Rai 3

25 maggio La moschea al naso

Agorà, Talk

E’ su Milano che si concentrano le lotte intestine nel Pdl, la posta in gioco è alta anche per la Lega, mentre i candidati si scambiano accuse dai toni forti toni a pochissimi giorni dal ballottaggio. Cosa rischia la maggioranza all’ombra della Madunina? Ne parleranno, il ministro per gli Affari regionali Raffaele Fitto, Livia Turco, deputata del Pd, Luciano Dussin, deputato Lega Nord, Carmelo Briguglio, deputato Fli, Nando Dalla Chiesa, docente di sociologia all’Università di Milano, Luigi Amicone, direttore del settimanale Tempi.

Nella seconda parte del programma si parlerà della protesta degli operai della Fincantieri, a rischio di chiusura, della delocalizzazione delle imprese italiane all’estero e delle forti proteste messe in atto dagli operai di moltissime fabbriche che così rischiano sempre di più il loro posto di lavoro. Ne parliamo con Santo Versace, deputato del Pdl, Paola De Micheli, deputata del Pd, i giornalisti Pierluigi Magnaschi e Giorgio Meletti.

Tags: , , ,

11 Commenti su La moschea al naso

  1. Cosa rischia la maggioranza all’ombra della Madunina?
    E’ molto semplice, il Popolo della Libertà di corrompere e falsificare bilanci rischia di perdere ingenti “guadagni” in una città ricca come Milano, e perdono l’occasione magna magna della vita come l’Expo… è per questo che dicono che l’esponente di sinistra non è adatto all’expo, non sia mai che in un piatto così ricco non ci si possano tuffare come già pregustavano.
    Ma secondo me la cosa davvero importante è che B. sa già di perdere, infatti sta già preparando il terreno al dopo sconfitta… si evince dagli articoli dei giornali di famiglia che lui ci ha messo la faccia, ma la colpa della sconfitta sarà addossata ad altri, non importa che si chiamino Moratti o Formigoni, l’importante è che lui, che tanto tiene alla pulizia, possa lavarsene le mani.
    Il suo problema è che sta per finire le persone a cui dar la colpa, nel corso della sua vita si è già bruciato un gran numero di amici e fidati collaboratori, fin’anche al fratello, che hanno sempre corrotto, falsificato e mentito senza che lui, unto dal signore, ne avesse mai avuto sentore… mi chiedevo come mai non abbia mai rinnegato Dell’Utri, gli deve così tanto?

  2. Gianni il 25 mag 2011 alle 6:57
  3. prima le case e il lavoro ai milanesi e agi italiani ….noi siamo poveri e gli extracomunitari agiati…integrateci

  4. in ogni programma elettorale come primo impegno ci dovrebbe essere scritto dare alloggio e lavoro a tutti i milanesi e gli italiani ...... il 25 mag 2011 alle 7:22
  5. Buona giornata a tutti

    a proposito di Moschea, lo sanno i suoi ospiti berlusconiani cha a Roma sono anni che c’è la Moschea e stà nientepopodimeno al quartiere più IN della città. Le motivazioni dei berlusconiani sono appigli fragili, lo sanno che hanno superato ogni limite, non gli basta, si aggrappano come sempre alle briciole con le quali non debbono più riuscire a relizzare un panino. Buon Lavoro e qualche volta fate venire noi cittadini a controbattere, altrimenti diventa sempre un dibattito partitico, grazie
    Paolucci maria Giovanna

  6. Maria Giovanna Paolucci il 25 mag 2011 alle 8:02
  7. vorrei dire a DUSSIN che forse il calo delle vocazioni sia dovuto anche a fatti come la pedofilia che negli usa e’ stato uno scamdalo enorme e che ora sta “scoppiando” anche in europa.

    inoltre non mi risulta che la religione cattolica sia paritaria con le donne, infatti non ci sono ne’ vescovi, ne’ cardinali donna, ma solo suore che di fatto sono delle “serve” al servizio dei preti maschi

  8. marco il 25 mag 2011 alle 8:03
  9. Il Ministro Fitto sta sicuramente pensando al dopo Berlusconi e fa bene perché il centro destra avrà bisogno di politici esperti che ritornino a governare almeno con un po’ di decenza e dignità. Basta quindi alla ciarlanateria e all’arte piazzista berlusconiana a cui ormai non crede più nessuno. I Milanesi sempre all’avanguardia in Italia lo hanno già capito e sicuramente voteranno Pisapia, che si presta più di ogni altro ad un attento monitoraggio ed ascolto delle vere istanze di chi lavora e di chi produce con serietà e capacità. Uno stop perciò all’affarismo più scandaloso e magari colluso con le Organizzazioni malavitose.
    Le argomentazioni pretestuose e ridicole non faranno certo presa su molti. La squadra Berlusconi-Bossi sta diventando ridicola. Anche i leghisti che badano al concreto e non alle chiacchiere se ne stanno accorgendo.
    Per la Moschea, già programmata dall’amministrazione Moratti e dall’intelligente operoso Maroni, è uno spauracchio a cui non crede neanche la Chiesa Cattolica e che sicuramente metterà ordine ad una situazione indecente di indurre la gente a pregare il suo Dio, che poi è sempre lo stesso e unico Dio,per le strade intralciando le attività quotidiane.
    Peccato che la pur brava Livia Turco non ha ancora capito che il PD deve distinguersi anche nei dibattiti, specie quando le buone ragioni diventa chiaro da che parte stanno. Il buon saggio Bersani sta dando il buon esempio e credo che alla fine verrà premiato. Si dia più spazio alla brava, giovane, apprezzatissima dalla Base, Debora Serracchiani. Si dia una bella frenata alla tendenza oligarchica che c’è anche nel PD e naturalmente anche ai rottamatori sfasciacarrozze che incalluzziti accettano anche gli inviti ad Arcore.

  10. Nicolag il 25 mag 2011 alle 8:18
  11. Hanno ragione i lavoratori, hanno ragione le imprese. Come fare ? Ma la politica a che serve? Chi governa da tanti anni forse non lo sa. Perdono la testa e pensano di chiudersi nel proprio guscio, di allontanare chi propone una competizione, con l’effetto di far regredire il Paese. Si dilapidano le risorse con l’affarismo e il mal governo e non si pensa a POTENZIARE LA RICERCA e perché no a fare tutto il possibile per facilitare nell’ordine e con adeguata programmazione gli insediamenti produttivi. In una situazione di emergenza vanno adottati provvedimenti mirati di emergenza, così da indurre e stimolare massicciamente l’avvio e il potenziamento di sane iniziative produttive,possibilmente il più estese e diffuse. Purtroppo la seria programmazione non è ormai un costume italiano, né tanto meno di questa squadra di ciarlatani, indaffarati a fare il più possibile i propri interessi, capitanata da un Piazzista di eccezione quale si è dimostrato il loro Premier e quello leghista, ormai poco credibili dalle loro rispettive abbagliate BASI. BASTA E’ ORA DI CAMBIARE. Si è già perso tanto tempo prezioso.

  12. Nicolag il 25 mag 2011 alle 8:44
  13. Ma parlate di cose serie e dite perchè la gente perde il lavoro e comunque il fisco continua ad accanirsi sul lavoro, sulla produzione materiale e non sulla finanza speculativa, parlate di questo se siete davvero liberi

  14. Mike il 25 mag 2011 alle 8:57
  15. E’ vero che le vocazioni scarseggiano. La Chiesa e per essa l’attuale Pontefice e alcuni altri suoi collaboratori seriamente responsabili ( purtroppo sono in maggioranza i famosi SACERDOTI DEL TEMPIO – tipo quelli che hanno voluto crocifiggere chi da loro si era permesso di dissentire) dovrebbero ben riflettere su quelle istanze che pervengono dallo stesso mondo cattolico per scuotere l’incredibile immobilismo conservatore “pro-Casta” della Gerarchia Vaticana, fatto di assurdità e anacronistico ricco dogmatismo. Si legga a tal proposito la nota Lettera aperta ai Vescovi del teologo Hans Kung, ex collega di Benedetto XVI, da lui ricevuto in Vaticano all’inizio del suo pontificato.
    E’ vero che i più tartassati fiscalmente sono i lavoratori dipendenti, i pensionati (che continuano a pagare in maniera esosa sul proprio sacrosanto risparmio previdenziale accumulato durante la loro vita lavorativa), le piccole e medie imprese,ossatura dell’economia del Paese. Gli speculatori finanziari e i grossi evasori che trafficano con i paradisi fiscali vengono ben trattati o addirittura premiati. Cristianamente a MODO LORO, perché cointeressati, i fautori di questa normativa intendono rifarsi – e questa è la beffa – alla famosa parabola del figliol prodigo. Meno male che Famiglia Cristiana si mostra sensibile a questi temi e ogni tanto severamente,ma correttamente interviene, ipotizzando anche, per i Sordi Governanti, un Provvidenziale sistema equitativo di QUOZIENTE FAMILIARE.

  16. Nicolag il 25 mag 2011 alle 13:40
  17. A parole mentre il ministro Giulio Tremonti abbassa la scure sui costi della politica tutti sono d accordo. Una giungla del doppio incarico con annesso doppio stipendio nella quale e difficile inoltrarsi e che e ancora piu arduo se non impossibile disboscare.Il caso piu eclatante e quello di Lucio Stanca amministratore delegato della societa Expo 2015 e parlamentare. Per restare a Stanca la sua presenza a Roma si e decisamente rarefatta da quando dirige la complicata macchina di Expo 2015 dall aprile 2009 a maggio 2010 Stanca ha partecipato solo al 19 per cento delle votazioni della Camera.

  18. Panama corporation il 27 mag 2011 alle 11:37
  19. per l’ esatta riuscita di questo genere di trasmissioni, sarebbe utile, dopo aver fatto parlare tutti, si dia la parola al/ai rappresentanti istituzionali, quale ultima.
    anche se questo è meno spetacolare. La ricerca dell’ audience a tutti i costi, mi sembra, non sia più suscitare simpatie..

  20. Manzo Vincenzo il 08 giu 2011 alle 9:08
  21. Il PRESIDENTE della REPUBBLICA va a votare per dare l’ esempio a TUTTI gli italiani che hanno il diritto/dovere di esercitare questo diritto/dovere appunto, perchè è un evento di alta democrazia. Che si voti SI o NO è una cosa strettamente personale, anche se io sarei per il voto non segreto. (se ne scoprirebbero delle belle)
    Chi invece, esorta a non votare, istiga i cittadini a fare una cosa non civile, ad essere blandi..e, non sono italiani ma dei traditori/rinnegati..

  22. Manzo Vincenzo il 08 giu 2011 alle 9:22

Scrivi un commento

Calendario

maggio: 2011
L M M G V S D
« apr   giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031