Rai 3

25 ottobre Alta pensione!

Agorà, Talk

Fumata nera dal consiglio dei ministri di ieri sera. La Lega non accetta l’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni, mentre l’Europa preme per avere risposte concrete dall’Italia entro domani, giornata in cui è nuovamente convocato il vertice dei capi di governo. Il governo italiano al momento non ha risposte, ma sta lavorando a una serie di condoni tra cui si dice ci sia anche il condono dell’evasione dal pagamento del canone Rai. Ne parliamo con: Alessandra Mussolini, deputata del Pdl; Gianluca Pini, deputato Lega Nord; Sandro Gozi, deputato del Pd, Luigi Angeletti, segretario generale Uil; Alfonso Gianni, esponente di Sel e il manager Roger Abravanel.

Nell’approfondimento ci occupiamo della Val di Susa e delle ragioni pro e contro la Tav. Ne discuteranno con Andrea Vianello: Michele Scandroglio, deputato Pdl; Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente; Claudio Giorno del Movimento No Tav e il giornalista Giuseppe Cruciani.

Tags: , , , , ,

9 Commenti su Alta pensione!

  1. qualcuno può spiegare alla mussolini che l’europa non ha deriso noi italiani, ma berlusconi !

  2. Fabio il 25 ott 2011 alle 6:33
  3. potremmo sapere a quanto ammontano i vitalizzi delle pensioni dei parlamentari già in pensione con 2 anni di onorevole e perchè non li tagliate

  4. salvatore scotto il 25 ott 2011 alle 6:56
  5. Come si fa a non indignarsi sentendo certe affermazioni assurde come quelle dette dall’on. Mussolini. Afferma che c’è una percentuale del 30% della forza lavoro che va in pensione fra i 40 e i 60 anni avendo lavorato il minimo di legge. Omette però di ricordare che esiste una percentuale di lavoratori (?) (parlamentari fra cui lei stessa) che hanno diritto (?) alla pensione dopo appena 5 anni.
    No si venga a dire che è una percentuale minima perché se è vero che numericamente non sono significativi, è significativo l’assegno mensile che portano a casa. Ma gli italiani non dovevano essere assoggettati tutti alle stesse leggi?

  6. tito il 25 ott 2011 alle 7:06
  7. vogliamo un governo di transizione vogliamo un GOVERNO TECNICO
    VOGLIAMO UN GOVERNO EUROPEO DI SAGGI CHE CI GUIDINO FUORI DA QUESTA CRISI CON CONOSCENZE SPECIALIZZATE. BASTA BERLUSCONI BASTA MERKEL BASTA SARKOZY!!!!!!!!!!!!!!! QUESTA E NUOVA DEMOCRAZIA CHI SA’ ABBIALA LIBERTA’ DI FARE.

  8. FANTONI ROMINA il 25 ott 2011 alle 7:06
  9. STAMATTINA TRA TUTTI GLI OSPITI SI PUO’ SALVARE SOLO IL SIG. INGEGNERE!!!!!!!

  10. FANTONI ROMINA il 25 ott 2011 alle 7:08
  11. Gent. dott. Vianello perchè non si può inervenire in diretta?

  12. tito il 25 ott 2011 alle 7:10
  13. Il continuo allungamento,
    a livello mondiale,
    dell periodo lavorativo con l’ allungamento dell’ età pensionabile,
    aggiunge inesorabilmente ulteriore massacro dell’ “Occupazione mondiale”
    all’ ancor più devastante massacro di occupazione
    causato da un continuo aumento di un’ Automazione che in Agricoltura,
    nel giro di pochi decenni,
    ha già ridotto l’ occupazione ad un 10%,
    aumentando la produzione Agricola del 1000%,
    come stà già succedendo,
    nel giro di altrettanto pochi decenni,
    a tutto il resto del mondo del lavoro
    fino ad arrivare ad un massimo del 10% della “Forza lavoro mondiale” occupata,
    con il 90 % disoccupata e condannata a finire arruolata
    da una Corruzione, una Criminalità,
    mentre il pianeta si di dibatterà in una sempre maggiore “Crisi economica Capitalista”,
    un sempre maggiore “Crollo dei consumi”,
    nonché una “Distruzione ambientale”

    sempre più devastanti!!!!!

  14. Peru il 25 ott 2011 alle 9:56
  15. oggi mi sfogo anche io, forse non risolverò i miei problemi ma almeno alleggerirò il carico di astio che sento.

    Non si fa altro che parlare di PENSIONI. Va bene. Ma quando si comincerà a parlare di LAVORO? Senza lavoro non ci saranno pensioni.
    Perché non rendono più flessibile ( per davvero) il mercato del lavoro, agevolando per esempio il passaggio da un lavoro all’altro?

    Siamo per la maggior parte lavoratori a tempo determinato;
    molti perdono il posto di lavoro che hanno avuto per anni, e quando ci si mette alla ricerca di altri lavori ecco le sorprese: si è troppo vecchi, troppo inesperti ( ormai anche per fare delle pulizie ti chiedono “X” anni di esperienza), o troppo specializzati SOLO in un campo, settore.

    E allora? Che si fa? Si smette di cercare? Si aspetta che un posto come il vecchio lavoro piova dal cielo?
    Se una persona è volenterosa e vuole rimettersi in gioco e impegnarsi per svolgere un altro compito, si trova davanti una STRADA SBARRATA!

    Perché ,per esempio, tra le altre cose ( come la residenza o il domicilio vicini al posto vacante), c’è anche la famosa età di apprendistato ( legata alle politiche economiche aziendali ma figlia della politica astratta di questi anni), che paralizza le ricerche, demoralizza la dignità, annichilisce la volontà.

    Visto che siamo nelle condizioni di poter perdere il lavoro a qualsiasi età perché non ci danno la possibilità di apprendere un altro lavoro ( magari con i tempi richiesti dal tipo di lavoro) a qualsiasi età?
    Tanto ne abbiamo di tempo fino a 67 anni!

  16. monia il 25 ott 2011 alle 12:44
  17. Nonostante veda con piacere la vostra trasmissione, oggi sono rimasta assai negativamente impressionata dalla assenza di qualsiasi intervento nei confronti dell’on.le Mussolini, che non ha consentito alcuna serena discussione degli ospiti, monopolizzando l’attenzione con continui, insopportabili e a tratti beceri commenti nel microfono. Sembrava che la conduzione (del tutto irrispettosa delle normali dinamiche di un confronto) fosse sua. Spero che non si ripetano episodi di questo genere in futuro, la ragione non deve essere sempre di chi si appropria di tutti gli spazi con sberleffi, commenti inopportuni, battute da bar.

  18. Simona il 25 ott 2011 alle 16:00

Scrivi un commento

Calendario

ottobre: 2011
L M M G V S D
« set   nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31