Rai 3

23 novembre Crisi: chiude Termini Imerese

Agorà, Approfondimento, Talk

Oggi chiude lo stabilimento Fiat di Termini Imerese. Prima la rottura con Confindustria, poi l’abolizione degli accordi sindacali, la “cura Marchionne” servirà al rilancio del settore auto della nostra industria o è solo l’imposizione della ridefinizione forzata dei rapporti tra i lavoratori e le aziende? Ne parliamo con Giuliano Cazzola deputato Pdl; Savino Pezzotta, deputato Udc; Sergio Cofferati, europarlamentare Pd; Giorgio Airaudo, responsabile nazionale auto della Fiom.

Tags: ,

23 Commenti su Crisi: chiude Termini Imerese

  1. Mi sa che Marchionne,ben pagato,fa ovviamente gli interessi di chi lo paga o di chi consente che venga pagato in quel modo. Ormai Marchionne fa l’americano e il furbo. Forse non ha neanche ringraziato chi in Italia si è messo senza se e senza ma DALLA SUA PARTE,compreso il limpido,ma forse un po’ sprovveduto Fassino. Gli Italiani sono stati gabbati da Berlusconi,che in ogni caso ha usato sorriso,buone maniere e creme di prima scelta,tanto che gli Italiani alla fin fine non lo guardano male,anche se un suo passo indietro il 14.12. avrebbe forse evitato il gran disastro dell’aggravio interessi sui titoli di stato; ora pare che gli Italiani e l’Italia debbano essere gabbati in malo modo e con sorriso sarcastico, da Marchionne l’AMERICANO.

  2. Nicolag il 23 nov 2011 alle 19:31
  3. Gli ignoranti bovari Leghisti della Val Padana,
    alla stregua di Hitler, Mussolini, ecc…,
    non hanno nemmeno la capacità di capire che,
    dato che la specie umana è una sottospecie delle scimmie Africane,
    tutti i popoli della Darwinianamente
    inutile specie batterica umana,
    derivante da ogni sorta di schifezza biologica
    da cui essa ha ereditato la più totale condanna allo sterminio naturale
    nella più totale indifferenza dell’ UNI/MULTI/INFIverso,
    siamo per forza tutti immigrati!!!!!

  4. Peru il 24 nov 2011 alle 2:44
  5. Con governanti di destra ignorantemente attaccati ai propri privilegi,
    della forza di Merkel, Sarcozy, Berlusconi, Bossi, ecc…,
    l’ Europa stà dando a tutti i popoli dell’ ex-Terzo-mondo del pianeta
    la più penosa nonché più lampante dimostrazione della propria imbecillità che,
    come Italia e Germania hanno impiegato secoli per arrivare all’ unità politica,
    invece di continuare a scannarsi l’ un l’ altro come minchioni,
    la rende incapace di creare uno straccio di stato unitario
    su di un pianeta misero granellino di polvere alla deriva nell’ UNI/MULT/INFIverso
    su cui un’Umanità inesorabilmente condannata allo sterminio naturale,
    che stà enormemente anticipando con l’ auto-sterminio ecologico,

    dovrebbe addirittura convivere in una sola nazione planetaria

    per avere una qualche minima probabilità

    di poter sopravvivere

    fino alla propria inevitabile fine naturale !!!!!

  6. Peru il 24 nov 2011 alle 3:33
  7. Il “Povero di cervello” pallone gonfiato cicisbeo miliardario Berlusconi,
    alla stregua del suo mai troppo ammirato socio Gheddafi,
    ormai abbandonato dai suoi ex-compagni-di-merende,
    topi in fuga alla Carlucci dalla nave che hanno affondato,
    per non perdere la “Greppia” parlamentare,

    s’ illude ancora di poter avere una benché minima probabilità

    di poter ancora determinare

    la durata dei governi succeduti alla sua fallimentare era!!!!!

  8. Peru il 24 nov 2011 alle 4:06
  9. mentre scrivo pr 3 volte si è cancellato il msg, volevo scrivere sulla vergogna della Fiat, non ci indignamo per politica condotta dalla Famiglia Agnelli, con la erre moscia hanno regato tutti gli italiani, vi indignatre solo per Berlusconi!!Siete miopi!!continuate a stimare la famiglia Agnelli e ad acquistare le auto Fiat!! Pensate al tesoretto all’estero!

  10. MARGHERITA SAVONA il 24 nov 2011 alle 7:52
  11. I nostri politici non sono dacordo con la patrimoniale, sapete perché ?
    e molto semplice, I nostri politici si sono a richitti facendo la politica da anni ,per forza non lo voteranno tutti a favore .parvero monti che deve aver che fare con I ladri in parlamento e le banche ladri più grossi.

    sauti
    sepid

  12. SEPID il 24 nov 2011 alle 8:03
  13. Nella civiltà dei consumi,progettare un qualsivoglia livello di sussistenza non basta ci vogliono ideali e sogni per perseguirli

  14. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:28
  15. il PD/L chi rappresenta dov’è la SINISTRA?

  16. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:30
  17. Proprio i sindacalisti che hanno sottoscritto gli accordi che hanno distrutto i sindacati,sono responsabili del disastro industriale italiano perchè hanno delegato alle plutocrazie le scielte Politice

  18. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:39
  19. Minchionne affonda FIAT esattamente come Debenedetti affondò l’OLIVETTI

  20. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:41
  21. mi auguro che Monti si occupi immediatamente della riforma dello stato e non delle pensioni di anzianità; mi sento un 99%

  22. giampaolo il 24 nov 2011 alle 8:44
  23. Come può definirsi di sinistra un politico che inerte subisce modelli sterili borghesi e fallimentari a discapito dei suoi elettori che continuano a sperare in un sussulto di identità e di dignità?

  24. giampaolo il 24 nov 2011 alle 12:49
  25. Al PD/L con premier Monti bisogna calendarizzare l agenda mettendo al primo posto non le pesnsioni ma il recupero del MALTOLTO non solo economico ma anche in diritti sociali dei lavoratori dipendenti

  26. giampaolo il 24 nov 2011 alle 12:53
  27. Se la plutocrazia è di destra anche la mafia è di destra,ma non l’Italia che nella costituzione rileva di essere REPUBBLICANA

  28. giampaolo il 24 nov 2011 alle 12:58
  29. La sinistra continua ad auto castrarsi imponendosi continue autocritiche revisioni anche fondanti la propria identità politica BASTA fate la sinistra

  30. giampaolo il 24 nov 2011 alle 13:05
  31. IL 99% sono la sinistra non fate sofistici distinguo che inducono solo confusione negl’intenti e nelle identità sociali

  32. giampaolo il 24 nov 2011 alle 13:08
  33. Che effetto ragazzi vedere i 3 rappresentanti di Germania, Francia e Italia,
    le 3 maggiori potenze economiche europee,
    soci fondatori della UE!!!

    MENO MALE CHE SILVIO NON C’ E’!!!!!

  34. Peru il 24 nov 2011 alle 13:33
  35. Non appena il tecnico Monti
    avrà rimesso l’ Italia economicamente in carreggiata,
    dopo lo sconvolgente tsunami Berlusconiano-Bossiano-Tvemontiano-Casiniano-Finiano,
    si potranno tenere le nuove votazioni politiche
    che permetteranno agli Italiani di decidere come suddividere tra la popolazione il PIL nuovamente prodotto,

    se in modo sperequato secondo gli interessi

    del cicisbeo miliardario Berlusconi

    ed i suoi soci della destra,

    o secondo le indicazioni meno sperequanti della sinistra!!!!!

  36. Peru il 24 nov 2011 alle 13:58
  37. Oggi ha detto il Preside Monti che ogni paese faccia i compiti a casa sua e giusto ,ma povero preside non sa che il nostro parlamento e pieno di Pierini ,.lo sapete che il Pierino non andava a scuola ma quando andava era la domenica ,!

  38. SEPID il 24 nov 2011 alle 14:16
  39. Siamo buffi, tragicamente buffi! L’ inflazione è una bufala! è dagli anni 60 che l’oro rispetto al denaro non c’è più!Fu una scelta decisa per iniziare a dominare il mondo,ma possibile che una verità così chiara non sia visibile? Solo Grillo se ne accorto, no ,non è da votare ,ma è da credere!Il golpe c’è fatto da Napolitano,scavalca il popolo e fa lui, ma va,va chi prendono in giro? Me no!!! Facciamoci fregare di nuovo: pensioni ,ICI, ecc. ecc. La prossima legislatura si tagliano le indennità! Gia! Ma la prossima!!! Ma su basta ! Sembra un cartone animato!

  40. Paolo Romanello il 30 nov 2011 alle 22:22
  41. Il mio commento è in attesa di moderazione, il Parlamento Italiano ,no! Napolitano ha deciso,ci ha messo lui il presidente del Consiglio giusto, perchè Berlusconi modificava in peggio la borsa, ma dai! Si è visto come la modificava,per aiutarla hanno dovuto unirsi banca U.S.A. e banca centrale Europea, altro che Berlusconi!!Possibile che siamo un popolo così credulone?Non c’è lavoro ! Come fa l’Europa a competere con paesi in cui la mano d’opera costa 24 dollari al mese? I sindacati andrebbero la ,perchè la Germania,grande Germania non ci dice che il colosso MAN ha lasciato a casa 5.000 dipendenti? Forse il buon Monti serve più a loro che a noi!!! Meditate gente meditate!!!

  42. Paolo Romanello il 30 nov 2011 alle 22:38
  43. Che si prenda la fabbrica di Termini Imerese la si REGALI ad i Cinesi con obbligo d’assumere in compartecipazione agli utili i Lavoratori..e si faccia CONCORRENZA come i Cinesi sanno fare assai bene alla al ex produttrice d’auto italiane ! Concorrenza da fare in Italia stessa e nel mondo e NOI contribuire a comprare quando si può queste auto e NON più quelle di prima..
    Morando

  44. SERGIO MORANDO 626/94 - 81/2008 Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia il 01 dic 2011 alle 8:46
  45. Non solo la FIAT a Termini Imerese da scandalo. Si poteva trovare una soluzione diversa ma QUALCUNO ha preferito sperperare i soldi dei contribuenti che potevano generare posti di lavoro e riconvertire l’industria automobilistica in quella televisiva e cinematografica. Ma a chi hanno pestato i piedi? Chi ne ha parlato oltre loro?

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/03/disastro-agrodolce/174896/

  46. Enzo il 05 dic 2011 alle 10:51

Scrivi un commento

Calendario

novembre: 2011
L M M G V S D
« ott   dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930