Rai 3

3 dicembre Il sonno della politica

Agorà, Talk

La Camera chiude i battenti in attesa della fiducia del 14 dicembre e intanto sono in corso grandi manovre di terzo polo. Questi i temi al centro di “Agorà”, con il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il presidente del Comitato centrale della Fiom Giorgio Cremaschi, il presidente dell’Ance Paolo Buzzetti, il giornalista de “il Tempo” Fabrizio Dell’Orefice, il deputato del Pd Francesco Boccia, il deputato dell’Udc Gianluca Galletti.

Nel Faccia a faccia vi proponiamo un’intervista con il criminologo Massimo Picozzi, che presentera’ il suo ultimo libro “Cosa nostra. Storia della mafia per immagini”.

Nella seconda parte del programma, lo spazio dell’approfondimento sarà dedicato al tema dell’acqua. Dopo la scoperta di tracce di arsenico in 128 comuni italiani, siamo certi che l’acqua del rubinetto sia sicura? Ne discuteranno con Andrea Vianello l’economista Antonio Massarutto, il direttore del quotidiano “Terra” Luca Bonaccorsi, il segretario del forum italiano “Movimenti per l’acqua” Paolo Carsetti, il dirigente dell’Istituto Superiore di Sanita’ Massimo Ottaviani.
La puntata

Tags: , , , ,

4 Commenti su Il sonno della politica

  1. caro on boccia ma se e’ incompatibile vendola , perche’ vi volete alleare con rutelli con il suo 0,5 che era uno dei cofondatori. niente governi tecnici caro boccia , non potete prendere i voti di sinistra , per fare con uno governo tecnico riforme di destra, tipo innalzare l’eta’ pensionbile. perche’ cosi ‘ e’ chiaro alla prima votazione utile berlusconi prende il 90 per cento .

  2. fabrizio il 03 dic 2010 alle 8:49
  3. caro guzzetti ma perche’ non dite che ce tanto invenduto in campo immobiliare, che potrebbe scoppiare anche in italia una bolla immobiliare

  4. fabrizio il 03 dic 2010 alle 8:52
  5. La crisi dell’edilizia è anch’essa figlia del precariato. Se la generazione prima della mia è precaria e la mia ha un futuro vuoto e instabile, con quali soldi ci si paga una casa o una ristrutturazione?Con quali soldi si mette su una famiglia? Precariato frutto della globalizzazione e del Libro bianco che ha iniziato l’era delle nuove forme di schiavismo. Siamo prima di tutto uomini non oggetti da spremere. Tante promesse alle parti sociali che sono state via via private della loro parte attiva nella politica del paese. Si chiama dialogo sociale, introdotto con il Patto per l’Italia del 2002, ma che di dialogo sociale non ha nulla. Se fosse stato dialogo la voce chi sosteneva che il precariato e l’assenza di investimenti (invocato da anni) era un suicidio per le generazioni future sarebbe sto ascoltato. Io mi ricordo quando ero alle medie la nostra professoressa seriamente scossa che temeva per il nostro futuro.

  6. Silvia il 03 dic 2010 alle 9:13
  7. Sono proprio stanca di tutti questi omini piccini piccini della politica,quello che mi trasmettono è come se noi fossimo dei fantasmi nessuno ci ascolta, esistono solo loro, per la lotta di potere individuale,e sputare aria da quelle bocche superpagate;
    E gli viene dato anche il vitalizio,ma perchè questi soldi? ci sono degli invalidi nelle loro famiglie? è mostruoso e vergognoso,ma noi li votiamo per trovare soluzioni per i cittadini, e non per fare baruffe in TV è! (adesso ci manca anche il trio lescano e siamo apposto), non se nè puo piu tutti questi nuovi partiti, nuovi loghi, ma che caos stanno creando devo proprio concludere che non tengono proprio nulla da fare, mentre i cittadini(non tutti)sono nella melma.

    Cordiali saluti

    P.S
    ogni tanto noi fantasmini ci si sfoga cosi.

    I politici,sono troppi sono troppi sono troppi (pochi politici ma buoni,e ci starebbe bene una legge; Qualsiasi persona che entri a far politica deve denunciare tutti i tipi di beni che possiede, di proprieta immobiliari e soldi e altro, e creare una commissione incorruttibile con nessuna appartenenza politica, che ogni anno una controllatina (tipo raid) per verificare il patrimonio se è lievitato onestamente o altro.

    E QUANDO SI SBAGLIA, A CASA, A CASA,(E INVECE SONO TUTTI TUTTI TUTTI ANCORA LI, NON IN PRIMA FILA MA TUTTI LI.

  8. enrica il 05 dic 2010 alle 15:39

Scrivi un commento

Calendario

dicembre: 2010
L M M G V S D
« nov   gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031