Rai 3

9 novembre La resa dei Monti

Agorà, Approfondimento, Talk

Le indicazioni per la guida di un governo tecnico da più parti convergono sul nome di Mario Monti. Ieri Giorgio Napolitano lo aveva nominato senatore a vita, dando un’indicazione esplicita sulla sua personale candidatura, e nel corso della notte, al termine del vertice di maggioranza, anche Silvio Berlusconi si è detto d’accordo sul nome dell’economista. Alcune forze politiche, prima tra tutte la Lega, non vogliono il governo di transizione, ma premono per andare dritti alle elezioni. Intanto ieri la borsa di Milano ha registrato continui crolli e lo spread è stato fuori controllo finché non ha cominciato a diradarsi la nebbia sul futuro del Paese. A questo punto le tappe sono segnate e dovrebbero portare al governo tecnico entro il prossimo lunedì: voto in aula al maxiemendamento alla legge di stabilità entro domani, dimissioni di Berlusconi domani sera, consultazioni sabato e conferimento dell’incarico di formare il governo tecnico in tempo per la riapertura della borse. A molti sembra fantascienza. Staremo a vedere.
Ne parliamo nel talk con Livia Turco, Dario Galli, Antonio Leone, Francesco Rutelli, Antonio Macaluso.

Nell’approfondimento parliamo della “patrimoniale”, l’imposta da molti ritenuta inevitabile per mettere in sicurezza il debito pubblico. Cos’è? Come funziona? Quali redditi sarebbero oggetto di tassazione? In quali altre situazioni storiche si è ricorso ad essa? In studio Francesco Boccia, Giorgio Stracquadanio, Marco Rizzo, Daniele Bellasio.

Tags: , , , , , , ,

30 Commenti su La resa dei Monti

  1. DOVETE DIRE QUAL È IL VERO MOTIVO DELLA CRISI!!! È L’EURO E LA PERDITA DI SOVRANITÀ MONETARIA PER L’ITALIA. DOVETE DIRLO!!! E DOVETE INVITARE PAOLO BARNARD (www.paolobarnard.info) LUI SPIEGHERÀ TUTTO. IL PROBLEMA NON È BERLUSCONIIIIIII!!! LEGGETE “IL PIÙ GRANDE CRIMINE” (http://www.paolobarnard.info/docs/ilpiugrandecrimine2011.pdf). DOVETE INVITARE PAOLO BARNARD E DIRE QUESTE COSE. LA GENTE DEVE SAPERE!!! LE GENTE DEVE SAPERE!!!

  2. Matteo Bernabe il 09 nov 2011 alle 14:11
  3. Berlusconi ha una paura nera che anche solo un governo di transizione,
    presieduto da un tecnico stimato a livello mondiale,
    arrestando la speculazione dei mercati,
    renda fin troppo evidente anche all’ elettorato più buzzurro che ancora gli crede bovinamente
    che la responsabilità del crollo dell’ Italia

    è totalmente legata
    alla sua nefasta presenza nella politica italiana!!!!!

  4. Peru il 09 nov 2011 alle 18:13
  5. Il demente Berlusconi,
    emulo del suo demente ex-socio Gheddafi
    nella demente convinzione di essere un super-uomo
    nonché nella certezza di finire miseramente in galera per i numerosi reati commessi,
    non vuole mollare fino all’ ultimissimo momento,
    in cui verrà brutalmente sbattuto fuori dalla politica,
    in modo tale di poter avere la più assoluta certezza,
    come Gheddafi ha mandato la Libia alla rovina,

    di aver mandato completamente

    alla rovina Italia, UE,

    nonché l’ intero pianeta!!!!!

  6. Peru il 10 nov 2011 alle 1:43
  7. 4° Commento!!!!!
    I capitali speculativi dei mercati mondiali

    godono della tenuta più a lungo possibile
    del buzzurro cicisbeo puttaniere

    falso-bilancista filo-processo-breve filo-difesa-lunga filo-prescrizione anti-intercettazioni anti-processi-istituzionali filo-bavaglio-ai-giornalisti ecc… ecc…,
    ormai vero e proprio untore della peste bubbonica finanziaria planetaria,
    che consente loro di fare enormi speculazioni a danno dell’Italia, della UE,

    nonché dell’ intero pianeta!!!!!

  8. Peru il 10 nov 2011 alle 2:19
  9. Come compreso correttamente dal Prof. Masi il Capitalismo,
    come già successo in Agricoltura dal dopo guerra ad oggi,
    mediante il continuo aumento dell’ automazione
    senza una corrispondente riduzione dell’ orario di lavoro a parità di salario
    da parte di idioti datori di lavoro alla Marchionne che,
    al contrario,
    intensificano sempre più l’ utilizzo del sempre minor numero di occupati,
    arriverà nel giro di pochi decenni,
    anche in tutti gli altri settori produttivi,
    ad aver bisogno del solo 10% della forza lavoro mondiale disponibile,
    ulteriormente aggravato dalla continua posticipazione dell’ età pensionabile,
    con il bel risultato di avere
    un 90% di disoccupati,
    ovviamente reclutati dalla criminalità,
    come stà già avvenendo da anni!!!!!

  10. Peru il 10 nov 2011 alle 6:50
  11. ho cercato la biografia di Mario Monti…..
    non capisco come si possa fare affidamento in persone che sono complici e partecipi dei disastri che ci hanno portato fino a questo punto…
    Mario Monti nel famosissimo e ormai dimenticato ’68, quello del sei politico per intenderci, militava all’interno della Bocconi….
    da allora ha operato all’interno degli interessi privati delle più grandi aziende italiane, complici dei disastri che ci hanno portato al default di oggi…
    Adesso ci troviamo a dargli in mano il paese?
    Con quale criterio vengono fatte queste scelte?
    Se la giustizia fosse uguale per tutti come dicono, probabilmente questi personaggi sarebbero chiamati a rispondere degli errori commessi nelle scelte fatte nel passato, invece continuano gli “inciuci”…..
    Purtroppo ci rimane solo il fallimento per liberarci da queste macchinazioni…..speriamo che quando avranno rubato tutto il rubabile, almeno se ne vadano!

  12. Monco il 10 nov 2011 alle 7:38
  13. Dite a questi nostri dipendenti che se si vogliono mettere insieme, deve essere veramente per il bene comune e non per i loro interessi, facendo queste semplici e volendo rapide riforme di cui tutti parlano ma poi non vengono mai fatte tipo:
    Eliminare le province
    Dimezzare il numero dei parlamentari
    Tassa sui grandi patrimoni
    Reintroduzione dell’ici
    Sblocco del patto di stabilità per i comuni virtuosi
    Ridare la scelta delle persone da eleggere al popolo italiano

  14. Luigi il 10 nov 2011 alle 7:40
  15. La Lega, al governo, ora tira fuori i problemi delPaese, ma chi li doveva risolvere? Io?

  16. Antonella il 10 nov 2011 alle 7:42
  17. Avete idea di quello che ci costa ogni giorno di permanenza al Governo di Belusconi? eppure a maggio andava tutto bene sia per il PdL che per la Lega, tanto è vero che non hanno combinato niente

  18. Antonella il 10 nov 2011 alle 7:46
  19. All’on. Galli vorrei solo ricordare che, a parte che la Lega è al Governo da quasi 20 anni, che il problema non sono solo i forestali siciliani, ma anche lo spropositato e vergognoso stipendio che i parlamentari italiani prendono. E il resto del mondo, i mercati vedono pure questo!!!!
    Paolo B.

  20. Paolo B. il 10 nov 2011 alle 7:51
  21. sono d’accordo con rizzo sull’analisi, ma vorrei sapere da lui quale soluzione! senza giri di parole però, concretamente cosa si fa?

  22. dani il 10 nov 2011 alle 8:04
  23. Posso chiedere alla Turco come si comporterà quando Monti dirà di modificare le pensioni?? Cmq basta con il dire che la riforma pensionistica è solo un piccolo sacrificio per i padri, in realtà è una pietra tombale sul lavoro giovanile!!

  24. giuseppe il 10 nov 2011 alle 8:06
  25. la legge è uguale per tutti…sancisce la Costituzione…allora perchè i nostri politici, i quali sono dipendenti pubblici,non sono equiparati a tutti gli altri? Stipendi calcolati in base a un contratto nazionale,abolizione dei vitalizi e pensione di anzianità calcolata sugli stessi criteri di tutti gli altri dipendenti pubblici. Abolizione dei privilegi e dei rimborsi, fissazione di giornate di ferie e di malattia annuali ecc ecc…solo così l’Europa inizierebbe a credere nel nostro paese e soprattutto si avrebbero risorse per pagare il debito. Soprattutto così i politici adotterebbero scelte responsabili e consapevoli,eviterebbero l’assenteismo e si occuperebbero dei problemi del paese. Purtroppo però politici e giornalisti sembra non vogliano mai toccare questo tema e l’analisi di una legge che equipari i politici al resto dei lavoratori…

  26. enzo il 10 nov 2011 alle 8:07
  27. ci vorrebbe la merkel ,i politici italiani sono incapaci.

  28. vincenzo il 10 nov 2011 alle 8:07
  29. La lega sicuramente è la maestra della demagogia la sua tiritera contro il Sud non fa l’effetto di una volta quindi demagogicamente sta alzando il tiro,vorrei ricordare alla Lega che ha eroso gli ammortizzatori sociali a discapito del SUD rubando dai fondi FAS. Perche al Sud sono stati pagati due CASSA INTEGRATI ed al grande nord otto, ha dimenticavo la SICILIA da allo stato centrale 38 miliardi di euro all’anno dalle accise sulla benzina forse da soli noi SICILIANI staremmo meglio

  30. seby il 10 nov 2011 alle 8:14
  31. Quando il Gatto e la Volpe (Trichet, Draghi) parlano di ‘sviluppo’ che significa, produrre di più? e per vendere a chi? lo sviluppo capitalistico è ormai impossibile. Questa è una presa in giro. Allungare l’età pensionabile? e i giovani quando lavoreranno? Svendere, svendere, svendere è la parola d’ordine dell’Europa

  32. Alberto Lombardo il 10 nov 2011 alle 8:15
  33. intanto nuova legge elettorale,estensione dei diritti a tutti i contratti di lavoro, togliere tutti i vitalizzi ai parlamentari,affrontare con fermezza il rilancio della cultura scuola lavoro ricerca
    abolire le provincie, comunita montane, cda di tutti i tipi,tassazione dei patrimoni,
    una cosa nn capisco vogliono dare lavoro ai giovani ma mandare in pensione a 67 anni i lavoratori che hanno oggi raggiunto i contributi per la pensione. bo!

  34. carlo ibba il 10 nov 2011 alle 8:16
  35. Togliamo TRE…MONTI con un MONTI

  36. seby il 10 nov 2011 alle 8:17
  37. Come uscire dalla crisi? Semplicissimo!!!

    a) Nominare una squadra di governo (immediatamente) che si caratterizzi per l’assoluto prestigio tecnico e civico di ogni capo dicastero (NOTA BENE: i soggetti nominati potrebbero anche essere europei non italiano).

    b) Indicare un programma di riforme di pochi punti, anche costituzionali, da approvare a tambur battente, che si qualifichi per 3 aree:

    1) Misure anticorruzione e inefficienza nella pubblica amministrazione
    – Nomina di commissari con poteri straordinari esecutivi, che si occupino (nei diversi settori amministrativi) di vigilare e portare avanti una lotta severissima alla corruzione, ai privilegi ed agli sprechi a tutti i livelli di gestione (parlamento, regioni, comuni, enti & ministeri).
    – Inelegibilitá a vita per tutti i politici che abbiano riportato condanne (o assoluzioni senza formula piena) per reati contro il patrimonio o per mafia.
    – Commissariamento immediato di tutti gli enti con infiltrazioni di gruppi e lobby criminali
    – Introduzione di codice etico negli atti costitutivi dei partiti per cui si escludano o sospendano automaticamente tutti i soggetti che possano avere conflitti d’interessi rispetto alle cariche amministrative o che siano indagati per reati contro la P.A., per reati di corruzione o per reati di mafia
    2) Misure in favore del miglioramento dei conti pubblici che includano
    – Vendita e privatizzazione di beni statali e regionali (vendita affidata a team di esperti tecnici di moralità indiscussa)
    – Riforma pensioni
    – Abolizione province, accorpamento comuni, abolizione regioni a statuto speciale e comunità montane
    – Dimezzamento dei parlamentari e istituzione del senato delle regioni, annullamento vitalizi politici
    – Abolizione stipendi e gettoni presenza per consiglieri comunali. Per i comuni sotto i 100000 abitanti niente assessori. Per i comuni con più di centomila abitanti un massimo di 2 assessori (stipendiati) ogni 300000 abitanti.
    – Abolizione stipendi con mantenimento di un minimo gettone presenza (rimborso spese minimo) per consiglieri regionali. Nomina di un massimo di 2 (stipendiati) assessori ogni 300000 abitanti per le regioni (stipendio dimezzato rispetto al presente)
    – Stipendio dimezzato per tutte le cariche politiche (nazionali, regionali e comunali).
    – Lotta all’evasione con tolleranza zero, patrimoniale, (condono straordinario tombale per i fondi all’estero e le false dichiarazioni con l’opzione di pagare sanzioni con acquisto di titoli di stato in misura del 70-80%)
    3) Misure in favore della crescita e occupazione
    – Destinazione straordinaria dell’8/1000 (per tre anni) non agli enti confessionali ma per la realizzazione di lavori infrastrutturali per la messa in sicurezza del territorio (creazione posti lavoro).
    – Reintroduzione dell’ICI con destinazione del ricavato interamente a favore della creazione di lavoro a protezione di più deboli nel territorio da cui si ricava ICI (a favore di soggetti anziani, soggetti con handicap, bambini di famiglie svantaggiate)
    – Detassazione al 100% (per 3 anni) sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato (in assenza di nuovi licenziamenti)
    – Misure per facilitare accesso a prestiti agevolati per aziende che investono in ricerca e/o nuova creazione lavoro
    – Gabbie salariali a favore delle aziende estere che decidono di stabilire aziende nelle aree economicamente depresse del paese
    – Sei mesi di servizio civile per tutti i 18enni (esempio disbrigo pratiche semplici, pulizia strade).
    – Grande piano carcere per facilitare pene alternative ed al contempo garantire nuove costruzioni capaci di dare nuovo lavoro e dignità ai detenuti.
    – Emersione dal lavoro nero con sanzioni severissime a tutti i livelli.
    – Facilitare immigrazione di extracomunitari con titoli di studio e qualifiche superiori.
    – Assegnazione di tutti immobili fatiscenti e sfitti con il solo obbligo di ristrutturazione e manutenzione secondo standard architettonici adeguati al contesto (uffici tecnici danno indicazione).

  38. Enzo il 10 nov 2011 alle 8:18
  39. Dai Peru che tra poco non saprai più di cosa parlare, potrai continuare a non combinare alcunchè nella tua vita, nella tua vita da bradipo potrai dormire sonni tranquilli sia di giorno che di notte senza lo spauracchio di Berlusconi…..secondo te sbattuto fuori dalla politica….Cosa può anche ottenere uno come Berlusconi? Io ora mi riterirei su un’isola deserta con miei soldi alla faccia vostra….Anzi se ora non fosse allagata andrei proprio in Thailandia dove tutto che costa anche niente!

  40. Fabio il 10 nov 2011 alle 8:18
  41. come ci possono governare e proporre ricette per la crisi, se non conoscono neanche il lessico economico……..siamo in balia del nulla

  42. Manuela il 10 nov 2011 alle 8:20
  43. Rizzo offende. Per lui i soli di “sinistra” sono lui e i “suoi” e quelli come me, di sinistra da sempre, sono solo “tifosi” con senso di dsiprezzo e di sua pretesa superiorità.
    Noi staimo giocando la partita, lui e i suoi sono i tifosi, solo tifosi della curva nord.

  44. nando scotti il 10 nov 2011 alle 8:21
  45. il diavolo non può essere scacciato da satana….VERGOGNA

  46. teocoli il 10 nov 2011 alle 8:29
  47. Prima si deve far pagare ai più ricchi. Smettete di colpire la classe media ed il pubblico impiego,smettete di colpire i diritti dei disabili. Noi italiani siamo anche orgogliosi di pagare di più per salvare il Paese.
    Ma prima i politici si riducano e pesantemente lo stipendio, le auto blu (devo ricordare i guadangi della Monetti o del trota?) dando così un segnale serio, poi si faccia una vera patrimoniale sui grandi patrimoni, si tassino le rendite finanziarie, si tassino di nuovo i proventi dello scudo fiscale (e non parlatemi di patto stipulato con degli evasori, visto che con il sottoscritto il patto lo hanno fatto mi pare eppure continuano a bastonarmi).
    Poi eliminate i pagamenti in contanti e vedrete che il nero viene fuori eccome, e per favore fate una vera lotta all’evasione fiscale.
    Arrivederci

  48. Francesco Di Gangi il 10 nov 2011 alle 8:38
  49. Vorrei rispondere all’on.GALLI che ha fatto il solito ragionamento leghista secessionista da grande demagogo,che se un ‘azienda ha dei problemi va a vedere dove sono e taglia, visto che tutti i parlamentari sono dei dipendenti di Noi cittadini nella nostra Azienda ITALIA il problema e’ stato il suo governo quindi siete da tagliare ANDATEVENE SIETE DEI FALLITI riduciamo la spesa pubblica andate tutti a ZAPPARE ma non ne siete degni.

  50. seby il 10 nov 2011 alle 8:43
  51. Ls spesa pubblica complessiva (Stato, regioni, province e comuni), dati Istat, dal 2001 al 2010 è aumentata continuamente, escluso solo il 2010 dove si è assestata sui valori del 2009.
    Siamo seri, questa classe politica tutta ha continuato a farla uamentare e dovrebbe essere la stessa che si impegna a ridurla?
    Questi discorsi sono ridicoli. E poi, che vuol dire ridurre la Spesa pubblica? Eliminare tonnellate du sprechi, enti inutili e altro ancora o colpire stipendi e pensioni di dipendenti pubblici? Chi oggi parla di elininare ceti soprechi è il primo che li ha favoriti.

  52. Francesco Di Gangi il 10 nov 2011 alle 8:52
  53. Concordato fiscale con la Svizzera,imposta sui grossi patrimoni (non solo i grossissimi),eliminazione dei privilegi scandalosi alla Casta parlamentare e non,monitoraggio delle spese,considerato che lo spreco é un costume italiano o per dirla meglio una malattia grave,che ci ha portato sull’orlo del burrone. Complimenti Vianello per aver invitato una persona seria quale è Boccia,insieme all’ondivago,furbetto Straquadanio (fra l’altro anche volgaruccio,come lui sa benissimo),che non riesce ancora a capacitarsi che il deteriore berlusconismo,grazie al quale ha potuto quotarsi è davvero alla fine. Molti sperano che Berlusconi dopo un periodo di riposo risorga,perché senza di lui andrebbero al macero,anche se Straquadanio che la sa davvero lunga riesce con una disinvoltura gattesca a rimanere sempre a galla.

  54. Nicolag il 10 nov 2011 alle 9:03
  55. quanto costerà a noi cittadini italiani la nomina di monti a senatore a vita? mi sembra una persona ancora abbastanza giovane e in bone condizioni di salute!

  56. rosa il 10 nov 2011 alle 11:10
  57. Nuovo governo????? Cosa farei io.

    Siccome io sono un sognatore, ecco cosa vorrei fare se io fossi a capo del governo in questo momento di crisi:

    Contratto con l’Italia – lista sul da fare con priorita':

    1) Sanare il debito pubblico:
    a) Ridurre il numero di onorevoli e deputati alla camera e al senato.
    b) Ridurre/eliminare i senatori a vita.
    c) Ridurre/eliminare le auto blu.
    d) Ridurre drasticamente la paga de politici.
    e) Ridurre drasticamente i benefici ai politici.
    f) Eliminare completamente le provincie.
    g) Cambiare la legge sulle pensioni per eliminare la possibilita’ di avere persone con pensioni che equivalgono a paghe per dirigenti aziendali.
    h) Ridurre impiegati dei comuni ad un numero che rappresenti gli abitanti del comune.
    i) Eliminare l’uso dei consulenti.

    2) Cambiare le leggi elettorali:
    a) Devono essere gli italiani ad eleggere i politici a cominciare dal presidente della repubblica fino all’assessore comunale.
    b) I partiti possono proporre ai cittadini la lista dei politici che vogliono proporre.
    c) Piu’ di un politico potrebbe essere proposto da un partito per la stessa posizione.
    d) Le elezioni primarie deciderebbero chi dei politici presentati da un partito continuera’ contro gli altri politici di altri partiti.
    e) Ridurre la durata delle cariche a non piu’ di due legislazioni per dare modo ad altri cittadini di guidare il paese con nuove idee.

    3) Standardizzare la sanita':
    a) Il cittadino italiano non dovra’ vedere nessuna differenza nella sanita’ tra una regione e l’altra.
    b) Costo del ticket uguale per tutti.
    c) Lista di attesa per erogare servizi gestita da un centro nazionale.
    d) Il cittadino puo’ scegliere il medico curante.
    e) Incentivare i medici privati a fare anche il medico curante.

    4) Cambiare/introdurre leggi sull’etica:
    a) Responsabilizzare i politici o cittadini che spendono soldi pubblici.
    b) Responsabilizzare i politici o cittadini che sperperano i soldi pubblici.
    c) Responsabilizzare i polittici o cittadini che non completano opere pubbliche.
    d) Reponsabilizzare i politici o cittadini che causano o aiutano a causare disastri.

    5) Andare al voto nei prossimi tre mesi.

  58. Sognatore il 10 nov 2011 alle 12:13
  59. Vorrei chiedere al presentatore, al quale faccio i miei complimenti per lo stile signorile moderato nonchè scherzoso con cui conduce, perchè nella presentazione dei giornali non figura mai l’Avvenire. Grazie

  60. Favaro Luigi il 18 nov 2011 alle 10:26

Scrivi un commento

Calendario

novembre: 2011
L M M G V S D
« ott   dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930