato con la fiducia comprata semplicemente perchè il mercato cadrebbe… non ci interessa niente che fini abbia o non abbia comprato la cucina a montecarlo …
    MA QUANDO PARLERETE TUTTI E DICO TUTTI DI NOI.
    DEL PAESE CHE VI HA VOTATO .
    VI DOVETE VERGOGNARE TUTTI SIETE PAGATI DA NOI E RENDETEVI CONTO CHE NON NE POSSIAMO PIU’ DI VEDERVI LI’ A LITIGARE PER LA POLTRONA SULLE NOSTRE SPALLE.

    Provate a ridurvi tutti voi lo stipendio della metà non dico di diventare disoccupati, e secondo mè le seggiole si libereranno in poco tempo.

    Se questo paese và avanti è grazie agli ITALIANI non grazie a voi.

    Se ci sarà un personaggio che sosterrà la tesi di ridurre i numeri in parlamento e cambiare tutti i vertici vincerà alla grande .

    grazie

  6. elena il 29 set 2010 alle 8:07
  7. Auguroni !!!

  8. Mauro Banchini il 29 set 2010 alle 10:41
  9. Le province…? La/e provincia/e serviva/no – a es. – a pagare lo stipendio a uno stradino che leggeva i fumetti nell’autoveicolo dato in dotazione dall’ente mentre le auto spaccavano le gomme (e non solo) nelle buche della Sp S. Lucia, con le cunette intasate e di cui l’ing. Capo non sapeva nulla. Serve a far si che un invalido sia obbligato a iscriversi delle liste speciali per non essere mai assunto o magari accorgersi dopo anni di non risultare nella lista “protetta”. Serve per mandarti 2 persone a controllare i “fumi” della caldaia (non di tutto il condominio?) e che ti multano per colpa del tecnico che non è mai più venuto a fare il bollino. Nel 2004 è stata istituita la BAT (Barletta, Andria, Trani, ovvero: tra i due litiganti…godono tre), attivata nel 2009 dal ministro per “l’Attuazione del programma di Governo”, Gianfranco Rotondi, che da senatore (mentre dicevano di eliminarle?) nel 2006 ha presentato un DDL per ben otto province: Sulmona, Bassano del Grappa, Marsi, Sibartide-Pollino, Melfi (curata dal vice pres. del Cons, Reg. Franco Mattia di F.I.), Aversa, Venezia Orientale e Avezzano. Sarebbe troppo bello se si “eliminassero”, per poter così dire al mio concittadino (eclissatosi…. 5 anni da assessore alla Regione …) ex pres.della provincia, di non montarsi la testa…avendo amministrato un qualcosa cui si poteva fare a meno. Ora spero per l’Ato rifiuti, visto che il collega dell’Ato servizi insiste che la sua Ato ha più motivi per restare. Un provincialotto che sapeva, già! scritto da Mauro

  10. Mauro il 29 set 2010 alle 13:22
  11. Della Chiesa che mantiene il celibato e ritiene la donna inferiore da non poter essere ordinata sacerdotessa il progressita Hans Kung (compagno di banco di Ratzinger) ha sempre sollevato obiezioni, nei suoi 60 libri; nel 79 ruppe con papa Wojtyla per i dubbi espressi sulla infallibilità del Papa ; salvo poi circa 5 anni fa abbracciare l’ex “collega” Ratzinger da papa…che 5 mesi prima aveva definito la sua elezione “una delusione gigantesca”. Dice Fernando Savater: “Chi ha arte e scienza ha già una religione, ma chi non ha né arte né scienza ha bisogno di una religione”. … “La separazione tra Chiesa e Stato dev’essere netta…soprattutto nell’educazione scolastica…”.Un documento della Santa Sede del 61-62,rispolverato nel 2005, ordinava di escludere dal sacerdozio chiunque avesse inclinazioni perverse verso l’omosessualità e la pederastia. Ma dal 2005 vale solo per i giovani seminaristi e non per i già sacerdoti (un docente cattolico di storia alla St. Louis University lo definì “una forte medicina necessaria per curare una grave malattia”…). Nel contempo autorevoli reverendi e rettori di seminari Usa autori di libri dicono: “…fare il prete in America è una professione gay”; “Era ora di mettere un po’ di ordine”…”Un gay in seminario è come un alcolizzato in un bar”; spiega un docente gay. “La cartina di tornasole dovrebbe essere la castità, non la sessualità innata”…”Alcuni se ne andranno per non vivere in una menzogna…” E il risultato è quello visto e sentito in a Exit su La7…” Se penso al seminario o alla mia diocesi credo che gli omosessuali siano in buona parte”; “Portando il colletto si attira tanto…”; “…la Chiesa copre e insabbia , ma cosi non cresce”; “La Chiesa è ipocrita perché pure in Vaticano ce ne sono tanti”;… Errare humanum est, sed perseverare Diabolicum!

  12. Mauro il 29 set 2010 alle 13:35
  13. Ratisbona e dintorni. Per “f(r)ugare” su dubbi: il porta(a porta, a presto?)-voce Lombardi, da pres.(con il dir. gener.)di Radio Vaticana è stato condannato a 10 giorni di arresto per “getto pericoloso”(“molestie, disturbi e disagi, giuridicamente rilevanti per la propagazione di onde elettromagnetiche….”onde malefiche” per M. Mirabella…redarguito da un mezzo prete al servizio del mandante occultato tra le alte gerarchie curiali…).La dichiarazione di padre Federico rientra a pieno titolo nella logica di quel ” benaltrismo” molto diffuso e perché no dell’indicibile “relativismo etico”: quando gli si rinfaccia l’esenzione dell’Ici e dell’ 8 x 1.000…simile all’ “asso pigliatutto”, dicono di guardare ad altri…ai politici che prendono un sacco di soldi…specie sulle elezioni. Ora, della “pretofilia” il fratello del Papa(che benedice il pupillo di B., Bertolaso, che non sa del gruzzolo di Balducci?)non sapeva da tempo, come l’arcivescovo Law? Come Benedetto(Lui!)XVI poteva non sapere di Williamson?

  14. Mauro il 29 set 2010 alle 13:40
  15. Monnezza non olet (e non fa più notizia). La monnezza, fa schifo e basta, non ha colore politico. Però quella di Napoli ci è entrata in casa per mesi, attraverso telegiornali, inchieste, interviste, talk-show. Mancava solo che ne fossimo ammorbati – tecnologia permettendo – dal suo fetore. Berlusconi sulla rimozione dell’immondizia ci ha costruito il suo inossidabile consenso. La monnezza della Sicilia invece non esiste(va). O era ben occultata. O forse era quella di Napoli (r)accolta da Scapagnini in cambio di qualche centinaio di milioni a saldo del bilancio in rosso del comune di Palermo(situazione meno brutta a fronte della avvenente Di Bello a Taranto, finita male… mentre Bassolini-Iervolino l’hanno scampata più “di bello”). La monnezza di dx non puzza(più)? Per noi, potere delle tv, no. Non per la Corte Ue(10/04/2008): “Roma dovrà pagare le spese per la cattiva gestione dei rifiuti: il decreto 2003 approvato dal governo Berlusconi non ha recepito la direttiva Ue.”

  16. Mauro il 29 set 2010 alle 13:44
  17. Immigrati: dalle l’impronte dei piedi di Boso ai calci in culo di Borghezio. L’effetto dei messaggi omofobici leghisti “scende” (si “sposta”)di longitudine e d’età. Così “la destra” si definisce alfiere della cristianità contro il relativismo salvo poi “dargli al negher” dimenticando la centralità dei valori cristiani quali l’accoglienza e la misericordia. E così la stampa/opinione estera ci vede sempre più xeno-razzisti per i Salvini & C.che alimentano lo “Scontro di civiltà”(di Samuel Huntington?) e religioso, non tollerato dalla Chiesa, per tornaconto. E prendono “piede” misure eccessive per arginare il “degrado” di persone costrette ad arrangiarsi per vivere. Nel 2007, per “gareggiare” con il duro sindaco di Verona, un assessore di Firenze (Csx) se la prese con i lavavetri. Non di meno, il “mio” sindaco di Cdx potè sottrarsi alla direttiva (non Ue?) di governo sui rom (anticipando di 25 mesi Sarkò, un comune che aveva sempre ospitato i nomadi?): «Siamo stati costretti ad intervenire, perché avevamo ricevuto numerose segnalazioni da parte dei cittadini»,… «I fatti di cronaca hanno provocato una fobia tra i cittadini, che ora più di prima tendono ad avere timore della presenza dei nomadi. E quindi abbiamo dovuto fare qualcosa»… «Dopo aver informato i carabinieri siamo andati a trovarli con i vigili urbani. Abbiamo spiegato loro che non avrebbero potuto rimanere a lungo in quel parcheggio. I nomadi hanno capito, e non hanno creato problemi».(?)Per V. INCONTRADA, “La divisione fra Sud e Nord è già razzismo..terrone, da noi non esiste”.

  18. Mauro il 29 set 2010 alle 13:58
  19. Siete molto bravi ma forse c’è bisogno di più ritmo. come dire… dei tempi ante meridiem…

  20. maria grazia il 29 set 2010 alle 19:59

Scrivi un commento

Calendario

settembre: 2010
L M M G V S D
    ott »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930