Rai 3

13 dicembre Chiesa e Ici: paga pro nobis

Agorà, Approfondimento, Talk

Approfondimento dedicato alla richiesta, che giunge pressante da più parti, che la Chiesa paghi l’Ici, ora Imu, sugli immobili adibiti ad attività turistiche, assistenziali, didattiche, sportive e sanitarie, cioè sugli edifici che ospitano attività che producono reddito. Ne parliamo con Gianfranco Rotondi, deputato Pdl; Mario Staderini, segretario dei Radicali italiani; i giornalisti Stefano Livadiotti e Umberto Folena.

Tags: , , , ,

16 Commenti su Chiesa e Ici: paga pro nobis

  1. alleluia !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Italia in pace.! era ora

  2. SEPID il 13 dic 2011 alle 14:52
  3. Egregio Dott. Vanello,

    Le invio queste mie riflessioni, sperando che vorrà tenerle in considerazione come spunto di dibattito nel corso della Sua trasmissione.
    Nel complimentarmi con Lei per quanto sta facendo, dando voce alla gente che sta vivendo momenti di profonda preoccupazione e disorientamento, La saluto cordialmente.

    Gianfranco
    Roma

    SACROSANTA!! E’ proprio il caso di dire l’applicazione dell’IMU sui beni a reddito della Chiesa!
    Ma secondo le seguenti considerazioni, questo è il GOVERNO DEI BANCHIERI?

    EQUITA’
    Sarà un caso , ma perché il coefficiente di rivalutazione delle rendite catastali relative alle civili abitazioni categoria A, compresa la 1° casa, è stata incrementato del 60% e quella relativa agli immobili delle Banche e delle Assicurazioni, categoria D, è stata incrementato solo del 10%????

    LOTTA ALL’ EVASIONE
    L’Agenzia delle Entrate ha accertato che pressoché tutte le Banche Italiane hanno evaso alcuni MILIARDI di imposte, mediante operazioni finanziare strutturate e finalizzate all’elusione fiscale.
    Con tutte le Banche si è negoziata una transazione, con un abbuono medio del 35% !!
    Ad esempio, Intesa San Paolo, del Super Ministro Corrado Passera, invece dei 450 milioni accertati ne pagherà solo 303!!!
    Non da Meno Unicredit, Montepaschi di Siena etc…
    Per il bicchiere mezzo pieno L’Agenzia delle Entrate ha recuperato qualche Miliardo di imposte evase!
    Per il bicchiere mezzo vuoto, qualche Miliardo è stato regalato alle Banche!
    Proprio mentre vengono richiesti sacrifici, in gran parte dei casi insostenibili e con effetti recessivi, ai pensionati ed al ceto medio ed ai lavoratori!

    SALVAGUARDIA DEI RISPARMI
    La dichiarazione di Monti che la manovra è necessaria per riconquistare la fiducia dei mercati finanziari anche per salvaguardare i risparmi degli Italiani è paradossale, visto che va a colpire la 1° casa che rappresenta anni di risparmi e sacrifici ed oggi è l’unico bene di quasi tutti i pensionati!!
    I risparmi di quali Italiani, considerando la distribuzione della ricchezza: con il 20% della popolazione che ne detiene l’80% e la maggioranza ormai non arriva a fine mese?

  4. gianfranco il 13 dic 2011 alle 16:07
  5. Vi suggerisco di affrontare un tema così delicato co0n l’ausilio di informazioni ampie sulla quantità e qualità di benefici fiscali di cui gode la chiesa cattolica, che potete trovare anche qui http://www.icostidellachiesa.it/?ref=ultimissime .
    Cordiali saluti e complimenti per la coraggiosa iniziativa.
    Giulio C.Vallocchia

  6. Giulio C. Vallocchia il 14 dic 2011 alle 7:11
  7. segnalo:
    http://www.icostidellachiesa.it
    la recente inchiesta UAAR su fondi pubblici ed esenzioni di cui gode la
    Chiesa cattolica, presentata su Raitre e Repubblica TV
    http://www.uaar.it/news/2011/12/05/costi-della-chiesa-presentazione-10-minuti-di-video/
    http://www.uaar.it/news/2011/12/05/costi-della-chiesa-raffaele-carcano-repubblica/

    L’ICI non versata rappresenta solo una piccola parte dei 6 miliardi di
    euro che costa allo Stato mantenere la Chiesa

    Roberto Grendene
    resp. campagne e eventi UAAR

  8. Roberto Grendene il 14 dic 2011 alle 7:17
  9. Ma Rotondi in che paese vive? Cmq non è la prima volta che parla a vanvera, cosa lo avete invitato a fare?

  10. AntonellaRoma il 14 dic 2011 alle 8:31
  11. Nella discussione sull’ICI alla chiesa, ricorre spesso l’argomento “però la chiesa fa tante opere di bene”. Noi vorremmo rivendicare la supremazia della giustizia sociale sulla carità. Non ci sarebbe bisogno di carità se ci fosse un’attenzione istituzionale forte alle disuguaglianze, al riconoscimento dei diritti ed al rispetto della dignità. E dignità è anche non dover fare la fila alle mense dei poveri.
    Stefania Bonatti e Angelo Abbondandolo, Genova

  12. Stefania Bonatti e Angelo Aabbondandolo il 14 dic 2011 alle 8:33
  13. Notizie aggiornate a livello nazionale possono essere consultate a http://www.icostidellachiesa.it

    A livello locale (Firenze)sono presenti su http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=b1.12.11.20.42

    Marco Accorti

  14. Marco Accorti il 14 dic 2011 alle 8:34
  15. Visto che uno degli aspetti più complicati sembra essere capire quali attività, circoli ecc…hanno effettivamente una funzione sociale oppure no…azzardo una proposta…e se fossero i cittadini a segnalare ai propri comuni i locali in cui questa attività è palesemente inesistente???? Io sono cresciuta a Pisa e me ne vengono in mente almeno 5 o 6…quasi tutti i locali che frequento edho frequentato NON hanno alcuna funzione sociale e soprattutto NON HANNO PREZZI PIU BASSI di altri bar, pub ecc…e spesso neanche controllano che i clienti siano effettivamente tesserati! Bhe insomma…non ci sono parole!
    Se ci fosse la possibilità di segnalarli in qualche modo io lo farei!!! Non è giusto che paghino molte meno tasse degli altri nascondendosi dietro la protezione di un presunto circolo.

  16. Leila da Lucca il 14 dic 2011 alle 8:54
  17. Sono un potentato come la politica e senz’altro di più ove al potere Temporale s’aggiunga altresì l’ancor più minaccioso potere spirituale.
    Le curie, arroganti inumane ed inavvicinabili, sono centri di potere e lobby, a loro volta. Sono i…..taxisti delle Anime ed i ….farmacisti dello Spirito.

  18. Umberto Verona il 14 dic 2011 alle 8:56
  19. La chiesa usa i suoi Hotel per il pubblico da anni, a Roma tantissima gente alloggia in hotel gestiti da suore o preti. Questo atteggiamento del Vaticano è estremamente ipocrita e molto poco etico. Ma come si fa a predicare “ama il prossimo tuo” e si agisce “frega il prossimo tuo” Una manina sulla coscienza farebbero bene a passarsela. E che la smettano di dire che la chiesa è un ente no profit…..si facesse un’indagine approfondita credo che il Vaticano salterebbe per aria.

  20. Esther Giorgianni il 14 dic 2011 alle 9:01
  21. scusate ma il giro di soldi che c’è con l’8×1000?

  22. sara il 14 dic 2011 alle 9:05
  23. Perchè non si dice che lo stato versa alla chiesa quasi 600 euro al mese per ogni persona che ha bisogno di aiuto (ed è per questo che ti segnano quando vai a chiedere aiuto) e delega la chiesa? Perchè non se ne occupa direttamente un ente statale: se hai bisogno di mangiare, di pagare i libri ai figli, di pagare un affitto? Perchè devo andare a chiedere l’ elemosina ai preti per un pacco di pasta dell’ Unione Europea, una doccia ecc. e te li fanno anche passare come regali per la bontà della chiesa quando invece intascano il 100% dei contributi? E parliamo ancora se devono pagare o no l’ ICI? Quando accompagno mia figlia disabile al Gaslini e alloggio dalle suore pago e non mi fanno nemmeno la fattura? Smettiamo di delegare la chiesa per aiutare i bisognosi, oltre ad arricchirsi, passano anche per santi!!!

  24. roberto il 14 dic 2011 alle 9:15
  25. In questo lungo periodo di crisi tutti devono contribuire,e prima di toccare i gia’ poveri,devono pagare quelli che si sono arricchiti sulle nostre ossa. Se anche la chiesa aiuta i poveri che ha reso tali xche’ finora non Ra pagato nulla, anzi ha preso allo stato impoverendolo,deve iniziare a pagare o a donare case donate e lasciate marcire in giro xche’ ne hanno troppe,invece di darle al popolo, ai poveri come ha insegnato Gesu’.anche noi facciamo beneficenza,siamo volontari e non ci pensa nessuno a farci pagare meno, anzi,noi siamo l’economia se non ci date uno stipendio adeguato,come dice la costituzione,non potremo migliorare l’economia.buon lavoro..Ferri Cliceria da Cesena

  26. clio ferri il 14 dic 2011 alle 9:21
  27. E’ vergognoso ancora si parla di chiarire, discutere, trattare e studiare!ma cosa?
    Ai pensionati, pensionandi ed ai lavoratori dipendenti è stata forse data la possibilità di discutere?Abbiamo per caso potuto rimandare la nostra “manovra”?Ma le famiglie ed i pensionati non hanno forse difficoltà a campare?Secondo voi è facile con un lavoro dipendente, che oggi come oggi bisogna anche tenersi stretti, campare famiglia, figli e pagare mutuo o affitto?
    E’ ridicolo che dietro la parola caritas o missione si voglia giustificare l’evasione.
    Alla Chiesa questo stato riconosce già l’8 per mille, è forse poco?
    I convitti, le case per ferie, gli alloggi per studenti, le strutture polifunzionali, e mi limito qui (ma l’elenco sarebbe molto più lungo) ricevono i loro ospiti gratis forse? Mi pare che diverse testimonianze abbiano provato a sufficienza che fruttano decisamente belle entrate, che DEVONO essere tassate, altro che prezzi “politici”.
    Signori, politici, chiesa, caste di ogni genere, è ora di rispettare il popolo italiano.
    Siamo stanchi di essere presi costantemente in giro e nonostante tutto di essere sempre l’unico e solo bersaglio su cui si spara alla cieca.
    Chiesa, politici, pensioni d’oro e pensioni baby, patrimoni mobiliari ed immobiliari elevati, beni confiscati alla mafia, patrimoni scudati, ma quale patto giuridico!
    PAGARE TUTTI, PAGARE SUBITO, urge L’EMERSIONE DEL SENSO CIVICO E DELLA GIUSTIZIA SOCIALE!

  28. Tiziana, Roma il 14 dic 2011 alle 9:34
  29. mi sembra che molti commenti sono generici e spesso con prevenzione.
    al sig. roberto che dice che alloggia dalle suore quando deve recarsi al gaslini e non lasciano ricevuta, mi viene da chiedere perche’ non va in albergo ? forse perche’ pagherebbe di piu’ ? allora fanno profitti le suore oppure danno un servizio e coprono i costi ?
    che bisogna chiedere allo stato e altre istituzioni pubbliche di dare servizi per evitare di ricorrere alla ‘carità’ e giusto, ma non capisco perche’ prendersela con quelli che danno servizi gratuiti o al costo !
    Tornando alla trasmissione (di cui ho apprezzato il conduttore anche se traspariva una posizione di parte), non ho capito in cosa consistesse la particolarita’ del servizio sul prete di genova che diceva di avere degli appartamenti che affittava e su cui pagava l’ici. dove e’ la novita’ ? falena l’ha ribadito in trasmissione che devono pagare, l’ha detto da anni sul giornale avvenire, l’ufficio legale della curia di milano lo dice da anni in una nota per i parroci (si trova in rete) e ancora se ne parla ? che vengano segnalati casi circostanziati al fisco !

  30. italo prudenzano il 15 dic 2011 alle 12:28
  31. Mi chiedo quale è la ragione di tutta questa rabbia e odio verso la chiesa cattolica e in fondo verso il popolo cattolico. Ma è possibile che appena i radicali aprono bocca per calunniare la chiesa tanti ci vanno dietro come le pecore a fare lo stesso?
    Il problema ici (imu) chiesa non esiste. La Chiesa paga dove per legge deve pagare (come ad es. provato dal quotidiano avvenire e dalle dichiarazione di Bagnasco al corriere della sera). Semmai se vogliamo porci una domanda è: ma gli enti che svolgono una funzione sociale-caritatevole devono pagare l’imu o ici che sia?
    Io da operatore sociale dico di andarci piano, il sociale sopravvive a malapena e svolge un ruolo di silente aiuto senza clamori e senza palcoscenici a favore degli ultimi della società (sempre più numerosi). Poi se ci sono degli imboscati e degli opportunisti è un altro discorso.

  32. paolo il 17 dic 2011 alle 12:02

Scrivi un commento

Calendario

dicembre: 2011
L M M G V S D
« nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031