Rai 3

19 ottobre Talk: I soldi son desideri

Agorà, Talk

Berlusconi cerca i soldi per il decreto Sviluppo, dice che non c’è fretta e questa sua affermazione è stata variamente interpretata. Oggi è prevista una riunione dei Ministri su questo tema, ma intanto sono trapelati alcuni provvedimenti, come le pagelle, i certificati medici e i biglietti dell’autobus online, mutui più agevoli per le giovani coppie precarie con la garanzia dello Stato; la pensione a 68 anni anziché 70 per i professori universitari; controlli sulle imprese razionalizzati e semplificati con l’obiettivo di recare minore intralcio; incentivi fiscali per gli investimenti in infrastrutture. Ne parliamo con Anna Maria Bernini (Pdl), ministro delle Politiche europee; Matteo Salvini, europarlamentare Lega Nord; Stefano Fassina responsabile economia del Pd; Franco Giordano (Sel), i giornalisti Gigi Moncalvo e Salvatore Tramontano.

Tags: ,

8 Commenti su Talk: I soldi son desideri

  1. Il governo si taglia i tagli del 2010: il Fisco rimborsa i ministri e i loro vice. Un decreto decurtava gli stipendi pubblici oltre i 90mila euro. Ma ora ministri e sottosegretari sono esclusi perché “non dipendenti”. Le trattenute saranno quindi restituite

  2. Luigi Attilio il 20 ott 2011 alle 6:51
  3. Loro trovano tutte le escamotage per non pagare,e,poi sisognano alla notte fantastici interventi innutili e li fanno passare come misure utili per lo sviluppo .MAMMA MIA CHE MENTI.

  4. Colombo Vittorio il 20 ott 2011 alle 7:19
  5. un’accozzaglia di parole per non dire niente! arroganti perchè hanno il potere, ma di noi e dei nostri reali bisogni, non se ne preoccupano affatto. e la vergonga non sanno nemmeno donìve sta di casa. Se ci fosse ancora la mia mamma direbbe:” con tutte quelle bugie, bruceranno all’inferno!” un piccolo esame di coscienza ogni tanto ed un pochino di rispetto per la nostra intelligenza! Solo questo chiediamo. Poi il resto va da sè!!!

  6. Annamaria Andreoli il 20 ott 2011 alle 7:22
  7. Il regolamento attuativo (D.M. n. 142 del 25/03/1998) della L. n. 196 del 24/6/1997 stabilisce all’art. 1:
    “I datori di lavoro possono ospitare tirocinanti in relazione all’attività dell’azienda, nei limiti di seguito indicati:
    a) aziende con non più di cinque dipendenti a tempo indeterminato, un tirocinante;
    b) con un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra sei e diciannove, non più di due tirocinanti contemporaneamente;
    c) con più di venti dipendenti a tempo indeterminato, tirocinanti in misura non superiore al dieci per cento dei suddetti dipendenti contemporaneamente.”
    La successiva Circolare del Ministero del Lavoro n. 92 del 15/07/1998, specifica, rispetto il D.M. 142/1998:
    “Limiti numerici dei giovani da inserire come tirocinanti:
    Per i limiti numerici dei giovani da inserire come tirocinanti si rinvia a quanto esplicitato nel decreto medesimo, art. 1, punti a), b) e c), precisando che:
    * per il punto a) le aziende con dipendenti a tempo indeterminato da 1 a 5, possono inserire un tirocinante;
    * le aziende con dipendenti a tempo indeterminato da 6 a 19, possono inserire fino a 2 tirocinanti contemporaneamente;
    * per il punto c) le aziende con più di 20 dipendenti a tempo indeterminato, possono inserire tirocinanti in misura non superiore al 10% dei dipendenti contemporaneamente. Nell’ipotesi in cui il calcolo della percentuale produca frazioni di unità, tali frazioni si arrotondano all’unità superiore solo nell’ipotesi in cui la frazione è superiore o pari a ½.”

    VI SEMBRA NORMALE CHE UN LIBERO PROFESSIONISTA NON POSSA ASSUMERE UN TIROCINANTE?! MA CHE LEGGE E’?

  8. chiara il 20 ott 2011 alle 7:23
  9. volevo chiedere al ministro di quale favola stava parlando r se vive ij Italia o jn Papuasia

  10. roberto il 20 ott 2011 alle 7:24
  11. chiedete al ministro perchè non tagliano da domani i vitali ai parlamentari, e tolgono le pensioni d’oro ai dipendenti pubblici, la pensione si prende in base ai contributi versati.

  12. domenico il 20 ott 2011 alle 7:25
  13. DITE CON I SIGNORI SINDACATI DI FARE UN TAVOLO DI DISCUSSIONE CON I LAVORATORI, E DATORI DI LAVORO PER PROPORRE NUOVI STILI DI LAVORO OGNUNO FACCIA IL SUO. COSI SI CAMBIA IL MONDO DEL LAVORO!!!!!!!!!

  14. FANTONI ROMINA il 20 ott 2011 alle 8:02
  15. caro agora’è inutile che inviti persone che non contano niente, messi li solo x non far parlare l’avversario politico, non si capisce proprio niente. ciao

  16. franco49 il 20 ott 2011 alle 9:32

Scrivi un commento

Calendario

ottobre: 2011
L M M G V S D
« set   nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31