Rai 3

12 dicembre Casta e avanza

Agorà

Mentre i sacrifici richiesti agli italiani dalla manovra Monti sono immediati, il taglio alle indennità dei parlamentari sembra attestarsi su tempi decisamente più lunghi. Potrà e dovrà metterci mano il Governo? E chi non paga la manovra? Ne parliamo con Maurizio Paniz, deputato Pdl, Paola Concia, deputata Pd; Paolo Cirino Pomincino, esponente Udc; i giornalisti Antonello Caporale, Filippo Facci e Eric Jozsef.

35 Commenti su Casta e avanza

  1. Dite per favore a Paniz che le persone normali prendono 1250 euro di stipendio al mese e con 270 euro ci pagano l hotel per due persone per una settimana. Se non ci crede sono disposto ad inviare busta paga, conto bancario e ricevute.
    Saluti
    Alessandro

  2. Alessandro Andreini il 13 dic 2011 alle 7:21
  3. Proporrei una colletta per il povero Paniz. Ma non facciamo ridere!!

  4. AntonellaRoma il 13 dic 2011 alle 7:22
  5. Una questione di fondo, per quale motivo lo stipendio del parlamentare deve essere parametrato a quello dei parlamentari europei mentre quello dell’operaio o dell’impiegato no?
    Noi italiani (del ceto medio abbiamo gli stipendi più bassi di europa, penso che possiamo permetterci solo parlamentari con gli stipendi più bassi di europa. Poi dato che spesso sono i primi che parlano di meritocrazia, li pagherei in base ai risultati. Data la situazione lascio a voi immaginare quanto meritano….

  6. Roberto A. Roma il 13 dic 2011 alle 7:22
  7. confrontano le indennità con la Germania ma non confrontano la proporzione delle paghe degli operai della wolksvagen con i loro deputati e le paghe dei nostri operai della Fiat con i nostri deputati

  8. pascuttini antonino il 13 dic 2011 alle 7:31
  9. Facci ha perfettamente ragione! Ed anche Cirino Pomicino. Invece di interessarci della qualità dei parlamentari si fanno tante chiacchiere inutili solo sullo stipendio. I parlamentari devono essere pagati bene ed essere capaci ed onesti. Parlaimo di queste cose.

  10. gaetano il 13 dic 2011 alle 7:41
  11. SEGUO COME TUTTE LE MATTINE LA VOSTRA TRASMISSIONE. VISTO CHE SI PARLA DI BUSTE PAGA CI DITE GENTILMENTE QUALE E’ LA TASSAZIONE IRPEF APPLICATA CHE MI RISULTA ESSERE DEL 19%. GRAZIE

  12. CLOTILDE il 13 dic 2011 alle 7:44
  13. casta e avanza. fate pagare gli stipendi dei politici dai comuni al parlamento dai rispettivi partiti di appartenenza usando il rimborso elettorale, vedrete che la soluzione viene da se, Giaci

  14. giaci il 13 dic 2011 alle 7:49
  15. come afferma onorevole Pomicino sembra che le retribuzioni dei parlamentari siano giuste per evitare forma di corruzione da parte della finanza, ma allora i vari procedimenti penali nei confronti di parlamentari per corruzione sono tutti falsi?

  16. giovanni il 13 dic 2011 alle 7:51
  17. La questione è sì quanto vengano pagati, ma ancora più (mi viene il pensiero) PERCHè?Adesso abbiamo un governo DI TECNICI…e i nostri politici?hanno fallito su tutta la linea!!!e quindi perchè dovremmo pagare un insieme di persone che non hanno fatto il loro dovere?nel mondo normale e civile in certi casi si andrebbe a casa!
    nessuno dice che dovrebbero fare la fame, si parla del fatto che dovrebbero essere pagati per il loro lavoro, quel lavoro che è onore CONCESSO dagli italiani e ONERE che li costringerebbe a presenziare a ogni votazione e avere una coscienza della loro funzione…di tutela di coloro che li hanno eletti!!!

  18. Pamela il 13 dic 2011 alle 7:52
  19. Io ho lavorato per una grossa azienda e il DG, con impegni di gran lunga più pressanti deigli ospiti politici aveva una segretaria. Mi spiegate perchè loro ne devono avere due ????? Mi spiegate coisa fanno negli alberghi … sarebbe sufficiente una convenzione con alcuni alberghi di Roma e basta. Quando girano per l’Italia vadano a loro spese e non si facciano pagare la campagna dai contribuenti. Infine … se non gli sta bene si ricordino che nessuno gli ha obbligati a fare politica.
    Eraldo

  20. Eraldo il 13 dic 2011 alle 7:52
  21. il vero problema non è lo stipendio in se ma la qualità del lavoro svolto dai nostri parlamentari che non giustifica la cifra percepita!!
    PAGHIAMO 14000 EURO a persone che ci hanno portato sull’orlo del fallimento per salvagaurdare agi e privilegi di pochi a scapito della maggioranza della popolazione.

  22. enzo il 13 dic 2011 alle 7:52
  23. Volevo fare un piccolo appunto alla teoria di Cirino Pomicino secondo il quale i parlamentari devono essere pagati bene perchè altrimenti sono facilmente corruttibili……peccato che esistono centinaia di migliaia di agenti di polizia che, pur guadagnando una miseria, fanno tutti i giorni il proprio DOVERE rischiando anche la propria stessa vita!!!! E pensa forse che abbiano meno resposabilità sulla vita di tutti i giorni di ogni cittadino????

  24. lucy il 13 dic 2011 alle 7:52
  25. se un parlamentare che guadagna tutti questi soldi si fa corrompere, bisogna arrestarlo e metterlo in galera un giorno per ogni italiano che a preso in giro

  26. camil il 13 dic 2011 alle 7:54
  27. il sig Pommicino parla di condizionamenti che i poteri forti possono attuare con gli stipendi bassi. Ma io mi chiedo come faccio a fidarmi di persone che votano una mozione come quella che è stata votata su Ruby con quello che guadagnano adesso e come posso fidarmi di persone che votano 40 leggi ad personam

  28. pascuttini antonino il 13 dic 2011 alle 7:54
  29. Visto che secondo Paniz e altri guadagnano di più col loro lavoro tornassero tutti a casa tanto non servono a niente. Ci teniamo il Governo Monti e risparmiamo un sacco di soldi.

  30. AntonellaRoma il 13 dic 2011 alle 7:55
  31. L’ idiotamente fallimentare Economia capitalistica/mercatistica
    reagisce al crollo dei consumi causato dal crollo dell’ occupazione
    determinata da una sempre maggiore automazione
    che stà portando l’ Umanità,
    nel giro di pochi decenni,
    a non avere più alcun bisogno del lavoro umano
    per produrre i consumi dell’ intera umanità,
    facendo lavorare sempre sempre più,
    a salari sempre più bassi,
    il sempre minor numero di occupati,
    allo scopo di abbattere sempre più i costi
    nel vano tentativo di fregarsi sempre più l’ uno con l’ altro
    nello strapparsi l’ uno con l’ altro la coperta sempre più ridotta dell’ occupazione
    con il bel risultato di massacrare sempre più

    un’ occupazione già di per sé totalmente massacrata

    dalla sempre maggiore automazione!!!!!

  32. Peru il 13 dic 2011 alle 7:59
  33. Sto guardando la trasmissione in diretta, qualcuno ricordi a Paniz che lui, come gli altri parlamentari non hanno preso nessun voto di preferenza grazie al porcellum, lui chi rappresenta? quali cittadini, quali esigenze?

  34. Valerio Siracusa il 13 dic 2011 alle 8:00
  35. Sono il presidente della sezione ANPI di osimo a cui é iscritto Umberto Voltolina, cognato di Sandro Pertini. Questi mi raccontava che vi fu un grande imbarazzo tra i parlamentari costituenti al momento della determina del loro stipendio. La soiluzione che uscì da quel divbattito fu di parametrare gli stipendi del parlamento allo stipendi di un metalmeccanico FIAT allora di tutto rispetto rispetto al resto nel mondo del lavoro: e si sentirono gratificati oltre misura. Lo stesso Pertini cedette le sue proprietà terriere per comprare una radio clandestina in Francia. Questi sono uomini che hanno costruito il nostro Paese

  36. Armando il 13 dic 2011 alle 8:05
  37. Far vedere le buste paga dei Parlamentari è apprezzabile, ma sembra veramente un farsa. Innanzi tutto sono troppi, secondo poi non c’è una commissione di controllo (spetterebbe al Presidente, che valuti il loro lavoro. C’è gente che continua a farsi i “cavoli propri” in aula o gioca sul portatile o sull’ipad…Poi vogliamo contare le ore effettive di lavoro? E i vantaggi? E le presenze in tv? Allora non siano ipocriti…Per rispondere a Cirino Pomicino (che non si capisce come sia resuscitato e che ruolo abbia in politica, vista la sua assidua presenza in tv, nonstante dei problemi con la giustizia) abbassare il compenso non incita le persone alla corruzione dei potenti: se uno è disonesto lo è a qualsiasi cifra e non s’accontenterà mai perchè avido!!!

  38. Annamaria il 13 dic 2011 alle 8:08
  39. Una cosa vorrei dire al caro Pomicino: la teoria è giusta, se vieni pagato molto non sei corruttibile, allora nel periodo di Mani Pulite i politici guadagnavano poco?

  40. Giacomo Felix Di Iorio il 13 dic 2011 alle 8:12
  41. Come fà il signor Paniz a essere credibile se ancora crede che Ruby è la nipote di Mubarak, però secondo me non ci crede più.
    E’ proprio con questi parlamentari che non abbiamo un futuro

  42. Enzo il 13 dic 2011 alle 8:12
  43. Come salvaguardano l’autonomia del parlamentare il rimborso delle spese odontoiatriche e delle saune ?

  44. gerlando il 13 dic 2011 alle 8:16
  45. ALLA REDAZIONE: stampate questi post e regalateli ai presenti.

  46. AntonellaRoma il 13 dic 2011 alle 8:21
  47. Se Paniz si merita il suo stipendio, allora io sono la nipote di Mubarak. Dovrebbe solo vergognarsi e andarsi a nascondere

  48. Ruby il 13 dic 2011 alle 8:23
  49. Per equità, ricordare ai signori lì presenti che vanno adeguati alla media europea anche tutti gli altri stipendi italiani, tra cui quelli degli operai e degli insegnanti. Io sono un insegnante in pensione da un anno e prendo 1760 euro al mese dopo 40 anni di contributi. Quando lavoravo non mi veniva data dallo Stato neppure una penna o un’agenda; il computer me lo sono dovuto comprare a mie spese, ci è stato tolto anche lo sconto sui treni che una volta ci era concesso.

  50. GIULIANO GIAZZI il 13 dic 2011 alle 8:24
  51. che tristezza i nostri parlamentari..si vede che vivono su marte..ai poveri tagli subito..l’abbattimento del muro dei privilegi fatica ad avanzare..si discute,discute e non si fa nulla..buonanotte all’italia..

  52. giuseppe il 13 dic 2011 alle 8:32
  53. vi siete dimenticati …il dattore del lavoro dei parlamentari è il cittadino italiano!!!!!!!!!!!!!!!

  54. picasso clara il 13 dic 2011 alle 8:39
  55. la casta vuole allineare le loro indennità alla media europea….vergogna… si preoccupano di questo….e gli stipendi, i salari o le pensioni italiane sono allineate alla media europea? ma di cosa parlano, hanno faccia tosta da vendere anche in momenti di tragedia…ed evitano attentamente di toccare il discorso dei loro assurdi, inconcepibili privilegi in materia di pensioni…bisognerebbe togliere loro il potere di legiferare sulle materie che li riguardano direttamente…

  56. luciana il 13 dic 2011 alle 8:44
  57. Sembra proprio che la questione degli stipendi dei parlamentari sia una bella cortina fumogena per non tirare fuori la questione spinosa dei 18 miliardi di Euro che l’Italia dovrà sborsare per acquistare 131 aerei da combattimento dei quali non se ne sente proprio il bisogno.
    Dopo aver acquistato Tornado, F-16, Eurofighter, aver costruito i nuovi “fabbricatori di vedove” (gli AMX dopo gli F-104) ora ci andiamo a caricare dei JSF F-35, in parallelo con l’acquisizione dell’M-346? Che fra l’altro, per la loro avanzatissima tecnologia, avranno degli ulteriori costi di manutenzione stellari?
    Ho fatto il giornalista aeronautico dal 1994 e conosco molto bene il settore e come vanno certe cose, quello che ci sconvolge (a me e ad altre centinaia di persone che sanno anche loro come vanno queste cose) è che non se ne parli affatto nelle centinaia di programmi televisivi, eppure con quello che costano un paio di quegli aerei (oltre 250 milioni di Euro), quanti pensionati potrebbero avere una vota più dignitosa? Quanti centri ospedalieri si potrebbero aprire in luoghi che non ne hanno? Quanto costerebbe di meno la benzina? Sia l’on. Di Pietro, che l’on. Ignazio Marino, che l’on. Angelo Bonelli, di ben tre schieramenti politici diversi, si sono pronunciati con forza (sull’Ansa) contro questi acquisti…però nessuno, neppure gli stessi promotori anzidetti, ne hanno mai fatto menzione nelle varie trasmissioni alle quali hanno partecipato.
    Giorni fa uno del pubblico di un talk show ha fatto la stessa mia domanda, che è stata tranquillamente lasciata cadere.
    Non ci sarà una forma di veto (imposto da chi? Dal gen. Di Paola?) a parlare in TV di questa cosa?

    Giovanni

  58. Giovanni il 13 dic 2011 alle 8:46
  59. …hanno fallito dovrebbero rimborsare ..un’operaio ha le trattenute o il licenziamento se sbaglia

  60. grazia il 13 dic 2011 alle 8:53
  61. In materia di EQUITA’ anziché lasciare tutto a personali interpretazioni perchè non si istituisce un organismo di governo in grado di controllare e risolvere con leggi alla mano le incongruenze che si riscontrano in vari settori, vuoi che si parli di stipendi, di pensioni e quant’altro… capace di eliminare disuguaglianze e privilegi inaccettabili a vari livelli?
    Non è comprensibile com’è che possano esistere pensioni da novantamila euro al mese (cosa avrà fatto mai costui per meritarsi tanto? E da tanto che non vedo eroi, santi o salvatori della patria.

    Cordiali saluti Ben

  62. Ben da Acquedolci il 13 dic 2011 alle 9:18
  63. Esimio prof. Monti,
    dall’ alto della sua onestà e correttezza,
    che la colloca ad anni luce
    dal gaudente buffone miliardario puttaniere frega-prossimo e frega-regole Berlusconi
    della solita destra filo classi privilegiate,
    ne converrà che un società come quella Capitalista in cui non è “tecnicamente” possibile tassare in alcun modo
    capitali evasi, scudati, patrimoniali ecc… ecc…,
    che alimenta il privilegio più totale a discapito di classi perennemente sfruttate,

    non è che una società infame

    da cancellare inesorabilmente dalla faccia della Terra

    esattamente come già avvenuto per le infami società del passato

    quali quella Schiavista, quella Feudale,

    quella dell’ Ancient regime, ecc… ecc…!!!!!

  64. Peru il 13 dic 2011 alle 9:21
  65. Certo che se tutti i cittadini italiani decidessero il proprio stipendio sarebbe una pacchia!!!

  66. AntonellaRoma il 13 dic 2011 alle 9:38
  67. Paniz mente sapendo di mentire e ci dà del deficiente a tutti… Se per motivi di lavoro vado a Roma o altrove per periodi più o meno prolungati concordo con un Hotel e laddove si paga 3 in linea di massima pago max 1,5. Lo sanno tutti anche i bambini ma PANIZ no, lui no! Lui paga l’intero. Ed ora che ha acquistato casa continua a percepire il rimborso?… povero Paniz che come il Suo mentore lavora sempre 24 su 24 senza vacanze, sabato domeniche ecc. Ma non è lo stesso che si è prestato davanti alla Nazione a sostenere ciò che anche i più beceri ed interessati dell’allegra compagnia hanno rifiutato di accollarsi: la famigerata storia della nipotina di Mubbarach???
    Come diceva quel santuomo di Totò:.. MA MI FACCIA IL PIACERE……!!

  68. Umberto Verona il 13 dic 2011 alle 11:11
  69. lo diceva Orazio, tanta confusione tanta corruzione

    2 semplici provvedimenti, diretti e risolutivi, con norma costituzionale transitoria decennale

    1) tetto agli stipendi pubblici, parapubblici e colegati per 10 anni a 50.000 euro

    2) tetto alle pensioni per 10 anni a 18.000 euro annui e azzerarla per chi ha redditi e rendite proprie

    motivazioni

    1) il debito pubblico e’ della amministrazione statale & c. non dei liberi cittadini, se l’amministrazione ha realizzato un debito titanico strapagando centinaia di migliaia di persone ora per 10 anni ripara la situazione stringendo la cinghia – inoltre cosi’ facendo si otterebbe una purga naturale di tutte le gole profonde che si tuffano nel mondo pubblico solo per soldi e non per adempiere alla funzione pubblica

    2) i contributi previdenziali non sono un fondo di investimento, altrimenti sarebbero volontari e non obbligatori, sono un contributo per aiutare gli sfortunati che si ritrovano anziani, incapaci di procurarsi un reddito e senza alcuna rendita e a cui si da quanto basta per vivere; chi e’ stato fortunato e oggi ricava redditi e rendite da cio’ che ha costruito in vita e’ giusto rinunci al contributo pensionistico, almeno per 10 anni; io sono il primo.

    Grazie

    (un cittadino con i piedi per terra)

  70. Sergio Bello il 14 dic 2011 alle 7:27

Scrivi un commento

Calendario

dicembre: 2011
L M M G V S D
« nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031