Rai 3

1 dicembre La recessione non è un pranzo di gala

Agorà, Talk

Mentre un giovane su tre in Italia non lavora, il divario tra nuove e vecchie generazioni nel mondo del lavoro diventa sempre più grande. L’annuncio da parte del governo Monti di un pacchetto di misure sulle pensioni sembra essere all’insegna del sacrificio. Ma servirà ad aiutare i giovani?
Ospiti in studio: Giorgia Meloni, deputata del Pdl, Debora Serracchiani, europarlamentare del Pd; Luigi Angeletti, segretario generale Uil; l’imprenditore Giancarlo Buffo; i giornalisti Nello Ajello e Alessandro Sallusti.

Tags: , , , ,

3 Commenti su La recessione non è un pranzo di gala

  1. Per confrontare i vari sistemi previdenziali europei bisogna consultare il sito della UE (in particolare il missoc). Noi andiamo in pensione più tardi della Germania e della Francia (con l’eccezione per le donne). Anche negli altri paesi ci sono le pensioni anticipate per i lavoratori di lunga carriera. I nostri contributi sono i più alti. Mi sembra che l’on Meloni confonda il metodo di calcolo contributivo, con il sistema di finanziamento “a capitalizzazione”. Anche con il metodo contributivo le pensioni si pagano con i contributi pagati dai lavoratori attivi, perchè il nostro è e resta un sistema previdenziale a “ripartizione”. Quanto alla media delle retribuzioni: Con il metodo contributivo si prendono a base le retribuzioni di tutta la vita con il sistema retributivo la media di alcuni anni, ma già la riforma Amato aveva introdotto l’allargamento della media e per chi ha iniziato a lavorare dopo il 92, il calcolo retributivo si fa su tutta la vita. La vera differenza sta nel rendimento che nel caso del contributivo aumenta con l’età. Ho l’impressione che pochi conoscono la materia.

  2. Luigi Mancuso il 02 dic 2011 alle 8:12
  3. Il blocco dell’adeguamento delle pensioni corrisoponde ad un aumento del prelievo fiscale solo per i pensionati: E’ equo tutto questo?

  4. Luigi Mancuso il 02 dic 2011 alle 8:15
  5. Sempre di piu’ si saranno giovani che non lavorano .

    Se non si fa nulla per aiutare le PMI italiane a resistere sul mercato.

    Da gennaio i 57 dipendenti delle mie società saranno 57 giovani in piu’ che non avranno lavoro

  6. enrico panzuti bisanti il 02 dic 2011 alle 15:41

Scrivi un commento

Calendario

dicembre: 2011
L M M G V S D
« nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031