Rai 3

30 marzo Giustizia a tutti i costi

Agorà, Talk

Berlusconi torna ad attaccare i magistrati e alla procura di Milano imputa di sprecare i soldi dei contribuenti per sostenere delle accuse ridicole nei suoi confronti. E mentre la maggioranza spinge l’acceleratore sul processo breve, arriva lo stop del Presidente della Repubblica sulla responsabilità dei giudici e la richiesta di correttivi al decreto. Quanto peserà la moral suasion del Colle tra le forze che guidano la maggioranza? Ospiti della puntata: Gianfranco Rotondi, ministro per l’Attuazione del programma, Maurizio Paniz capogruppo Pdl nella Giunta per le Autorizzazioni a procedere alla Camera, Andrea Orlando deputato Pd, Felice Belisario, presidente senatori Idv, i giornalisti Filippo Rossi e Gianluigi Nuzzi.

Nella seconde parte del programma si parlerà di conciliazione obbligatoria. Prima di intraprendere un processo civile, le parti adesso dovranno obbligatoriamente rivolgersi a un mediatore. Tra luci e ombre, la giustizia diventa “privata”? Ne parliamo con Lanfranco Tenaglia, deputato Pd, Claudio Siciliotti, presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, Maurizio De Tilla, presidente dell’Organismo unitario avvocatura.

Tags: , , , ,

5 Commenti su Giustizia a tutti i costi

  1. Emendamento n°1707,presentato da QUAGLIARIELLO,GASPARRI,BERSELLI(Tutti Pdl),CENTARO,BRICOLO,MEZZATORTA E DIVINA(tutti Lega)e inserito nella legge sulle intercettazioni:”NIENTE OBBLIGO DI ARRESTO PER CHI VIENE SORPRESO A COMPIERE VIOLENZE SESSUALI DI LIEVE ENTITà VERSO I MINORI”. Ho voluto denunciare questa cosa in quanto è un’indecenza e una vergona che noi non possiamo accettare, e perchè spero che possiate far venire a conoscienza tutti gli italiani di questo schifo. grazie e complimenti per il programma.

  2. ILARIA il 30 mar 2011 alle 6:52
  3. Ma mentre si accavallano tutte queste urgenze sulla giustizia e sulla responsabilità dei magistrati, che fine ha fatto il ddl anticorruzione varato di gran carriera dal governo nel lontano 1° marzo 2010?
    Bisogna imparare ad unire i puntini come nel gioco della settimana enigmistica, così si ha una visione un po’ più ampia della realtà.

  4. Gianni il 30 mar 2011 alle 8:06
  5. BOSSI PADRE DELLA PATRIA AIUTO!!!!!DOVE E’GARIBALDI,MAZZINI E CAVOUR
    I NS. MINISTRI CHE PARLANO IN DIALETTO,VOLGARMENTE E RAZZISTI POVERA ITALIA LA PATRIA DELLA CULTURA OCCIDENTALE

  6. gina il 30 mar 2011 alle 8:19
  7. I berlusconiani in piazza sono diminuiti. Si muovono mossi da un sms non ignorabile. I berlusconiani governativi si espongono sempre meno. Sono rimasti quelli che possono vivere di sola luce berlusconiana o sono abili e consumati mercenari della politica,che amano lasciare il campo solo quando la mercede diventa insignificante o svanisce. Anche i giornalisti di attacco,costruttori a comando di dossier, fiutano la prossima inevitabile fine e iniziano diplomaticamente a defilarsi. L’Opposizione sonnecchia. Il Presidente Napolitano continua nella sua tradizionale prudenza. Il PDL berlusconiano finirà per implodere. I suoi resti decenti si uniranno al sempre più visibile Centro. Se la Sinistra continuerà nella sua irresponsabilità individualistica, il nuovo Centro destra potrà avere successo con un Casini Premier e Fini ancora benemerito Presidente della Camera. Alcuni ex berlusconiani verranno perdonati,ma ridimensionati. La Lega diventerà meno credibile,ma manterrà una sua più moderata influenza. Il Premier dove andrà o dove finirà ?. E’ difficile dirlo. Gli astensionisti continueranno ad aumentare? E’ difficile dirlo. La Giustizia verrà riformata dai post B.? . E’ difficile dirlo. La corruzione politica diminuirà? Un po’ Si. Ci saranno riforme costituzionali? Qualcuna Si. Le Potenti Organizzazioni malavitose continueranno ad avere influenza? Certamente Si , ma in maniera meno cruenta e più evoluta. La forbice ricchi – poveri aumenterà ? No, si restringerà, ma di poco.

  8. Nicolag il 30 mar 2011 alle 8:38
  9. La mediazione all’italiana lascia perplessi. Correttivi sono necessari,ma non possono essere credibili quelli ideati da questo Governo.

  10. Nicolag il 30 mar 2011 alle 8:42

Scrivi un commento

Calendario

marzo: 2011
L M M G V S D
« feb   apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031