Rai 3

24 maggio Lo sballottaggio

Agorà, Talk

Aumentano le tensioni in vista dei prossimi ballottaggi per le amministrative, si acuisce lo scontro tra Pdl e Lega per lo spostamento dei ministeri al Nord, mentre Milano e Napoli diventano sempre di più le cartine di Tornasole sulle divisioni interne alla maggioranza. Ospiti: Antonio Leone (Pdl), vicepresidente della Camera, Giovanna Melandri, deputata del Pd, Igor Iezzi, segretario della Lega Nord a Milano, Franco Giordano, esponente di Sel, il filosofo Massimo Cacciari e il giornalista Fabrizio Rondolino.

Nella seconda parte del programma, dopo l’ultimo e clamoroso scandalo sessuale che vede coinvolto Dominique Strauss-Kahn, si parlerà del rapporto tra sesso e potere. Un connubio senza tempo? Ma è il potere che apre le porte al sesso o è con il sesso che si può conquistare il potere? Ne discuteranno con Andrea Vianello, i giornalisti: Lucia Annunziata, Vittorio Feltri, Massimo Teodori.

Tags: , , ,

7 Commenti su Lo sballottaggio

  1. Menomale che dopo tanti veleni, ammesso l’errore nella campagna elettorale, ora si può parlare dei veri problemmi delle città, quei problemi che toccano direttamente tutti i cittadini.
    La mancanza di Ministeri a Milano è ormai diventata insostenibile, tutti ne hanno sentore. Come si può anche solo pensare di tenere Milano al passo con le grandi città europee e del mondo senza ministeri?
    Potenzialmente siamo superiori, noi non abbiamo mica tutti i gay che ci sono a New York, Londra, Parigi, città che in futuro avranno senz’altro problemi a causa di questa malattia… e quegli islamici pericolosi? Li vorremo mica far pregare in una moschea come nelle altre grandi città? Noi cristiani ci siamo fatti le ossa e devono farsele anche loro, che preghino di nascosto come facevamo noi ai tempi di Nerone, anzi perseguitiamoli e diamogli la possibilità di avere i loro martiri.
    E diciamo basta alla droga!!! A parte la cocaina che rende più produttivi, svegli e pronti ad affrontare qualsiasi avversità. Bisognerebbe infatti fare dei distinguo e capire che quando si trovano 12 Kg. di cocaina sulla macchina di Nicole Minetti di certo non sono diretti a pericolosi centri sociali, ma bensì a persone che ne fanno un uso oculato e senz’altro negli interessi del bene comune e dell’economia locale.

  2. Gianni il 24 mag 2011 alle 7:30
  3. Al Signor Giordano è bene ricordare, che insieme al PdL – come Lui riferisce – anche il SEL non incanta più nessuno.
    Si guardi cosa combina in Puglia con il leader Nicky Vendola: ospedali chiusi e scandalo delle energie rinnovabili.
    Un Vittorio Sgarbi, non si alza dalla sera alla mattina per attaccare Vendola e la Sua giunta senza che avesse cognizione di fatto della situazione.
    Vittorio Sgarbi ha parlato tramite le indagini e gli arresti dei procuratori distrettuali antimafia pugliesi; ha parlato tramite i programmi di approfondimento giornalistico in onda sulle tv locali; ha parlato tramite le testate giornalistiche che pubblicano ogni giorno nuovi sviluppi/scandali sulle società o sulle pseudo autorizzazioni concesse per la costruzione di queste immense e orrende sistese di campi fotovoltaici.
    Senza tralasciare lo sfruttamento degli immigrati per la costruzione.
    Sono notizie di pubblico dominio e pubblico scandalo e rammarico in Puglia, perchè non parlarne?
    La Puglia ringrazia Nicky Vendola, il SEL ed il PD per il Suo paesaggio oramai deturpato.
    La giunta Vendola sta chiudendo ospedali dove ogni giorno associazioni, sindaci che minacciano le dimissioni (anche degli stessi partiti) e personale medico e paramedico, scrivono ai giornali, tentano le vie legali o manifestano per questa pseudo intervento sanatorio della sanità pugliese.
    Volete questo per Milano?
    Perchè non chiedete chiarimenti al Signor Giordano in trasmissione?
    O per lo meno, abbiate cura di dibattere a 360° del Paese, perchè la sola Milano, non è la Repubblica Italiana in toto.

  4. Francesco il 24 mag 2011 alle 7:32
  5. ……i filo morattiani parlano di lavoro agli immigrati a milano ma non dicono che c e una legge nel conume di milano risalente al 1931 che dice che bisogna essere un cittadino italiano o europeo per vincere un concorso all atm……http://www.02blog.it/post/5477/atm-mohamed-hailoua-vince-il-ricorso-contro-il-regio-decreto-del-1931

  6. angelo grillo il 24 mag 2011 alle 7:39
  7. Brava GIOVANNA MELANDRI, il PD deve essere aperto e non oligarchico. Dopo che la base sceglie, tutte le divisioni devono cessare. E’ questa la semplice regola per vincere e governare in modo decente. Basta con i DUX di destra o di sinistra o ahimè leghisti (e quindi molto provinciali) : ciò è da terzo mondo, quel terzo mondo che già si sta svegliando e sta dando qualche lezioncina alla civile, ma ancora poco democratica e forse ancora un po’ colonialista Europa. Non si emarginino le nuove valide voci della base. La Serracchiani va anche bene che sia diventata Parlamentare Europea, ma va anche coinvolta in maniera significativa nei dibattiti interni per far sì che la Base possa avere – se vuole e se li ritiene credibili e di sé rappresentativi – dei nuovi punti di riferimento. Si dia DIGNITA’ DEMOCRATICA al Partito Democratico: è questo il futuro di un Paese Civile. La Chiesa non va ignorata né scimmiottata, ma aiutata a fare con coerenza Cristiana la sua parte, evidenziando cautamente i fermenti che ci sono nella stessa Chiesa e che hanno il diritto di essere presi in considerazione con metodo democratico ( Hans Kung teologo svizzero cattolico invitato da Giovanni XXIII al Concilio Vaticano II, censurato e sanzionato da Giovanni Paolo II, ricevuto dal suo collega teologo Benedetto XVI all’inizio del suo Pontificato, parla nella sua lettera aperta ai vescovi pubblicata da Repubblica nell’aprile 2010 della necessità di più frequenti Concili o simil vaste o sufficientemente rappresentative Assemblee, di cui l’attuale Chiesa ha irragionevolmente,interessato timore).
    Cara Melandri cerchiamo – anche se questo possa risultare molto ambizioso, ma tanto necessario – di incoraggiare che la Democrazia si sviluppi cristianamente anche nella Chiesa ( Paolo di Tarso polemizzò vivacemente e a ragione con l’Apostolo Pietro per far sì che il Cristianesimo non rimanesse esclusivamente nell’ambito della ristretta cerchia dei Giudei; se si aiuta la Chiesa a s-dogmatizzarsi e a democratizzarsi (L’Oligarchia Vaticana fa paura: Habemus Papam ne dà elegantemente e benevolmente una chiara immagine) la si renderebbe ancora più universale, dando concretezza ad un anelito sempre dichiarato,ma molto poco praticato all’Ecumenismo).
    Un pugliese che segue con interesse PD – SEL – IDV e perchè nò anche il protestatario-accentuato 5 stelle.

  8. Nicolag il 24 mag 2011 alle 9:07
  9. Lucia Annunziata apprezzata da Feltri. Feltri pare che stia finalmente rinsavendo e imboccando la strada giusta per un giornalista del suo valore. Si è sottratto al Berlusconismo deteriore, illusionista e perciò vuoto; ha censurato una Moratti, che solo un ardito e bravo fino a un certo punto Piazzista come Berlusconi poteva cercare di imporre ai Milanesi per dimostrare la sua bravura a saper vendere anche il non vendibile. Ora ci sta provando anche lo “scaduto o in scadenza” Leader-dux Bossi. Riguardo alla incredibile vicenda di Strauss Kahn ha ragione Feltri ed ha ragione Annunziata, specie laddove pone in evidenza che la procedura giudiziaria americana è altrettanto veloce quanto l’accusa per accertare la verità (giudiziale). Ha anche ragione laddove mette in evidenza l’arroganza multiforme del POTERE. Il Potere, forza attrattiva egoistica dell’uomo (sino ad indurlo ad identificarsi,frequentemente nel passato in ambito civile e religioso, ed ora solo,forse un po’ meno che nel passato,in ambito religioso, con la Divinità) che a buon diritto dovrebbe essere inserito dalla stessa CHIESA CATTOLICA ( ma non lo farà perché condannerebbe se stessa ) fra i famosi VIZI CAPITALI. La Superbia non dice chiaramente tutto. Se Feltri può aver ragione nell’ipotizzare che ci sia stato almeno all’inizio un rapporto consenziente, dovrebbe poi considerare l’immaginabile seguito di una presumibile irruenza e arroganza dell’uomo di potere, contrapposta ad un alto senso del rispetto di sé della donna americana,con cui c’è poco da scherzare perché saldamente inserito nel suo DNA . Questa potrebbe essere la semplice umana verità di questa strana assurda, forse un po’ animalesca,vicenda.

  10. Nicolag il 24 mag 2011 alle 9:59
  11. Per favore potete informare Melandri e Rizzo che i referendum non “sono stati disinnescati” e che la popolazione italiana il 12 e il 13 Giugno sarà chiamata a votare i 4 quesiti referendari che chiedono l’abrogazione delle leggi sulla costruzioni delle centrali nucleari, privatizzazione del servizio idrico e legittimo impedimento ?

  12. salvo il 24 mag 2011 alle 10:35
  13. Francesco (commento n.2), che pone in gran risalto Sgarbi (noto personaggio e bravo critico d’arte e non altro .. che si lancia sgarbatamente contro chiunque non prenda in considerazione i suoi desiderata), ha sicuramente ben ragione di lamentarsi di Vendola, che non è ancora riuscito a dare concretamente un’adeguata coerenza al suo splendido modo di programmare e declamare il mondo ideale. Dovrebbe però ammettere che qualche passo avanti è stato fatto in confronto al passato Governo dell’ex democristiano ed ora, ahimè, ancora impecorito Pidiellino Fitto. E poi Pisapia sarà pure cresciuto in una certa cultura vendoliana, che non è delle peggiori (un lettera di Vendola a Don Tonino Bello è stata addirittura inserita nelle meditazioni quaresimali 2011 dei sacerdoti), ma non è,come dire, un Sub-Filo-Vendoliano. E’ una persona (Milanese doc) che pensa con la sua “grande testa” e questo è un grande pregio. Caro Francesco, solo se sei un pugliese le tue critiche a Vendola possono essere accettate, purché con spirito costruttivo (tutto è migliorabile e speriamo bene che Vendola lo capisca, a cominciare da una troppo generalizzata applicazione dell’addizionale IRPEF peraltro destinata non al maggior sviluppo produttivo della Puglia, ma a copertura del PASSATO e anche forse purtroppo ancora presente MALGOVERNO) , ma lascia stare il “solo bravo critico d’arte” (questo sì) Vittorio Sgarbi. Un Pugliese.

  14. Nicolag il 24 mag 2011 alle 13:17

Scrivi un commento

Calendario

maggio: 2011
L M M G V S D
« apr   giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031