Rai 3

26 settembre Piove sul Bagnasco

Agorà, Talk

Agorà, alla sua seconda puntata, tiene il passo con l’attualità politica e con l’analisi degli scenari che si vanno configurando.
All’indomani delle dichiarazioni del Cardinal Bagnasco, presidente della CEI, che ha pesantemente censurato Berlusconi con parole durissime – “I comportamenti licenziosi e le relazioni improprie sono in se stessi negativi e producono un danno sociale a prescindere dalla loro notorietà. Ammorbano l’aria e appesantiscono il cammino comune” – le considerazioni dei cattolici italiani sono in linea con la Chiesa ufficiale? Intanto il Pd si interroga su strategie da seguire e possibili alleanze e, in un seminario, riflette sul senso della socialdemocrazia, con D’Alema, Castagnetti, Damiano e la Camusso. Riuscirà ad essere efficace?
Ospiti della prima parte della trasmissione, il nostro talk più strettamente politico, Raffaele Fitto, ministro per i Rapporti con le Regioni e la Coesione territoriale, Carolina Lussana, vice capogruppo della Lega nord alla Camera, Andrea Orlando, deputato e portavoce del Pd, Italo Bocchino, vicepresidente di Fli, Massimo Bernardini, giornalista e conduttore di Tv Talk.

Nella seconda parte del programma, dedicata all’approfondimento, parliamo di casta dopo la manovra: ci sono stati veramente i tagli annunciati? I parlamentari si sono fatti sconti rispetto agli impegni presi?
In studio Daniela Santanchè, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega all’attuazione del programma di Governo, ricordata ad Agorà per la fuga dalla nostra poltrona, Pancho Pardi, deputato Idv, l’esperto di comunicazione Fabrizio Rondolino e il giornalista Sergio Rizzo.

Tags: , , , , , ,

10 Commenti su Piove sul Bagnasco

  1. Vi seguirò, come sempre, con passione ed interesse. Grandi!

  2. Roberto Bertoni il 26 set 2011 alle 16:32
  3. non riesco a sopportare il fatto che ministri e politici in genere non esprimano giudizi negativi su alcune abitudini di vita del premier. Forse si sono assuefatti a turare il naso.

  4. egle cirenza il 27 set 2011 alle 6:35
  5. ma perchè il cardinale Bagnasco non pensa a come risolvere prima i problemi in casa sua e poi di noi poveri peccatori????
    da quando si interessano di politica.????Poi vorrei chiedere ,quando finalmente finira l’era berlusconi i programmi come agora che hanno fatto di berlusconi il liro cavallo di battaglia ,di cosa parleranno?????

  6. ugo il 27 set 2011 alle 6:44
  7. Un Presidente Regionale ha uno Status Giuridico Istituzionale pari a quello di un qualunque Ministro della Repubblica, deve forse dimostrare meno sobrietà del Presidente dekl Consiglio dei Ministri (chiunque esso sia) ?
    Il fatto che un Presidente Regionale si dichiara Omosessuale lo pone forse su di un piano … diverso ?
    E, d’altronde, non più tardi di qualche settimana fà, a Milano, in piazza, non è stato proprio il Presidente Vendola a dare addirittura del “Bigotto” all’On. Berlusconi ?
    Tutti gli intellettuali, nonchè chi ricopre cariche istituzionali, dicono che da un certo momento in poi si è entrati in una Seconda Repubblica, in realtà nessuno sà dire a partire da quando e/o da quale modifica Costituzionale.
    Sarà mica che siamo sempre più dentro un Ancien Regime più simile a quello delle Corti Barocche Europee ‘700/’800-esche che ad una Democrazia Liberale?
    Più che Liberale, la nostra è una Democrazia Liberista e poichè come ha scritto qualcuno il Liberismo è di Sinistra …

  8. Umberto Tolve - Bari il 27 set 2011 alle 6:55
  9. Gentile Redazione, sono il cuoco del Bar Ristorante Chigi (chiuso per infiltrazione mafiose, vedi link: http://www.la7.it/coffeebreak/pvideo-stream?id=i457646 ), di fronte Montecitorio; non ho piu’ trovato lavoro dopo che è stato sequestrato il Ristorante; se Berlusconi vuole aiutare qualcuno….lo faccia con me (oggettivamente), rovinato da questa politica “infiltrata”.

  10. Nicola il 27 set 2011 alle 7:46
  11. lì’italia NON e’ una democrazia, un paese dove il popolo NON puo’ eleggere i suoi rappresentanti,m a causa dlel alegge lettorale, NON e’ una democrazia.

    inoltre parlamentari ricchi sarebbero meglio? direi di no, potrebbero usare la politica per coprire i misfatti che li hanno resi ricchi

    e se vivono di poitica piotebbero prendere bustarele? e allora?

    volgiamo politici che lavorino per lo stato e non per se stessi….

    e cacciare chi si fa i fatti propri

  12. marco roma il 27 set 2011 alle 7:59
  13. MA TUTTI QUESTI SOLDI CHE HANNO RICEVUTO QUESTE RAGAZZE E FACCENDIERI SONO TASSABILI? OLTRE LA PRESA IN GIRO ANCHE LA BEFFA ALLA FACCIA DEGLI ONESTI.EMILIA

  14. emilia il 27 set 2011 alle 8:06
  15. Il ministro Fitto, anche in questa occasione, si è impegnato a difendere l’indifendibile e quando si è accorto di non avere altri
    argomenti a difesa ha tirato fuori la solità storia della mancanza di alternativa a Berlusconi o al Berlusconismo. Intando va sottolineato che questa storia della mancanza di alternative è solo una favola. Nel Paese ci sono fior di risorse che possono assolvere al bisogno ma, purtroppo, gli interlocutori di chi racconta questa storia non argomentano a sufficienza lasciando ingiustificati vuoti o inducendo gli ascoltatori a credere che sia vera.
    Pur ammettendo che non ci sia una valida alternativa a Berlusconi il ragionamento da fare, a mio avviso, è il seguente: a prescindere dall’attitudine del Premier a delinquere.
    Negli ultimi 10 anni (dal 2001 al 2011)l’attuale maggioranza ha sempre espresso il governo del paese (salvo la parentesi Prodiana del 2006-2008)con larghe maggioranze a sostegno. In questo periodo l’indebitamento della Repubblica Italiana è passato da 1358 miliardi di euro (2001 108,8% del pil) a 1911 miliardi di euro ( agosto 2011 121% del pil). Sarebbe interessante sapere che fine hanno fatto tutti questi soldi visto che in questo periodo un ci sono state le promesse riforme strutturali e, nondimeno si sono visti i promessi investimenti in infrastrutture che avrebbero dovuto modernizzare il paese. Il sospetto che quel mare di miliardi sia servito soltanto a finanziare il consenso al PDL e alla Lega è grande ma non dovrebbe essere difficile trasformarlo in dati oggettivi a comprova del sospetto. Pertanto, a prescindere dalle attitudini del Premier, l’attuale maggioranza e il governo che esprime, pur avendo avuto un lungo lasso di tempo per operare, ha dimostrato la sua incapacità a perseguire l’interesse del paese. Ne consegue che ad evitare l’aggravamento del danno arrecato ai cittadini (anche e soprattutto a quelli che gli hanno dato fiducia) è meglio che sia sostituito in qualunque forma; ammesso e non concesso che nel nostro paese manchi “l’Obama della situazione” che si pretende quale alternativa a tanto squallore. Scilipoti permettendo!

  16. Enrico il 27 set 2011 alle 10:27
  17. Grande senatore Pardi!!! Voglio complimentarmi con Lei perchè l’ho visto ad Agorà e ha detto alla petulante Santa-de-chè quel che si meritava, perchè non c’è cosa più insopportabile per i telespettatori più informati sentire ripetere menzogne su menzogne. La ringrazio per il suo intervento liberatorio per tutti noi che non abbiamo la possibilità di far sentire la nostra in Tv. Speriamo che presto si possa rivedere il video in rete per poterlo diffondere. Grazie!

  18. rossella il 27 set 2011 alle 18:20
  19. Il cardinale Bagnasco censura tutti, Berlusconi che ha concesso solo privilegi al Vaticano, gli evasori fiscali perchè dice che è dovere di ogni cittadino pagare le tasse, ma predica bene e razzola male, con che coraggio dice queste cose? L’ipocrisia e la falsità non mi sono mai andate giù.

  20. gregario il 25 nov 2011 alle 19:55

Scrivi un commento

Calendario

settembre: 2011
L M M G V S D
« ago   ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930