Rai 3

8 giugno Un Annozero vissuto pericolosamente

Agorà, Talk

Il caso Santoro – con un’intervista al conduttore – le implicazioni sugli assetti televisivi, l’influenza della politica. Ne parliamo per capire se la rottura tra l’azienda di servizio pubblico e il conduttore di Annozero non sia, oltre che un ‘caso televisivo’, anche un ‘caso politico’. Ospiti in studio: il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Carlo Giovanardi, Fabrizio Morri, senatore Pd, il presidente della Fnsi, Roberto Natale e i giornalisti Luigi Amicone e Fabrizio Rondolino.

Il quesito referendario sul legittimo impedimento, uno dei 4 proposti il 12 e 13 giugno, sarà protagonista dell’approfondimento. L’esito della consultazione popolare puo’ avere conseguenze sulla tenuta del governo? Ne parliamo con il deputato Pdl Giorgio Stracquadanio, il senatore Idv Francesco Pancho Pardi e i giornalisti Filippo Facci e Saverio Lodato.

Tags: , ,

16 Commenti su Un Annozero vissuto pericolosamente

  1. dite a Giovanardi che se “gli dà fastidio un miliardario che fa la vittima, il parlamentare, la star” sue testuali parole, allora gli dà fastidio Berlusconi!!! non se n’era accorto… :) grazie,
    michela finiana di ferro

  2. michela il 08 giu 2011 alle 7:11
  3. Ma insomma, chi è Michele Santoro?!? Ne fate pure un caso pseudo politico?!?
    E’ un presentatore milionario, che fà il finto modesto o proletario, spudoratamente di parte in un programma dove mancava solo il gingle “ti piace vincere facile?” per una platea che era tutto un appoggio a lui stesso.
    Che vada in una rete privata di parte a fare il presentatore di parte.
    Ormai aveva stancato anche un cittadino super partes come me.

  4. Francesco il 08 giu 2011 alle 7:20
  5. La privatizzazione della RAI la metterebbe in mano a berlusconi!!!!!!!
    Chi lo sostiene come giovanardi (???) è disonesto intellettualmente (!) come del resto disonesti, e non solo intellettualmente, i suoi pari alla camera e al senato specialmente i sodali del sultano!
    Pago il canone e detesto gente come giovanardi che sostiene che poichè lo paga anche lui vuole decidere anche per me… Giovanardi restituisci le btaccia all’agricoltura…

  6. Piero G il 08 giu 2011 alle 7:49
  7. Carissimo Vianello,
    devo farle i miei migliori complimenti per l’infinita pazienza che mostra nel sopportare le affermazioni assurde di alcuni suoi ospiti palesemente lobotomizzati da sua inefficienza il presidente del consiglio.
    Complimenti anche per la bravura riconfermata. Ometto commenti sulle affermazioni fantascientifiche di giovanardi.

  8. Piero G il 08 giu 2011 alle 7:52
  9. un’altro da mandare via è barbacetto .inguardabile. solo stupidaggini.

  10. franco49 il 08 giu 2011 alle 8:07
  11. Giovanardi rappresenta benissimo la “libertà dei servi”.

  12. Piero G il 08 giu 2011 alle 8:14
  13. Santoro esiste perchè esiste berlusca; questi “esiste” perchè esiste Di Pietro..lo possino..(a Di Pietro)..

  14. Manzo Vincenzo il 08 giu 2011 alle 8:24
  15. La Santanchè dimentica che servizio pubblico significa tener conto di tutti i modi di pensare e non essere solo allineati ad una parte politica

  16. Margherita il 08 giu 2011 alle 8:24
  17. santoro se ne va gran peccato contenta la santanchè e il sig.dei signiori Berlusconi e con lui se ne va un po di libero arbitrio in tv

  18. delya73 il 08 giu 2011 alle 8:27
  19. ma insomma ma come si permettono i politici di dire ad un cittadino di non andare a votare il referendum lo abbiamo voluto proprio noi la presa ingiro ce la danno loro con queste insinuazioni

  20. delya73 il 08 giu 2011 alle 8:38
  21. stracquadanio …. si dve spegnere la TV quando la faccina e la vocina appare… Ma perchè non va a mediaset… dal suo padrone!!

  22. Piero G il 08 giu 2011 alle 8:51
  23. FERRARA poverino non ce la fa più a fare il consigliore del Capo. Il Capo si è disorientato perché non ha avuto tempo di organizzarsi. Gli sono piovute addosso tanti simbolici bombardamenti. C’è una somiglianza di situazioni fra la sua e quella di Gheddafi. Chi dei due riuscirà a cavarsela? Bossi terrà duro ?! Riuscirà a fornire il suo sostegno al compare, sino a realizzare la segreta speranza di potergli dare amichevole degna sepoltura?
    SANTORO forse ha fatto bene ad accettare le buone condizioni che gli sono state messe sul tavolo per potersene andare. Berlusconi si sta completamente disorientando. Non gli credono più neanche i suoi fedelissimi, che stanno seriamente pensando al dopo; specie quelli che continuano a dire che non lo tradirebbero mai, che senza di lui il PDL non ha senso. L’ancora GRANDE SILVIO farebbe bene ed in tempo a ritirarsi – altero e comunque imbattuto – ad Antigua. Garibaldi,bistrattato ingiustamente,lo fece. Sarebbe un bel colpo,l’ultimo,ma efficacissimo. Spunterebbe definitivamente la terribile lancia di Santoro, che sarebbe costretto a prenderne una nuova da indirizzare nei confronti di chi andrà a governare al suo posto. Chi sa che divertimento! Tanti lo piangerebbero per davvero.
    Il NEO Direttore Generale LEI dovrebbe essere subito licenziata. Fa più danni del suo predecessore alla nostra pubblica Azienda RAI. GARIMBERTI è tranquillo: BEATO LUI. Che bella figura di Presidente. Ma l’ORGANO DI CONTROLLO che fa? DORME ? E perché ?. Povera Italia in mano a parassiti, che si auto-gratificano tranquillamente in cambio del servilismo politico e che non valgono NIENTE. Utenti Rai SVEGLIATEVI !!!! Intanto andiamo compatti a votare SI a questi 4 REFERENDUM . Diamo una BELLA LEZIONE a questo APPARATO parassitario e a questi politici INDEGNI, a cui VIANELLO. Ahimè, consente di spettacolizzare in modo disgustoso la sua interessante trasmissione.

  24. Nicolag il 08 giu 2011 alle 8:56
  25. Il PREMIO NOBEL Josè Saramago nel suo IL QUADERNO affermò ,anni addietro, che l’Italia era governata da un delinquente. Sarebbe interessante accertare se quell’ affermazione di Saramago possa avere un qualche fondamento.

  26. Nicolag il 08 giu 2011 alle 9:14
  27. Santoro sarà anche di parte.e sarà anche ricco…ma meglio un talkshow politico di parte che un TG del potere. Il talkshow , infatti, è sempre e comunque opinabile e le opinioni diverse , fino a prova contraria, sono il pilastro di una democrazia vera. Un TG di parte , in perfetto stile Nord Corea, è invece molto pericoloso proprio perchè non è opinabile! Esso si presenta, e presenta, dei fatti apparentemente narrati in modo imparziale…ma i fatti non sono opinioni… i fatti sono fatti! Le persone che ascoltano il tg non hanno modo di ascoltare due campane a confronto sui fatti, specialmente se alcuni fatti vengono esagerati, mentre altri vengono taciuti! Un Tg del genere riesce non semplicemente ad orientare i pensieri..ma addirittura a lobotomizzare le menti! Soprattutto se pensiamo che l’Italia è un paese fatto al 60% da anziani che assimilano i TG alla bibbia! Del resto orientare la “massa sporca” attraverso un uso appropriato dell’informazione è un trucco vecchio come il mondo!
    Fortunatamente in Italia ci sono giovani svegli…svegli assai , che preferiscono informarsi con ben altri mezzi di informazione ( che infatti, sono puntualmente sotto arracco politico ). Guardando Santoro, tu puoi essere d’accordo o meno…ma sul tg NO , davanti al tg ti ingozzi di notizie fatte su misura! La differenza tra le trasmisisoni come Annozero, e l’uso dell’informazione pubblica come strumento per orientare i pensieri ,ed i voti, è la stessa che cìè tra un fucile ad aria compressa ed una siringa con veleno! Io preferisco il fucile …che il pallino al massimo mi fa un livido, il veleno in circolo NO!

  28. Piero il 08 giu 2011 alle 10:50
  29. Complimenti per l’analisi fatta da Piero (precedente commento). Speriamo che oltre ai giovani, anche gli anziani SI SVEGLINO. La televisione nazionale, sorretta dal CANONE che gli Italiani pagano FIDUCIOSI, dovrebbe essere BERSAGLIATA da MAIL DI PROTESTA , telegrammi o altro quando i DIRIGENTI , i COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE e dell’ORGANO DI CONTROLLO, ampiamente gratificati con emolumenti che andrebbero pubblicati e resi accessibili con immediatezza, non fanno l’INTERESSE DELL’AZIENDA e dei bistrattati e ignorati UTENTI.

  30. Nicolag il 09 giu 2011 alle 10:59
  31. é giusto che in una trasmissione vi sia contraddittorio, ma smettiamola di cercare l’equilibrio a tutti i costi. Esistono trasmissioni di una parte politica e dell’altra e uno sceglie quello che vuole vedere, ma ciò che le rende grandi è il seguito di spettatori(oltre alla bravura del conduttore). Se Santoro fosse stato dalla parte del governo non sarebbe stato considerato un problema ma una risorsa, ma non avrebbe neanche avuto lo stesso seguito.

  32. carlo44 il 10 giu 2011 alle 8:20

Scrivi un commento

Calendario

giugno: 2011
L M M G V S D
« mag   ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930