Rai 3

10 novembre Per Monti ma non per tutti

Agorà, Talk

La candidatura di Mario Monti alla guida di un nuovo governo si consolida di ora in ora e le borse e lo spread riprendono fiato. Ieri l’economista è stato due ore a colloquio con Giorgio Napolitano. Oggi al Senato è atteso il voto per il maxiemendamento, voto che aprirà le porte alle dimissioni di Silvio Berlusconi. La fase successiva è tutta da definire, anche se appare chiaro che la Lega e l’Idv, apertamente contrari ad un governo tecnico, staranno all’opposizione. Posizione strategica in vista delle elezioni? Ne parliamo, tra gli altri, con Nicola Latorre, Carlo Giovanardi, Davide Boni, Pancho Pardi, Benedetto Della Vedova, Francesco Storace, Maria Latella, Dominick Salvatore, Giovanni Anversa.

Tags: , , , , , ,

23 Commenti su Per Monti ma non per tutti

  1. Il buzzurro cicisbeo miliardario Berlusconi della destra filo-classi-privilegiate,
    puttaniere, filo-evasori, falso-bilancista, anti-intercettazioni, anti-processi-istituzionali,
    filo-prescrizione-accompagnata-da-allungamento-periodo-di-difesa, filo-corrotti,
    anti-giornalismo-libero, ecc… ecc…

    ha già cambiato idea
    per mandare ulteriormente
    “A picco Bossiano” l’ Italia
    in funzione dei propri più sporchi interessi.

    Speriamo che l’ intelligente Presidente Napolitano non si faccia prendere per fondelli
    dal buzzurro che vuole continuare ad affondare il paese per i propri miseri interessi
    e prosegua con estrema decisione nel suo affidamento del governo dell’ Italia
    all’ economista Monti,
    unica speranza di bloccare la micidiale speculazione internazionale contro l’ Italia,

    in attesa di potere proseguire

    immediatamente dopo a nuove votazioni!!!!!

  2. Peru il 11 nov 2011 alle 2:41
  3. Boni parla di museo egizio, ma ha visto bene Bossi e Berlusconi?

  4. nando scotti il 11 nov 2011 alle 7:45
  5. il mondo economico ricatta l’italia come alla fiat ,o firmi o fallisci

  6. francesco il 11 nov 2011 alle 7:46
  7. Vianello, che trasmissione oggi!!!! Falli esprimere sui programmi invece che sulle loro solite beghe. Non interessano. Non cadere nel trabocchetto dell’audience. Oggi la trasmissione è in discesa, per non dire noiosa. Confronto sui programmi e vedrai che cominceranno a balbettare. Grazie

  8. domenico il 11 nov 2011 alle 7:47
  9. “mentre Sagunto brucia, a roma si continua a discutere”……o a fare campagne elettorali.
    Di Pietro non coglie la drammaticità economica, il rischio di elezioni con questa legge, le elezioni con Berlusconi ancora al governo per la normale amministrazione.

  10. nando scotti il 11 nov 2011 alle 7:49
  11. L’ITALIA sprofonda …..E loro continuano a litigare…..senza parole…

  12. Anna il 11 nov 2011 alle 8:03
  13. sono tutti pazzi! Parlano parlano e stiamo andando verso il baratro.

    Ma se stanno sempre in Tv quando cacchio lavorano?

    Lo sanno che in alcuni reparti di oncologia non hanno più i medicinali antivomito da somministrare prima delle chemio???

    lo sanno che terapie che andavano fatte in regime di ricovero oggi vanno tute in dayhospital??

    Sto lottando contro un cancro da 2 anni ed ho visto la situazione della sanità peggiorare di gorno in giorno…e la chemio la faccio in dh tornando a casa come sto sto!!!

    E questi parlano di che???

  14. rita f de cristofaro il 11 nov 2011 alle 8:05
  15. Ma i pdl ancora parlano? visto che sono le stesse proposte di Berlusconi perchè in questi anni non ne hanno votata neppure una?
    forse perchè dovevano discutere delle leggine loro?

  16. Antonella il 11 nov 2011 alle 8:18
  17. L’economista ospite della puntata che “ha visto i contratti di tutte le industrie automobilistiche” forse non ha considerato la Volkswagen che ha reso operativo da maggio (doveva partire dal 2012) l’accordo stilato con i sindacati tedeschi che prevede un aumento del 3,2% sullo stipendio base annuo e un premiio produttività dell’1% (minimo 500 euro)….. marchionne ha fatto lo stesso????

  18. kales il 11 nov 2011 alle 8:23
  19. Inoltre quando lo stesso “economista” dice che i panni sporchi si lavano in famiglia e che il Financial times in realtà pubblica dicerie da bar, forse non sa che questi giornali hanno i loro corrispondenti che vivono in Italia e quindi conoscono molto bene lasituazione italiana. e poi forse ignora che con la rete si può sapere vita, morte e miracoli di chiunque.

  20. kales il 11 nov 2011 alle 8:27
  21. per concludere, l’economia fatta così come ne parla quel signore siam bravi tutti a farla, basta andare in un qualsiasi bar e senti idee anche più originali e creative…..
    forse è stato compagno di studi di Tremonti e così si spiegherebbero molte cose….. è vero che la scuola è di livello basso perchè ha consentito a queste persone di arrivare sino agli scranni universitari…

  22. kales il 11 nov 2011 alle 8:32
  23. quando cominceranno a parlare e fare i loro “sacrifici”? riduzione del 50% almeno dei loro stipendi, annullamento dei loro privilegi,annullamento dei loro vitalizi ( se io cittadino comune devo lavorare più di 40 anni per avere una pensione), riduzione del numero di tutti loro,e tante altre cose, prima di parlare di sacrifici alla popolazione che tira a campare con 1000 euro al mese? che magari pagano la mensa scolastica dei loro figli 10 euro a pasto, mentre loro pagano un pasto in parlamento una cifra che fa indignare?

  24. mariapina il 11 nov 2011 alle 8:33
  25. E’ chiaro che la popolazione deve poter scegliere un governo dalle caratteristiche politiche,
    o di sinistra più favorevole alle classi più deboli
    o più di destra più favorevole alle classi più privilegiate,
    ma non sono certo 6 mesi per tappare il fallimento in cui Berlusconi stava portando l’ Italia

    a pregiudicare per sempre

    le dovute scelte politiche!!!!!

  26. Peru il 11 nov 2011 alle 8:37
  27. caro giovanardi se non mandavate via i nuovi talenti forse potevano trovare una soluzione agli eventi catastrofici avvenuti in merito alle avverse condizioni atmosferiche potri risponderti a te e quell’altro deficente di leghista ma mi fermo siamo in italia molto professionali ma a voi le persone colte nn servono attenti a tirare troppo la corda però

  28. giovanni il 11 nov 2011 alle 8:40
  29. anche un fannullone serve perchè comunque va a fare dopo la spesa accede ad un mutuo fa figli e quantaltro pensate gente

  30. giovanni il 11 nov 2011 alle 8:42
  31. Il povero Rotondi,
    per poter governare,
    ha bisogno di un’ opposizione che non possa dire il proprio parere!!!!!

  32. Peru il 11 nov 2011 alle 8:43
  33. Sto seguendo la Vostra trasmissione e sono allibita in quanto sento che Boni, il signore in collegamento, si permette di giudicare la sinistra, la fiom, il governo, probabile governo, monti; ma boni non è della lega? questi signori ci hanno portato al disastro con il loro non governo ed hanno il coraggio di crititicare? ma se questo Paese non recupera il senso di responsabilità non potrà salvarsi, chi è in massima parte responsabile della situazione attuale, come la lega e il pdl, deve avere il buon gusto, il buon gusto di stare zitto, stiano zitti. non ho mai sentito da uno degli esponenti di questa rovinosa ex maggioranza una dichiarazione di autocritica, mai,

  34. renata il 11 nov 2011 alle 8:46
  35. Quando sento a chi paghiamo gli stipendi mi viene da piangere, prima si dimezzassero i loro e poi forse possono chiederci ulteriori sacrifici

  36. Antonella il 11 nov 2011 alle 8:51
  37. Nessuno forse sa che in Italia ed in Grecia sono stati inviati gli uomini di Rockfeller e della commissione trilaterale ! Chissà come mai , appunto, Obama se ne interessa così tanto! MEDITATE gente MEDITATE!

  38. Piero il 11 nov 2011 alle 9:21
  39. Come puo’ il capo del governo italiano in un momento di crisi dove bisogna tagliare, tagliare, tagliare e mi va ad appuntare un senatore a vita, come se non ne avessimo tanti.
    Non capisco il perche’ di questa promozione prima che Monti abbia fatto qualcosa per meritarlo.
    E se Monti no risolve la crisi ci troveremo con un senatore a vita in piu’?

  40. sognatore il 11 nov 2011 alle 11:22
  41. son di una destra ma non quella che abbiamo vissuto SECHI ha ragione

  42. gipseppe il 14 nov 2011 alle 8:24
  43. Continuano a parlare del popolo sovrano…Ma quale popolo sovrano…gli unici sovrani in tutto questo tempo sono stasti loro!! Basta! Molto meglio un governo tecnico piuttosto che continuare in questo modo facendo ridere e piangere allo stesso tempo il resto del mondo!!!!

  44. Anna il 14 nov 2011 alle 9:38
  45. Solitamente leggo le notizie sul televideo!! Come mai stamattina non si faceva parola sull’apertura dei mercati e soprattutto sull’andamento dello spread e sono dovuta andare su internet per sapere qualcosa?? Fortunatamente tutto molto positivo..Perchè le cose positive non si comunicano mai??

  46. Lilly il 14 nov 2011 alle 9:42

Scrivi un commento

Calendario

novembre: 2011
L M M G V S D
« ott   dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930