Rai 3

9 novembre Con l’acqua alla gola

Agorà, Talk

Maggioranza in crisi, cosa fa la Lega? Umberto Bossi riunisce i suoi e sceglie la linea della prudenza per non danneggiare il cammino del federalismo? Ne parliamo con la deputata del Pdl Nunzia De Girolamo, il capogruppo alla Camera di Fli Benedetto Della Vedova, Flavio Tosi sindaco di Verona della Lega Nord, il deputato del Pd Enzo Bianco e il deputato dell’Udc Gianluca Galletti.

Nello spazio di approfondimento ci ocupiamo dell’Italia che frana. In Veneto e in Toscana i danni provocati dal maltempo, a Pompei crolla la domus dei gladiatori. Quali responsabilità? Speculazione edilizia, amministratori locali, l’Italia è un paese a grave rischio idrogeologico per cause naturali o indotte? Ne parleranno con Andrea Vianello il presidente della Commisione ambiente del Senato Antonio D’Alì (Pdl), l’ex presidente della Provincia di Vicenza e deputata della Lega Nord Manuela Dal Lago, il presidente del Consiglio nazionale dei geologi Antonio De Paola e il giornalista Ferruccio Sansa autore del libro “La colata”.
La puntata

Tags: , , , , ,

9 Commenti su Con l’acqua alla gola

  1. buongiorno

    ma qualcuno si decide a parlare di cose concrete invece che di questioni di lana caprina, governo si o governo no? il paese e’ in una situazione drammatica, servono fatti, proposte concrete, interventi reali. nn conta quale governo, conta che possa operare

  2. alberto mazzanti il 09 nov 2010 alle 9:12
  3. ed in questo momento nessun governo potrebbe operare xche qualunque sia la maggioranza o il governo l opposizione fara’ muro solo per una questione politica

  4. alberto mazzanti il 09 nov 2010 alle 9:13
  5. il bene del paese nn interessa a nessuno. parlate di pompei!!?? nn sono sole le rovine di pomepi a crollare, e’ il paese che sta marcendo! sveglia!!

  6. alberto mazzanti il 09 nov 2010 alle 9:14
  7. ma vi rendete conto che state parlando di concentrare tutto sulla nuova legge elettorale?ma quale legge, servono interventi sull economia, ora , adesso!!!

  8. alberto mazzanti il 09 nov 2010 alle 9:15
  9. Dal nostro indirizzo e-mail:

    Premetto che sono molto vicina ai cittadini colpiti dall’alluvioni di questi
    giorni, essendomi io stessa trovata nelle loro condizioni nel novembre del
    2002, ho gia inviato il mio messaggino anche se con un pò di rancore per tutta
    la cattiveria e la discriminazione che il popolo leghista di quei territori
    continua a predicare contro altre regioni italiane che si sono trovate in
    difficoltà .
    il popolo della lega dovrebbe mettersi in discussioni visto che i
    provvedimenti, i tagli alla spesa pubblica, la gestione clientelare, e le
    azioni di campagna elettorale continua che anche loro che ci governano
    propongono , firmano, e gestiscono a vari livelli.
    Nel 2002 ho goduto delle donazioni di solidarità a sostegno degli alluvionati
    di Lodi Lombardia, ma oggi vivo ancora nel terrore perchè l’Adda continua a
    crescere e gli interventi che hanno incominciato ad attuare per prevenire i
    disastri di un alluvioni sono insuffucenti.
    La zona dove io abito (per quello che io posso capire da ignorante in materia
    di prevenzione) è stata scelta come zona da allagare per proteggerne altre, ma
    non hanno deciso nulla per il risarcimento di eventuali danni a cui gli
    abitanti della zono vanno incotro.
    Vorrei ricordare che la regione Lombardia in quella occasione escluse il
    lodigiano dagli stanziamenti per calamità e solo dopo varie manifestazioni di
    proteste popolari a distanza di quasi due anni nel 2004 stanziò dei
    finanziamenti a sostregno dei cittadini, aiuti di cui solo pochi privileggati
    hanno goduto perchè grazie alle loro condizione economiche hanno fattto
    intervnti e perizie che costano quindi i comuni mortali che si vedono distrutto
    quanto hanno, che fanno fatica a pagare il mutuo, che hanno stipendi che
    consentono appena di vivere con dignità si sono arrangiati a fere interventi di
    ripristino elle proprie abitazioni come meglio hanno potuto e non sempre
    dimostrabili con fatture, non hanno goduto di nessunno risarcimento anche se
    confinanti can altri alluvionati che hanno benificiato di rimborsi fino EURO
    120.000,00
    Altra cosa che mi ha colpito ancora negativamente e che i disastri ambientali
    sono sempre più frequenti e disastrosi e mettono a dura prova le popolazioni ma
    la solerzia di chi si attiva per la raccolta di fondi di solidarietà popolare
    non è solerte per allo stesso modo per tutti i paesi e regione italiane vedi
    Bivona (VV),c ampania, Liguria , Toscana ecc.
    Scusate per lo sfogo ma io credo nella solidarietà ma possibilmente non in
    quella che discrimina chi è più VIRTUOSO…. e chi invece vive nella
    discriminazione continua senza mai veramente pensare che se c’è un nord ricco è
    anche grazie alle menti e alle forze fornite da un sud povero.
    Vi ringrazio se non cestinate il messaggio prima di leggerlo, naturalmente
    complimenti per la trasmissione e per il lavoro che fate.
    Concetta Baldo

  10. Agorà il 09 nov 2010 alle 10:46
  11. Ancora dal nostro indirizzo e-mail:
    Vi invitiamo a visitare il nostro sito http://www.parcosantanna.org dove troverete 3 anni di lavoro da questa associazione contro la cementificazione selvaggia del territorio del nostro Comune. La verità è che le leggi ci sono anche e, se pur migliorabili, sono anche valide, ma le stesse non vengono assolutamente rispettate e nessuno si preoccupa minimamente di farle rispettare e di fare le opportune verifiche. Il nodo sono le “responsabilità” che non emergono mai poiché l’urbanistica è una sorta di gel che amalgama e consonde ogni cosa. Non esiste speculazione di destra o di sinistra ma solo la speculazione che è assolutamente trasversale.
    Grazie per l’attenzione e buon lavoro-

    p.Associazione Parco di Sant’Anna
    Il Presidente
    Umberto Capocchi

  12. Agorà il 09 nov 2010 alle 10:49
  13. …e-mail:
    Buongiorno. scrivo da Agordo, nelle Dolomiti , località che Ferruccio Sansa e suo padre Adriano conoscono bene.
    vorrei suggerire, in particolare alla signora Da Lago, di leggere l’ articolo Mappe di Ilvo Diamanti del 4 novembre scorso e, inoltre, le riflessioni del professor Dal Paos ,ordinario dell’ università di Padova riguardo al dissesto idrogeologico e allo scempio edilizio di questa mia stupenda Regione che è il Veneto. Cordialmente, con stima, Carmen Chissalè ( ANNI 59 insegnante )

  14. Agorà il 09 nov 2010 alle 10:50
  15. Dall’indirizzo e-mail:
    Vi segnalo una nuova e pericolosa cementificazione a Trissino (Vicenza). Lottizzazione Koris sui terreni di Marzotto solo capannoni che nascondono alla vista il colle retrostante e sorgono a pochi metri da uno stabilimento (MITENI) che deve sottostare alla legge SEVESO!!!!!!
    Confermo quanto affermato dal dott. Sansa perche’ io sono veneto ed ho visto, praticamente giorno dopo giorno, come questa regione sia stata distrutta.
    Qui non esiste il rispetto per l’ambiente e le esondazioni sono avvenute anche negli anni 1999, 2001 ed ora nel 2010.
    Vi comunico che si stanno per avviare I lavori per la Pedemontana veneta una “superstrada a pedaggio” contraddizione in termini perche’ se e’ superstrada non si paga pedaggio!
    La destra il territorio se l’e’ divorato.
    Link: http://www.nopedemontana.135.it

    In questo sito potrete leggere tutte le nefandezze compiute per favorirne la costruzione. Saremo allagati sempre piu’.
    Cordiali saluti.
    Prof. dott. Lionello Gobbo

  16. Agorà il 09 nov 2010 alle 10:57
  17. perche’ devo dare la diaria ai ministri? non possono trasferirsi come fanno tutti i cittadini quando trovano un lavoro? la politica sta a roma e quando decidono di buttarsi in politica e vengono eletti devono trasferirsi e lasciare tutte le altre occupazioni, come fa un cittadino qualunque.Cosi’ possono andare a tutte le votazioni e dedicarsi completamente al popolo come dovrebbe essere. quindi lasciare le occupazioni ad un altra persona.

  18. milena manzo il 19 nov 2010 alle 8:54

Scrivi un commento

Calendario

novembre: 2010
L M M G V S D
« ott   dic »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930