Rai 3

18 novembre Tutti pazzi per Mario

Agorà, Talk

Quali consigli ha portato il primo weekend del governo Monti? La Lega sta organizzando la sua opposizione? E chi altri, oltre al partito della Padania? La società civile intanto vigila e cerca di cogliere segnali da questo nuovo governo. Ne parliamo con Chiara Geloni, Giulietto Chiesa, Piero Angela, Fabrizio Roncone e Salvatore Tramontano.

Tags: , , ,

30 Commenti su Tutti pazzi per Mario

  1. Pdl e Pd + Udc+Fli+Api+Idv appoggiano il governo e sarebbe
    il PAFUDI
    Lega e rifondazione ( anche se non è al governo) si oppongono
    e nascerebbe Rifondazione Leghista oppure RICOLE, quasi come le caramelle.
    Aggiungendo I responsabili che hanno votato per questo governo
    allora ci sarebbe il PARFUDI
    Pero’ come dice berlusconi se il PDL staccasse la spina si chiamerebbe
    ARFUDI per che la P del PDL se ne andrebbe con la Lega e Rifondazione e ne nascerebbe un altro e si chiamerebbe Rifondazione Leghista delle liberta’
    RILELI
    se si aggiungesse alche il SEL si chiamerebbe Rifondazione Leghista della sinistra e delle liberta’. RILESILI
    Che casino !!!
    Credo che Non solo io e voi che leggete non ci avete capito niente, la cosa grave e che nemmeno loro a a Roma hanno capito qualcosa.
    Speriamo che questo governo PIRO-Tecnico faccia davvero sul serio e faccia capire a noi tutti italiani che questi che queste comparse che abbiamo votato se ne stiano a casa a fare meno danni.

  2. Antonio il 18 nov 2011 alle 11:13
  3. Il primo cambiamento che ha portato Monti in parlamento lo trovo straordinario: il Governo è nettamente staccato dalle prerogrative delle due camere. il Governo svolge le sue funzioni, le Camere, in completa autonomia, giudica, propone.
    Il Governo Berlusconi faceva le scelte ma, di fatto, obbligava i deputati e/o senatori della maggioranza a confermarle, pena il licenziamento dal partito. Essi non potevano fare proposte e/o contestare l’agenda del Primo Ministro e quindi non hanno potuto/voluto contrastare le leggi ad-personam come il processo breve, il processo lungo, leggi contro la magistratura, contro la stampa eccetera, facendo scivolare questo Paese verso lidi reazionari.
    Monti sta reinstaurando il giusto rapporto governo/camere restituendo ai deputati e senatori della maggioranza la libertà di esprimere il proprio pensiero. lo ha fatto in un colpo solo, con il suo esempio. Straordinario!
    Mi auguro che alle prossime elezioni l’elettorato di destra sia in grado di capirne la differenza ed incoraggiare il proprio partito a
    candidare membri non presenti in questa legislatura, perchè essi hanno dato prova di non affidabilità democratica, assecondando e sostenendo un uomo pericoloso dal punto di vista democratico. Sono sicuro che il Pdl possa annoverare tra i suoi uomini e donne che attualmente gestiscono regioni e comuni, personalità giuste a rappresentarli in parlamento.
    Per quanto riguarda la Lega Nord, che ha la presunzione di rappresentare tutto il nord ma che in realtà l’ha danneggiato con la mancanza di riforme a sostegno della piccola e media imprenditoria e a sostegno dell’occupazione (pensiamo a quelle migliaia di imprese fallite ed al numero dei suicidi degli imprenditori…), si è incartata con la fissa puerile della scissione e quindi di un improbabile “federalismo” orientato a rendere indipendente il “territorio” del nord a costo di fare passare le leggi antidemocratiche dettate dagli interessi del primo ministro.
    Credo che la gente del nord non sia affatto piu daccordo con la lega ma voglia cambiare pagina cercando di ottenere dal nuovo governo le vere riforme che merita.
    Claudio
    Agorà webopinionist

  4. Claudio Correnti il 19 nov 2011 alle 2:07
  5. Una fase storica declina inevitabilmente ‘quando la politica degli ideali abdica alla burocrazia degli oligarchi plutocratici

  6. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:22
  7. Democrazia è l’amministrazione dei conflitti ideali,ma se non c’è differenza ideale nella rappresentazione partitica degli ideali sociali il parlamento diventa un ‘ammucchiata autoreferente

  8. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:23
  9. N0n più cittadino sovrano ma vittima di un sistema non più DEMOCRATICO ? Quanto manca a far saltare tutto la primavera del Mediterraneo è l’autunno dell’ultimo plutocratico modello occidentale io mi sento 99%

  10. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:25
  11. è QUINTO POTERE ? NOI chi ci rappresenta chi ci difende dai sopprusi dell’INGENUA oligarchia plutocratica che divora anche il suo futuro

  12. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:28
  13. I media autoreferenzianti stanno drogando l’informazione annunciando la priorità di sacrifici anzichè rivolgere l’attenzione verso la denuncia di inefficienza e razionalizzazione del servizio pubblico da ripulire dalle metastasi politiche!

  14. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:32
  15. un parlamentare eletto e non nominato deve essere incensurato e restare in carica per non più di due mandati,chi si dimette non deve passare ad altro deve uscire dal parlamento

  16. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:36
  17. Fare ilparlamentare per 2 mandati deve essere la voglia di migliorare la vita della comunità nazionale e dunque un servizio, non la voglia di una strapagata carriera sempiterna,disposta a tutto pur di garantirsi il privilegio acquisito

  18. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:40
  19. Quando la Lega riformerà il”cerchio magico” pensionando Bossi e riappropiandosi dell’identità primigenia ritovera il consenso elettorale sprecato nel ventennio berlusconiano

  20. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:45
  21. mi auguro che Monti si occupi immediatamente della riforma dello stato e non delle pensioni di anzianità; mi sento un 99%

  22. giampaolo il 19 nov 2011 alle 8:54
  23. La riduzione del potere d’acquisto provocata nel 92 dall’abolizione della scala mobile Un suo ripristino sarebbe funzionale alla predicata redistribuzione della ricchezza da NOI prodotta

  24. giampaolo il 19 nov 2011 alle 9:08
  25. La storia non insegna e le balene oggi spiaggiano

  26. giampaolo il 19 nov 2011 alle 9:22
  27. La patrimoniale non dovrebbe essere pagata sulla prima casa dove c’è un mutuo in corso.
    E’ un’ipocrisia parlare di equità e contemporaneamente dire che debbono pagare tutti.
    Equo sarebbe far pagare solo ai ricchi o solo a chi ha provocato la crisi.
    Purtroppo pagheremo, come già da lungo tempo stiamo pagando, ma non prendeteci in giro parlando di equità, dite piuttosto che vi spenderete per non far aumentare il numero dei poveri.

  28. doria maria rosaria il 19 nov 2011 alle 9:51
  29. Indipendentemente dalla propria maggiore o minore condivisione
    delle idee Cattolico-Bocconiano-Capitaliste del prof. Monti,
    una cosa è certa:

    che smaschererà definitivamente Berlusconi

    come l’ emerito buffone

    che ha contribuito attivamente ad aggravare drasticamente in Italia, in Europa e sull’ intero pianeta,
    l’ ennesima crisi della struttura economica di un capitalismo che,
    tra “Bilancio in pareggio” e “Bilancio in deficit”,
    entrambi già miseramente falliti,

    non sà più che pesci pigliare,
    facendo rinascere,

    tramite gli “Indignadosdi tutto il mondo”,

    una “Lotta di classe” che,

    come per i valori della Rivoluzione francese,

    dichiarati falliti dal Metternich nel 1815,

    ma rinati nel 1848 fino a trionfare completamente,

    solo emeriti idioti come Berlusconi, ed i sui ex-accoliti Bossi, Casini, Fini ecc…

    possono illudersi di poter considerate finita!!!!!

  30. Peru il 19 nov 2011 alle 11:40
  31. Dopo aver appestato tutte le borse, Italiana, Europee, Mondiali, ecc…
    l’ untore Berlusconi ha ancora la presunzione di insegnare a Monti
    quello che deve fare per rimediare alle sue “Porcate”,
    minacciandolo pure buzzurramente di “Staccargli la spina”!!!!!

  32. Peru il 19 nov 2011 alle 13:34
  33. Perchè i dirigenti della sinistra continuano a far passare prioritariamente provvedimenti che penalizzano il loro elettorato per poi andare all’opposizione alle elezioni successive a tutti i governi tecnici

  34. giampaolo il 19 nov 2011 alle 18:18
  35. SVEGLIATEVIm oppure siete collusi in patto scelerato?

  36. giampaolo il 19 nov 2011 alle 18:20
  37. in valori semplici ed assoluti qual’è la differenza tra destra e sinistra, ditecelo così possiamo capire anche NOI

  38. giampaolo il 19 nov 2011 alle 18:23
  39. La vera opposizione oggi non la si deve fare contro questo governo. per lo meno non oggi, quando ancora non conosciamo la sua rotta precisa. Oggi abbiamo l’opportunità di tentare di reinstaurare i principi morali contenuti nella nostra magnifica costituzione originale.
    Vorrei che Monti ed una nuova mentalità del parlamento sia in grado di mettere fine a questo scempio democratico che prevede da una parte l’innalzamento dell’età pensionabile, basato sulle aspettative statistiche di morte del cittadino, a 67 anni in barba a quei giovani che aspettano il loro turno per lavorare, mentre si consente ad una Cicciolina di percepire da questo anno 3000 euro al mese di pensione parlamentare per aver messo il suo sedere sullo scranno per cinque anni. Lei, come ormai migliaia di eletti dal dio in terra chiamato potere, non aspetterà i 67 anni come i lavoratori, lei no.
    cinque anni di camera, pensione a vita a cominciare dai 60 anni.
    che schifo.
    Claudio
    Agorà webopinionist

  40. Claudio Correnti il 19 nov 2011 alle 22:45
  41. è compito di voi media pascolare nel pollaio valori EPICI ed etici favoleggiando di dignità ed orgoglio,purgandoci dalla corruzione intellettuale facendoci razzolare in un sanon populismo

  42. giampaolo il 20 nov 2011 alle 7:32
  43. Un saggio disse “odio gli indifferenti” ed io aggiungo,e chi non sa o non vuole coinvolgerli

  44. giampaolo il 20 nov 2011 alle 7:50
  45. LA finanza va gestita dalla politica,dunque sarebbe sufficiente bloccarein borsa le vendite allo scoperto dei titoli e tassare la volatilità speculativa

  46. giampaolo il 20 nov 2011 alle 10:00
  47. DOMANDA? NON BISOGNA RIORGANIZZARE LE FORME DEL CREDITO, DANDO PIU’ SPAZIO ALL’ ECONOMIA REALE, ORA I GOVERNI DELL’ UNIONE EUROPEA, DEGLI USA E DELL’INGHILTERRA NON POSSONO PIU’ FAR FINTA DI NON VEDERE GLI SPECULATORI O FAR PASSARE LISCIA CHI BUTTA I TITOLI VUOTI IN BORSA PER CERCARE SOLDI E PORTA I PROPI SOLDI ALLE CAIMAN IMPOVERENDO IL TESSUTO DELL’ECONOMIA REALE,
    NUOVE REGOLE NELLE BORSE DELL’EUROPA E DI WALL STREET!!!!!
    O SARA’ LA FINE DELL’IMPERO DELL’ECONOMIA SUL MERCATO DEI CONSUMI

  48. FANTONI ROMINA il 20 nov 2011 alle 11:10
  49. Oggi stiamo vivendo una profondissima crisi del capitalismo, e le ragioni sono la strutturale sovrapproduzione del sistema di mercato che ha portato alla finanziarizzazione dell’economia, e che in tempi non troppo remoti avrebbe già scatenato una nuova guerra mondiale. Molti pensano comunque che il sistema sia in grado di autocorreggersi, lasciando in mano la gestione dell’ipotetica soluzione della crisi agli stessi che l’hanno generata, e cioè quell’1% della popolazione, che detiene, attraverso la rapina del profitto, la maggioranza della ricchezza prodotta a livello mondiale! Certo, siccome in questo modello di società, la classe dominante è la borghesia, e la natura dei governi e dell’apparato degli Stati è di fatto una loro proprietà che ne porta avanti gli interessi, per loro diventa facile ricattare i popoli, il 99%, e dire che devono essere questi ultimi, che con l’utilizzo dei soldi degli Stati si sono visti accollare i debiti privati di banche e multinazionali salvando così il capitalismo dalla bancarotta, a dover pagare la crisi dovuta all’aumento dei debiti pubblici, se non si vuole che si chiudano le fabbriche e i Paesi non vadano in default! Come soluzione, questa dittatura dei mercati, che si esprime attraverso il braccio armato della BCE in Europa e del FMI, chiede, per fare ripartire l’economia, di avere la possibilità di fare ulteriori profitti attraverso la privatizzazione degli stati sociali nazionali e l’ulteriore precarizzazione dei diritti dei lavoratori, mettendo a governare, visto che non si fidano troppo dei loro lacchè politici, degli uomini a loro vicini, come Monti in Italia e Papademos in Grecia! Lo shock e la paura di questo capitalismo in fallimento, potrà anche creare un consenso inerziale verso questi cosiddetti “Salvatori della Patria”, ma il prossimo decennio sarà, ha dispetto di quello che sognano i padroni, un periodo sociale altamente instabile, come vediamo già adesso nei paesi arabi, e in quelli europei e nord-americani con i movimenti degli “Indignatos” e di “Occupy Wall Street”, che al di là delle loro posizioni politiche attuali, guarderanno crescere il loro livello di coscienza e di appartenenza a una classe lavoratrice di livello internazionale, classe che dovrà necessariamente scontrarsi sempre più in futuro con quella contrapposta borghese, per poter toglier dalle mani di quest’ultima l’enorme ricchezza accumulata! Ricchezza che dovrà servire all’umanità per realizzare una vera democrazia e la possibilità di una crescita economica che sia sostenibile e per tutti! Per fare ciò bisognerà lottare per un’economia completamente pubblica e collettiva, che venga posta, dal basso, sotto il controllo diretto dei lavoratori/cittadini, e che per iniziare parta da un programma di nazionalizzazioni, con esproprio dei grandi capitali, di banche e mezzi di produzione, mettendo come elemento fondamentale di riferimento i bisogni dei popoli e non il mercato con la logica criminale dei profitti! “Occupy Wall Street”! Rivoluzione mondiale! Gian Pietro Montanari (operaio delegato Fiom/Cgil iscritto di Rifondazione Comunista Bologna)

  50. Gian Pietro il 20 nov 2011 alle 13:26
  51. Nella civiltà dei consumi,progrttare un qualsivoglia livvello di sussistenza non basta ci vogliono ideali e sogni per perseguirli

  52. giampaolo il 20 nov 2011 alle 16:50
  53. Chi rappresenta oggi il PD qual’è la differenza dal PDL ???

  54. giampaolo il 21 nov 2011 alle 9:04
  55. Se il parlamento non elabora ma vota pedissequamente decisioni presi altrove,che ci sta a fare mandiamoli tutti a casa,che è già un gran risparmio ed un bel segnale al mondo

  56. giampaolo il 21 nov 2011 alle 9:09
  57. Come può un rappresentante della sinistra distinguere le pensioni di anzianità dai diritti del mondo del lavoro?????????????????????

  58. giampaolo il 24 nov 2011 alle 7:50
  59. Spesso e volentieri si da per scontato che i grandi patrimoni siano democraticamente acquisiti,ma con un pò di sano pregiudizio,tassare con la patrimoniale chi probabilmente a capitalizzato sulle debolezze del sistema ITALI mi sembra lecito ed opportuno

  60. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:02

Scrivi un commento

Calendario

novembre: 2011
L M M G V S D
« ott   dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930