Rai 3

18 febbraio Le vite degli altri

Agorà, Talk

Le vite degli altri è solo un titolo di un film? Oppure ci sono anche quelle degli italiani dimenticati? Nel paese del bunga bunga e nel pantano della politica che fine hanno fatto i problemi veri degli italiani? Usciremo dalla paralisi a cui sembra condannata l’Italia? Ne discutono con Andrea Vianello, Alessandra Mussolini, deputata del Pdl, Paola Concia deputata del Pd, Stefano Zecchi professore ordinario di Estetica all’Università di Milano, l’attore e regista Mimmo Calopresti e il conduttore televisivo Andrea Pezzi.
La puntata

Tags: , ,

4 Commenti su Le vite degli altri

  1. A proposito del Ministro La Russa, io non trovo disdicevole un diverbio con un giornalista, che può anche sfociare in un calcetto, ma poi si deve avere il CORAGGIO, l’ORGOGLIO, l’ONORE e la COERENZA di sostenere le proprie idee e di giustificare i propri comportamenti, sempre che se ne sia capaci, negare l’accaduto e addirittura mistificare la situazione è assolutamente da VILI E SENZA PALLE, soprattutto se si è un Ministro della Repubblica, ancora di più se ci si vanta di essere di destra e difendere determinati valori… una volta dicevamo “meglio un giorno da leoni che cento da pecora” ora ci troviamo con un gregge di pecore (con anche la Mussolini che sto seguendo con disgusto) che pur di stare qualche giorno in più in quella stalla che hanno fatto diventare il parlamento, calpestano quotidianamente gli ideali in cui fanno finta di credere.

  2. Gianni il 18 feb 2011 alle 8:42
  3. non capisco, la mussolini non era contro e non si batteva con coraggio contro la prostituzione?

  4. gigi il 18 feb 2011 alle 8:51
  5. in studio si dice che i giovani non dovrebbero assumersi la responsabilità del “mondo” e che dovrebbero pensare solo alle loro. Ma se i grandi non lo fanno allora chi lo fa??

  6. FABIO il 18 feb 2011 alle 8:54
  7. Chi sa dove andranno a finire le vite degli altri, mentre facciamo allegramente i talk-show. Il Capo di questo Governo continua a difendersi dai processi,utilizzando il potere che gli deriva dalla sua carica, riproponendo reiteratamente norme ad personam, senza che ci sia alcuna vera protesta su questa azione di incredibile abuso di potere pro-domo sua. Intanto i furbi corrono da quella parte, prevedendo che ci sarà a breve una specie di GOVERNO DI COLONNELLI POLITICI. L’Europa comincia ad allarmarsi di questo corpo estraneo che si sta inserendo nella sua Comunità. Dobbiamo preoccuparci o come il Presidente della Repubblica essere speranzosi che ciò non accada. E’ bene che la Magistratura ceda e si prostri innanzi al Capo del Potere Esecutivo Italiano?

  8. Nicolag il 18 feb 2011 alle 9:48

Scrivi un commento

Calendario

febbraio: 2011
L M M G V S D
« gen   mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28